La gioia di Grazioli dopo l'eurogol del pari
La gioia di Grazioli dopo l'eurogol del pari

Dopo una finalissima ricca ed emozionate, terminata ai calci di rigore, è l’Olginatese di Terzi a laurearsi campionessa regionale, a scapito di un comunque buon Alcione che forse non ha osato come avrebbe voluto. Vista l’altissima posta in palio la gara inizia con ritmi non troppo alti: le due squadre si studiano a vicenda senza mai colpire con forza. Malgrado sia l’Olginatese a tenere in mano il pallino del gioco, sono i milanesi dell’Alcione a regalare il primo brivido con Piccone, ma la sua insidiosa termina di poco a lato. L’Olginatese non si fa prendere dallo spavento e continua a manovrare palla costringendo gli avversari ad un gioco principalmente di rimessa. La prima vera occasione per i lecchesi arriva proprio sul finale di tempo, quando dopo un break di Brivio la sfera arriva sui piedi di Colombo che, da circa 20 metri, non ci pensa due volte e libera un potente destro sul quale Sacchi è chiamato al grande intervento. Nella ripresa Terzi modifica l’assetto dei suoi passando da un 4-2-3-1 ad un più offensivo 3-4-3. In prima battuta la scelta attuata dal tecnico sembra dargli ragione, ma quasi inaspettatamente sono i milanesi dell’Alcione a sbloccare il match. Al 16′ Apicella riceve un interessante pallone in area, girato di spalle lavora alla grande la sfera e nel girarsi libera un potentissimo destro che supera di netto un’incolpevole Guarino. Dopo il vantaggio l’Alcione abbassa un po’ il baricentro e l’Olginatese ne approfitta. Al 22′ il direttore di gara assegna un calcio di rigore ai bianconeri per un contatto in area tra Torzini e Tagliabue. Dal dischetto va Colombo, ma la sua conclusione viene abilmente parata da Sacchi; sulla ribattuta e Villa calcia sul palo un facile gol. Il rigore sbagliato potrebbe tagliare definitivamente le gambe ai bianconeri, e invece appena 3′ minuti più tardi dagli sviluppi di un corner Grazioli estrae il coniglio dal cilindro grazie ad un tiro al volo che rimette in parità la sfida. Dopo il gol la sfida cala d’intensità e le due squadre arrivano senza quasi creare nulla ai calci di rigore, dopo due tempi supplementari molto blandi. Nella lotteria dei rigori il protagonista assoluto e il portiere lecchese Guarino che para ben due conclusioni (su Scaringi e Pavia), ma a mettere la ciliegina sull’apoteosi bianconera è Baggetta che all’ultimo penalty non sbaglia e regala ai suoi il titolo.

OLGINATESE-ALCIONE 1-1 (4-2 DCR)
RETI (0-1, 1-1): 16′ st Apicella (A), 25′ st Grazioli (O).
OLGINATESE (4-2-3-1): Guarino 10, Molteni 8.5, Brini 8, Colombo 8.5, Cattaneo 8, Corti 8.5, Cavalli 8.5 (7′ Baggetta 7.5), Riva 8 (19′ st Torzini 7), Villa 7.5, Brivio 9, Grazioli 9.5 (12′ Rada sv). A disp. Bizzotto, Brambilla, Gargioni, Tomassini, Loppi, Cazzaniga. All. Terzi 10.
ALCIONE (4-3-1-2): Sacchi 7, Pica 7, Tagliabue 6.5 (5′ Aiello sv, 9′ Bertini 6.5), Scaringi 8, Latini 5.5 (12′ Gallo sv), Arosio 7, Rossetti 6 (5′ Temporin 6.5), Apicella 7.5, Guidi 6.5, Pavia 5.5, Piccone 7 (8′ st Grossi 7). A disp. Semino[02], Curridori, Citelli, Lanzi. All. Gasparro 7.5.
ARBITRO: Pizzi di Bergamo 8.
COLLABORATORI: Pirola di Abbiategrasso e Mezzalira di Varese.
AMMONITI: 17′ st Guarino (O), 25′ st Tagliabue (A), 13′ Brivio (O).

CORRI IN EDICOLA PER TROVARE IL SERVIZIO COMPLETO SULLA FINALE UNDER 17, CON LE MAXIPAGELLE DEI PROTAGONISTI E TANTI ALTRI CONTENUTI TUTTI DA SCOPRIRE. OVVIAMENTE, PUOI TROVARE TUTTO ANCHE ONLINE NELLA VERSIONE DIGITALE. NON FARTELO SCAPPARE!


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.