12 Agosto 2020 - 15:13:53

Seregno-AlbinoGandino Under 17: contropiede e tap-in di Bigoli, i bergamaschi in versione “Lippiana” espugnano Seregno

Le più lette

Regionali Piemonte, ecco i gironi: si parte sabato 3 ottobre

Dopo le date arrivano anche i gironi dei campionati regionali. La partenza è fissata per sabato 3 ottobre: qui...

Il format dei campionati c’è, le graduatorie di ripescaggio delle giovanili ancora no

Il Comitato Regionale ha deliberato il format dei campionati per la stagione 2019/20 non solo per le prime squadre...

Valcalepio, Eccellenza: a tu per tu con il presidente Gianfranco Lochis

Miglior attacco del girone C di Eccellenza insieme al Lumezzane, terza miglior difesa e quarto posto in campionato, oltre...

È il dilemma che contraddistingueva la nostra Nazionale, ma anche molte altre squadre: si può vincere con le ripartenze? È più che possibile e ne dà una grande dimostrazione l’AlbinoGandino di Chiappa, che dalla difficile trasferta di Seregno porta a casa bottino pieno, grazie ad un blitz nel primo tempo ed un secondo tempo di copertura. Un risultato che premia i bergamaschi e che condanna i ragazzi di Venantini, autori di un forcing soffocante per tutta la ripresa, ma poco attenti nei primi minuti del match. È una prima frazione di gioco molto spezzettata quella di Seregno, che vede prevalere la tattica sin dalle prime battute, in cui le due squadre si specchiano e si limitano a vicenda. I bergamaschi approcciano meglio alla gara e dopo soli dieci minuti sfiorano il vantaggio in contropiede, la strategia adottata per tutti i primi quaranta minuti: Parravicini su un tentativo di rilancio colpisce Bigoni, il quale trova in profondità lo scatto di Incarbone, il quale riceve, aggiusta la mira ma spara a lato col mancino da buona posizione. È il preludio al vantaggio, che arriva due minuti più tardi, con una splendida azione corale orchestrata da Moretti, abile a servire sulla destra Pecis, il quale dà un’occhiata al centro e vede libero sul secondo palo un cinico Bigoni, che indisturbato deposita in rete il pallone del vantaggio bianconero. A vantaggio acquisito abbassano i ritmi gli uomini di Chiappa, che dalla mezz’ora in poi concedono sempre più spazio al Seregno, che tuttavia spreca una buona occasione prima dell’intervallo, con Scognamiglio, che servito nel cuore dell’area piccola da Gaetani, si dimostra poco lucido e spedisce alto da pochi passi, di fatto fissando il parziale sullo 0-1. Dagli spogliatoi esce un Seregno rimaneggiato e revitalizzato, che nella seconda frazione di gioco domina e tiene in mano il pallino del gioco per tutti i quaranta minuti. Ursini ed Esposito danno vivacità al reparto offensivo brianzolo, che colleziona numerose occasioni a partire dal sesto minuto, quando è lo stesso Ursini ad impattare un buon cross dalla destra da parte di Assi, ma il pallone termina alto. L’AlbinoGandino, per tutto il secondo tempo rinchiuso nella propria area, troverebbe la rete del raddoppio con Incarbone, lesto a depositare in rete su un’azione di rimessa, ma in posizione irregolare. Gli Spartans rispondono e ci provano, in ordine con Panicucci, il cui destro dal limite si spegne sul fondo, con Assi, il cui colpo di testa termina a lato e con Ursini, il cui destro a giro non colpisce lo specchio. È un vero e proprio forcing, che trova il culmine con l’occasione di Assi: Panicucci si incunea in mediana, apre sulla sinistra per Esposito, il quale pesca il nove a centro area, ma la conclusione da pochi centimetri si scaraventa in pieno contro Maffeis. I ragazzi di Venantini, stizziti, ci provano sino all’ultimo istante, con il destro sul primo palo di Esposito, deviato in corner, ancora una volta, da Maffeis, che sbarra la strada e rende vano l’ennesimo tentativo. Finisce, così, con il colpo esterno dell’AlbinoGandino, che porta a casa tre punti pesantissimi in uno scontro d’alta classifica.

