12 Agosto 2020 - 00:40:54

Under 17 Regionali, Tarletti ci racconta: Quiz e divertimento per sconfiggere il virus in allegria

Le più lette

Rovato Eccellenza, tra i pali arriva Manuel Felotti dal Brusaporto

Nuovo portiere per il Montorfano Rovato, società impegnata nel campionato di Eccellenza, che si è assicurata il classe 2002...

Juventus Primavera, il Monza si aggiudica l’amichevole estiva

La Juventus Primavera torna in campo per preparare l'ottavo di finale di Youth League contro il Real Madrid del...

Riunione Consiglio CRL: quattro ripescaggi in Eccellenza e Promozione a 96 squadre

Finalmente è arrivato il giorno in cui le società lombarde hanno conosciuto i format dei campionati. Come era ampiamente...

In un periodo difficile come quello che inevitabilmente tutti noi stiamo attraversando, l’allegria è un alleato non da poco. E’ con questo spirito infatti che Andrea Tarletti, tecnico dell’Offanenghese Under 17, sta vivendo lo stop forzato assieme ai propri ragazzi. Questo il racconto dell’allenatore: «Dalla settimana in cui siamo stati costretti a fermarci, nella quale saremmo stati impegnati in una importante trasferta a Sant’Angelo, ci è crollato inevitabilmente il mondo addosso. E’ stata una brusca frenata anche a livello personale, dal momento che stavo anche iniziando il corso da allenatore Uefa C, e ora per forze maggiori sarà tutto rallentato. Ci tengo in ogni caso ad esprimere tutta la mia gratitudine alla società. Provo molta stima per come è stato affrontato il tema: il venerdi stesso del fattaccio hanno subito bloccato tutti gli allenamenti in programma, a mio avviso una decisione davvero saggia da parte del direttore sportivo. Ora l’unica cosa da fare è affidarsi agli organi di competenza per la giusta decisione; personalmente comunque, non penso ci saranno le condizioni per poter riprendere a breve l’attività agonistica».

Come detto, Tarletti si è poi soffermato sulla reazione della squadra, mai lasciata sola né dal tecnico stesso e né dalla società: «Il rapporto con i ragazzi sta continuando: in un primo momento abbiamo cercato di mantenere la forma con programmi preparati individualmente nel rispetto delle norme vigenti, anche se non sarà facile lavorare in questo modo per molto tempo.  Con la squadra comunque il contatto via social è quotidiano: ci siamo anche organizzati facendo giochi a quiz legati al calcio, così da cercare un minimo di distrazione in un momento davvero surreale per tutti, sia per gli adulti che per i ragazzi. Ad oggi la competizione passa per forza di cose in secondo piano, prima viene la salute di tutti.Detto ciò è anche difficile per noi far finta di niente: partiti come neopromossa con la sola ambizione di mantenere la categoria, abbiamo reso anche più del previsto, e con una classifica corta come quella del girone D, avremmo potuto chiedere anche di più a questo campionato».

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli