12 Agosto 2020 - 01:19:30

Vis Nova Under 17, Marco Caddeo e le sue Lucertole: «In linea con gli obiettivi, e ci stavamo divertendo»

Le più lette

La Biellese, in mediana c’è Dylan Kambo

I lanieri di Rizzo continuano a puntare alto e l'ennesimo segnale arriva dal mercato che regala un centrocampista di...

Telenovela Aloia, la spunta il Fossano

Come anticipato stamattina, il Fossano non ha mollato l'osso Aloia neanche dopo la notizia dell'allenamento tenuto in casa del...

Villa Valle, aspettative alte e la giusta esperienza: con Bolis idee chiare e squadra tecnica

È nella splendida cornice dell’hotel ristorante Settecento a Presezzo che nella serata di mercoledì 5 agosto si è tenuta...

Mentre le voci e le ipotesi sul proseguimento o meno della stagione calcistica si rincorrono nei media e tra gli addetti ai lavori, c’è per molti il tempo di fare un bilancio, seppur parziale, su quanto raccolto finora, con un occhio sempre rivolto al futuro prossimo. Marco Caddeo, tecnico della Vis Nova per la categoria Under 17 Èlite, non fa eccezione: «Fino alla sospensione stavamo facendo bene, meglio del girone di andata. L’obbiettivo ad inizio campionato era quello di giocarci un posto ai playoff, ed ora come ora siamo quarti, ad un punto dalla terza, quindi direi che siamo in linea con quanto prefissatoci». Un risultato tutt’altro che scontato: «È un girone equilibratissimo: ci sono appena 10 punti dalla zona retrocessione a quella dei playoff, ogni squadra potrebbe dire la sua e giocarsela contro le altre. Ogni squadra ha un punto di forza su cui puntare per affrontare le avversarie, che può essere il tasso tecnico, piuttosto che la prestanza fisica o la forza di carattere. Nell’ultimo match abbiamo affrontato la Tritium, che si trova in zona playoff, vincendo per 1-0, ma ce la siamo dovuta sudare». Il tecnico poi si sofferma sulla sospensione imposta: «Probabilmente il campionato finirà qui, forse si ripeterà, ma sono soltanto ipotesi. Penso che le decisioni prese siano giuste: probabilmente tutti abbiamo sottovalutato la situazione, quindi poi è stata una rincorsa continua. Ma è una situazione inedita, non me la sento di giudicare». Non manca però una punta di rammarico per come si stava evolvendo la stagione: «Peccato perché quest’anno avevo una squadra con un buon tasso tecnico, un gruppo con cui mi stavo divertendo. Sto cercando di lasciarli tranquilli per ora, scrivo sul nostro gruppo whatsapp ogni 10 o 15 giorni, cercando di tenerli pronti e motivati, anche in preparazione all’anno prossimo. Con la società, invece, ci aggiorniamo quotidianamente parlando di calcio, e formulando varie ipotesi, ma ormai anche le parole sono finite».

SPRINT-SOLIDALE – 3 MESI GRATIS


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli