martedì 2 Giugno 2020 - 11:11:00

Under 17 Regionale: Alla scoperta di Cocci, spietato cecchino del Crema di Danelli

Le più lette

Il Canelli SDS verso la ripartenza: riapre l’impianto ad Asti

Dopo un lungo periodo di pausa forzata c’è tanta, tantissima voglia di ripartire e di rincorrere quel pallone di...

Palazzolo, fumata bianca: Luca Furlan è il nuovo allenatore della prima squadra

Fumata bianca, Luca Furlan è il nuovo allenatore del Palazzolo. L'ex tecnico dell'Under 19 del Real Milano, società salutata...

Sporting Club Promozione, doppia conferma: Novellini rimane in prima squadra, Under 19 avanti con Costa

Doppia conferma in casa Sporting Club, squadra mantovana che quest'anno stava ricoprendo un ruolo da protagonista nel Girone D...

Non sono bastate le difese avversarie, è servita una pandemia mondiale per rallentare l’incredibile stagione di Davide Cocci. Con i suoi 32 gol infatti ha trascinato il Crema, protagonista di una stagione quasi perfetta, in cima alla classifica. I numeri realizzati dal giovane attaccante non sono però frutto del caso: una parte del merito va anche attribuita alla sapiente guida e ai consigli del tecnico Danelli. E’ stato lo stesso allenatore a suggerire al ragazzo, lo scorso anno rallentato da alcuni problemi posturali, di consultare uno specialista per risolvere il problema. Mai consiglio fu più azzeccato: in pochi mesi i miglioramenti sono stati evidenti, ed hanno riconsegnato al Crema un attaccante quasi infermabile.

LE CARATTERISTICHE

A livello tecnico però, Cocci non è mai stato in discussione: ha dalla sua un piede destro davvero raffinato e di un sinistro non da meno, a cui unisce una grandissima freddezza sottoporta ed una grande fisicità. Al suo bagaglio vanno anche aggiunta una capacità spiccata nel gioco aereo e nella difesa del pallone. Nel corso di questi mesi, ha inoltre dimostrato di saper aiutare la squadra in fase di costruzione, e di essere davvero letale in contropiede, fase del gioco in cui si dimostra letale, nonostante non abbia in dote una rapidità fulminante, grazie alla capacità di tenere lontani gli avversari utilizzando le sue doti fisiche. A tutte le caratteristiche appena elencate, vanno poi aggiunte doti umane non comuni per un ragazzo di diciassette anni: concentrazione, impegno, voglia di continuare a migliorarsi e spirito di sacrificio completano il quadro di uno dei prospetti più interessanti di tutta la categoria. E’ proprio la sua predisposizione al bene del collettivo ad aver perso a Cocci di non batter ciglio nel dover reggere tutto il reparto offensivo del Crema: a detta del suo stesso allenatore infatti, la sua posizione ideale sarebbe al fianco di una punta in grado di sgravare dalle sue spalle tutto il “lavoro sporco” lontano dalla porta avversaria; ciò per questioni di rosa non è stato possibile, ma non sembra aver affatto inficiato sulle sue prestazioni.

LA PARTITA

La partita che meglio descrive le sue capacità e la sua imprescindibilità all’interno della squadra è la partita di andata con il Cinisello: Cocci infatti ha infatti mandato al tappeto una delle squadre più agguerrite del Girone C con una tripletta indimenticabile, siglando anche un rigore procurato dagli sviluppi di una sua stessa azione personale. E’ da prestazioni coma quella dello scorso novembre che sono nati i punti più importanti dei cremaschi, che devono davvero tanto del loro primato all’implacabile vena realizzativa di bomber Cocci.

IL GOL

Nel lotto delle diverse prodezze compiute sul rettangolo verde, è stato davvero un compito arduo scegliere la migliore. Tra le 32 sigle del centravanti spicca uno dei due gol siglati nel match di ritorno con l’Accademia Sandonatese, che racchiude tutte le sue principali qualità: stop perfetto su uno spiovente in area, finta di corpo e controllo orientato sul difensore incaricato di seguirlo a uomo, e conclusione splendida su cui non ha colpe il portiere, a cui nulla è valso il tentativo in uscita per arginare l’imminente pericolo.

IL FUTURO

E’ quasi impossibile pronosticare con esattezza gli scenari futuri per il giovane attaccante, intorno al quale gravita l’attenzione di diverse società di alto livello: il giusto compromesso per la sua crescita potrebbe essere quello di rimanere a Crema, dove potrebbe avere la possibilità di diventare un elemento imprescindibile per la futura Juniores Nazionale ed allo stesso tempo avere la possibilità di allenarsi costantemente con la prima squadra, con la prospettiva di potersi conquistare anche in tempi non lunghissimi un posto importante anche tra i grandi.

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy