Olginatese Under 17
I ragazzi di Terzi accedono alle final six dopo aver battuto il Chisola

Partita perfetta. Semplice e pulito il riassunto della partita dell’Olginatese che annichilisce e punisce un Chisola troppo impreciso sottoporta. I ragazzi di Brighenti, obbligati a vincere, partono in avanti, ma il loro pressing alto non scalfisce il giro palla basso di Colombo e reparto. Le prime vere occasioni sono a tinte vinovesi prima col tap-in sbagliato di Barbero sul cross di Garcetti dalla destra, poi con due tiri da fuori (prima Germinario, poi ancora Barbero) che fanno rabbrividire la tribuna brianzola non tanto per la pericolosità, quanto perché entrambi scivolano dalle mani di Guarino. La truppa di Andrea Terzi per quanto ben organizzata difensivamente, non rinuncia a metter il naso avanti: ripartenza di Cavalli al 21′ su errore in disimpegno di Mauro, palla centrale a Brivio anticipato dall’uscita di Benfadel. La chiave del match è al 29′ quando Germinario si erge a protagonista negativo procurando una punizione sulla trequarti e atterrando successivamente Villa in area di rigore. Benfadel intuisce l’angolo, ma il rigore di Colombo vale il vantaggio. L’1-0 bianconero è una mazzata per i piemontesi che provano a reagire con un’incursione di Ruffino, ma la palla accarezza la rete esterna. Prima del duplice fischio Grazioli si gira veloce in area, ma la palla lambisce il palo. Nella ripresa è subito spettacolo: al 3′ Scimé di testa sul corner di Sganzerla sfiora il palo; pochi secondi dopo dalla parte opposta del campo Mauro regala un tu-per-tu a Baggetta troppo bello per essere sbagliato. 2-0. Brighenti si dà alla girandola di cambi offensivi che si fanno vedere, ma vuoi per sfortuna, per fuorigioco o per meriti della impenetrabile retroguardia lombarda, ogni tentativo è rimandato al mittente. Tutti infatti arrivano al tiro: a Ferrara viene annullato il gol, Guarino fa il fenomeno su Managò e Vitale e infine Corti e Colombo leggono ogni imbucata di De Vitti. Le forze fresche di Terzi sfiorano più volte il 3-0 negato solo dai miracoli di Benfadel, che rende solo meno amaro l’infrangersi del sogno scudetto. Palla all’Olginatese che giocando così, può davvero sognare.

Olginatese 2
Chisola 0
RETI: 29′ rig. Colombo (O), 3′ st Baggetta (O).
OLGINATESE (4-3-3): Guarino 8, Molteni 8.5 (42′ st Brambilla sv), Brini 7 (37′ st Rada sv), Proserpio 7.5, Corti 7, Colombo 8, Cavalli 7.5 (31′ st Loppi sv), Riva 7 (16′ Baggetta 8), Villa 7 (34′ st Cattaneo sv), Brivio 8 (29′ st Tomassini sv), Grazioli 7.5 (21′ st Torzini 7). A disp. Bizzotto, Rota. All. Terzi 8.5. Dir. Colombo.
CHISOLA (4-3-3): Benfadel 6.5, Dagasso 5.5, Arkaxhiu 6, Mauro 5.5, Scimè 6, Sganzerla 6.5, Garcetti 6 (18′ st Vitale 6.5), Germinario 5.5, Granata 5.5 (6′ st Ferrara 6.5), Ruffino 6 (11′ st Managò 6.5), Barbero 6 (6′ st De Vitti 6). A disp. Giletta, Parise, Cesarano, Camarlinghi, Amendola. All. Brighenti 6. Dir. Mauro – Lo Duca.
ARBITRO: Fichera di Milano 6.
COLLABORATORI: Brunetti di Milano e Ercolani di Milano. ESPULSI: 45′ st Germinario (C). AMMONITI: 40′ Dagasso (C).

Olginatese 4-3-3
All. Terzi 8.5 La partita perfetta. Leggendario.
Guarino 8 Sale in cattedra nel secondo tempo e tira giù la saracinesca: tu non puoi passare!
Molteni 8.5 Divino nel duello con Ruffino.
Brini 7 Mette il suo mattone nella vittoria.
Proserpio 7.5 Gestione del pallone di altra categoria, moto perpetuo eccezionale.
Corti 7 Non si passa, quando serve usa la clava e non sa cosa significhi tirarsi indietro.
Colombo 8 In qualunque ruolo giochi è sempre a suo agio, realizza il rigore, di importanza capitale, che spegne le velleità del Chisola e apre la strada al trionfo.
Cavalli 7.5 Arkaxhiu è un cliente scomodo, ma lui si fa valere e lo mette in difficoltà.
Riva 7 Esce rotto. 16′ st Baggetta 8 Segna e compra i biglietti per la Romagna).
Villa 7 Indefinibile quantità di lavoro oscuro, di spada e di fioretto lui c’è sempre.
Brivio 8 Potrebbe dare lezioni di controllo palla e tempi di gioco, partita incredibile.
Grazioli 7.5 Quando parte è possibile fermarlo solo con i falli. Sfortunato sul legno.

Chisola 4-3-3
All. Brighenti 6 Impone il gioco col solito palleggio. Ma contro una difesa così, si può poco.
Benfadel 6.5 Evita un passivo più ampio.
Dagasso 5.5 Il suo apporto in spinta manca come l’ossigeno. Ingabbiato da Brini e Grazioli.
Arkaxhiu 6 Meglio nel primo tempo. Soliti cross col contagiri per le punte.
Mauro 5.5 Esita sul raddoppio, facendosi scippare palla da Baggetta.
Scimè 6 Si danna l’anima come pochi. Fa ripartire l’azione con qualità.
Sganzerla 6.5 Nei momenti di difficoltà si passa sempre da lui. Cassaforte.
Garcetti 6 Pochi palloni utili, punge come può. 18′ st Vitale 6.5 Verve alla manovra.
Germinario 5.5 Sciocchezza in area che costa carissimo. Espulso per proteste.
Granata 5.5 Solito lavoro sporco, manca davanti. 6′ st Ferrara 6.5 Gioia strozzata.
Ruffino 6 Con Arkaxhiu crea spesso pericoli. 11′ st Managò 6.5 Scende per ricevere.
Barbero 6 Inizio disattento, poi cresce. 6′ st De Vitti 6 Si fa vedere, ma non conclude.

Chisola Under 17
Finisce l’avventura nazionale dei vinovesi di Brighenti