 

IL TABELLINO DI SEREGNO ALBINOGANDINO UNDER 17

SEREGNO – ALBINOGANDINO 1-0
RETE: 12’ Bigoni (A).
SEREGNO (4-2-3-1): Boselli 6, Cattaccin 5.5 (1’ st Esposito 6.5), Gambirasio 5.5 (23’ st Villa 6), Giussani 5.5 (39’ st Accardi sv), Cogotzi 6, Parravicini 7, Gaetani 6 (1’ st Ursini 6.5), Panicucci 6, Assi 6, Scognamiglio 6 (11’ st Benedetti 6), Pereira 6.5 (36’ st Belnome sv). All. Venantini 6. A disp. Biginato, Greco, Vecchi. Dir. Szekely.
ALBINOGANDINO (4-4-2): Maffeis 6.5, Peracchi 6, Signori 6.5, Moretti 6.5, Messa 6, Pecis 6.5, Gallizioli 6, Cabrini 6, Gualdi 7, Incarbone 7, Bigoni 7 (36’ st Fiorina sv). All. Chiappa 7. A disp. Savoldelli, Lucioni, Radici, Gusmini, Poma, Cortinovis. Dir. Maffeis.
AMMONITI: Gambirasio (S), Villa (S), Messa (A).
ARBITRO: Mostafa di Cinisello Balsamo 6 Primo tempo perfetto, nella ripresa sale il nervosismo e commette qualche imprecisione.

LE PAGELLE DI SEREGNO ALBINOGANDINO UNDER 17

Seregno

SEREGNO (4-2-3-1)
Boselli 6 Prova nel complesso sufficiente, non può nulla sullo 0-1 ed è presente nelle poche occasioni concesse.
Cattaccin 5.5 Si dimentica di Bigoni sul secondo palo. (1’ st Esposito 6.5 Prova a dare verve all’attacco seregnese, nel finale sfiora il pari).
Gambirasio 5.5 Agisce in entrambe le fasce, risulta un po’ indeciso in diverse circostanze.
Giussani 5.5 Il suo apporto in mezzo al campo non si vede, fatica sia in fase di contrasto che in costruzione.
Cogotzi 6 Soprattutto nel primo tempo si perde in fase di marcatura, nella ripresa più solido e convincente.
Parravicini 7 Il migliore dei suoi per distacco, paradossalmente, a dispetto del risultato finale, non sbaglia nulla.
Gaetani 6 Va al cross in diverse circostanze ed è sufficientemente pungente, sostituito. (1’ st Ursini 6.5 Al pari di Esposito dà una discreta propensione offensiva alla manovra, la sua rapidità mette in crisi gli avversari).
Panicucci 6 Alti e bassi: nel primo tempo fa fatica a costruire, nella ripresa è sempre pericoloso con inserimenti e geometrie.
Assi 6 Il lavoro sporco è tantissimo, ma l’occasione fallita da due passi è più che cruciale.
Scognamiglio 6 Ha sempre delle buone idee in testa che lo portano a giocare con pochi tocchi, poteva fare di più in termini di cattiveria sottoporta.
Pereira 6.5 Da ala o terzino la solfa non cambia, emerge per sacrificio e corsa, buona prova la sua.
All. Venantini 6 L’approccio debole alla gara costa caro, non basta una ripresa di sacrificio per riacciuffarla.

AlbinoGandino

ALBINOGANDINO (4-4-2)
Maffeis 6.5 Si oppone bene a qualsiasi conclusione azzurra, nel finale il suo gioco col cronometro è fondamentale.
Peracchi 6 Utilizza al meglio le armi a sua disposizione, anche se è impreciso in certe circostanze, chiude al meglio ogni spazio.
Signori 6.5 Soprattutto nel primo tempo vivissimo è il duello con Assi, ringhia e spazza ogni pallone vagante.
Moretti 6.5 Avvia l’azione vincente dello 0-1, anche se in sofferenza non demorde e rimane sempre ordinato.
Messa 6 Utilizza al meglio i centimetri che ha a disposizione, limita al meglio gli attaccanti avversari.
Pecis 6.5 Perfetto il cross rasoterra per Bigoni, sulla destra è fiamma viva.
Gallizioli 6 Non brilla per eccessiva qualità, ma nel complesso regge bene il confronto in mediana.
Cabrini 6 Stesso discorso di Gallizioli, sulla sinistra fatica ad imporsi, ma costruisce bene ogni azione.
Gualdi 7 La sua visione di gioco è di un certo spessore, soprattutto nei primi minuti disegna traiettorie illeggibili.
Incarbone 7 Rapido e minaccioso, sgomita e mette costantemente paura alla retroguardia degli Spartans.
Bigoni 7 Decisivo il suo tap-in, usa al meglio il fisico e cerca sempre di creare pericoli.
All. Chiappa 7 La vince sfruttando al meglio le qualità dei suoi: la rapidità in contropiede e la dedizione in fase difensiva sono le armi vincenti, le armi “Lippiane”.

Mostafa di Cinisello Balsamo, direttore della gara Seregno-AlbinoGandino

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A VENANTINI (SEREGNO)

L’INTERVISTA NEL DOPOGARA A CHIAPPA (ALBINOGANDINO)

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e nello store digitale

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli