12 Agosto 2020 - 01:15:55

Under 17 Regionali: Mantova, il pensiero di Mandara sullo stop prolungato

Le più lette

Verbania, Domenico Vono si dimette dall’Under 19

Dopo aver confermato Luca Porcu alla guida della prima squadra, il Verbania dovrà cercare un nuovo allenatore per l'Under...

Valcalepio, Eccellenza: a tu per tu con il presidente Gianfranco Lochis

Miglior attacco del girone C di Eccellenza insieme al Lumezzane, terza miglior difesa e quarto posto in campionato, oltre...

Calcio femminile, un bagno di sangue: cadono Biellese, Femminile Juventus, Novese, Canelli, Sedriano e Luserna

Per fortuna che l'obiettivo dovrebbe essere il professionismo, ma senza una base, senza il calcio dilettantistico, può esserci il...

Lo stop causato dall’emergenza sanitaria in corso, ha messo i bastoni tra le ruote a tutte le squadre dei diversi campionati, sia quelle in corsa per salvarsi sia per quelle in piena bagarre playoff. Rientra nell’ultima categoria la formazione Under 17 del Mantova, allenata da Nicola Mandara, impegnata nel girone C: reduce da due convincenti vittorie con Rigamonti e Verolese infatti, la sua squadra è una delle candidate più agguerrite nella corsa ai playoff, ma soprattutto nella rincorsa al Darfo Boario, ad oggi in vetta alla classifica. Il tecnico ha commentato in questo modo la vicenda che tutti purtroppo stiamo attraversando, presagendo uno scenario che potrebbe, una volta terminata questa situazione, creare del malcontento:

«Per quanto durerà questa situazione? A mio avviso passerà ancora molto tempo prima che tutti i campionati possano riprendere tranquillamente. Il vero problema sarà capire come e se recuperare tutte le partite non disputate, e non escludo che per forza di cose si creeranno situazioni molto antipatiche. Una soluzione qualora non fosse possibile recuperare le giornate prima dell’eventuale ripresa, potrebbe essere quella di assegnare la vittoria di campionati e playoff alle compagini con diversi punti di vantaggio sulle avversarie, anche se mi rendo perfettamente conto che anche in questo modo ci sarebbero diverse lamentele. Un’ulteriore difficoltà sarà quella di creare i gironi per il prossimo anno, anche se questo è un aspetto di cui si ragionerà a tempo debito. Come stiamo vivendo il momento in società? C’è  sicuramente tanto amaro in bocca: la salute viene prima di tutto ed è stato doveroso sospendere tutte le attività, ma egoisticamente, soprattutto per la prima squadra, ben lanciata per uno storico ritorno in Serie C, proprio non ci voleva. Il rapporto con i ragazzi? Con loro mi ci sento quotidianamente tramite Whatsapp, non sarebbe giusto abbandonarli in un momento difficile come questo; assieme ai miei collaboratori ho anche preparato allenamenti individuali per ognuno di loro, così da tenersi comunque allenati in vista di una eventuale ripresa. Non si può però nascondere come anche loro siano davvero dispiaciuti della situazione attuale, ora che sono impossibilitati nel proseguire una stagione in cui sino ad ora si erano tolti diverse soddisfazioni.


SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli