Il migliore in campo per Carugate - Biassono, Viesti per la formazione ospite

Il Biassono è indomabile e rimane imbattuta passando anche sul campo del Carugate. Match bello per intensità e carattere messo in mostra, meno piacevole invece sul lato tecnico con i numerosi errori in impostazione da entrambe le parti. Rammarico per Pugliese e i suoi che dopo una buona prima frazione di gioco cala d’intensità e nella ripresa a causa dell’eccessiva foga e nervosismo fallisce nel proporsi con più efficacia negli ultimi 20 metri. Apre al 6′ l’ottima uscita da dietro di Cavallone che imbuca per Ruggiero sulla destra, tiro a incrociare potente e di poco largo. Numero 8 che si rifà 60 secondi dopo quando raccoglie in area l’ottimo pallone dolce di Morra, sposta palla sul destro e trova l’angolo basso alla sinistra di Pallazzi. Biassono meno propositivo che con un pizzico di fortuna trova il pareggio immediato al primo tiro verso la porta difesa da Perrucci. Siamo al 16′ quando Riboldi su punizione trova Pavan, conclusione rimpallata che gli ritorna sul mancino poi esploso dal limite che s’infila sul primo palo. Fase concitata e poco brillante del match spezzata al 22′ con il primo episodio molto dubbio di giornata. Azione che si sviluppa con il pallone giocato dentro per Ruggiero, esce Pallazzi che punta il pallone e tira giù col corpo il numero 8, rigore netto per il direttore di gara e scelta che fa molto discutere dentro e fuori dal campo. Dal dischetto poi va lo stesso Ruggiero che non sbaglia e trova la doppietta personale. Fortuna che aiuta il Biassono e non sorride invece al Carugate. Difatti gli uomini di Magni trovano al 31′ il pareggio con la punizione di Viesti da sinistra che sbatte sulla barriera, colpevole di essersi aperta, deviazione che inganna Petrucci e termina la propria corsa in rete. Ripresa poco bella in termini di occasione e palle gol create. Il Biassono trova il vantaggio al 6′ con il secondo penalty di giornata concesso. Palla giocata su Pozzoli bravo a involarsi sulla destra, uscita di Petrucci il cui contrasto è duro e giustamente sanzionato, dubbi in questo frangente evidenziati perché il fallo sembra svilupparsi in maniera evidente fuori dall’area di rigore. Dal dischetto va Cianci bravo a incrociare basso con la deviazione poco fortunata di Petrucci. Magni che blocca i suoi optando per un finale più attento e poco offensivo per andare a sfruttare gli spazi lasciati da un Carugate troppo alto. Pugliese che paga invece la scarsa lucidità nelle scelte in fase di possesso palla dei suoi oltre a due palle gol clamorose non sfruttate. Prima al 12′ con il solito Fruggiero che raccoglie sul limite, destro potente a scendere che si stampa sulla traversa. Entra dalla panchina uno straripante Mapelli bravo a mettersi da subito in evidenza. Siamo al 27′ quando con una giocata fenomenale si libera sull’out di destra, palla bassa e tesa che sfugge alla difesa ospite, sul secondo raccoglie Giuffrè che da 0 metri riesce incredibilmente a mandare alto sopra la traversa sancendo la prima sconfitta in casa dei suoi.

IL TABELLINO

Carugate 2-3 Biassono 
Reti (1-0;1-1;2-1;2-3): 7’ Ruggiero (C), 16’ Pavan (B), 22’ Ruggiero (C), 31’ Viesti (B), 6’st Cianci (B).
Carugate (4-4-2): Perrucci 6.5, Morra 7, Sciuscio 5.5 (34’st Paravisi sv), Guazzi 6.5, Corrarello 6, Gremi 5.5, Ranieri 5.5 (22’st Mapelli 6.5), Ruggiero 7, Giuffrè 5, Mancuso 6, Cavallone 6. A disp. Colombo, Mariani, Bianchini, Barazzetta, Vanadia. All. Pugliese 6.
Biassono (4-3-3): Pallazzi 6, Pozzoli 6.5, Sala 6.5, Viesti 7.5, Abbrugiati 6.5, Artesani 6.5, Pavan 6.5 (42’st Fondaci sv), Maddalena 7, Cianci 6 (30’st Bruzzano sv), Riboldi 7 (22’st Bartsch 6), Galotta 6. A disp. Pagani, Fossati, Quadri, Negri, Salamon, Panarotto. All. Magni 7.
Arbitro: Sig. Tuzzeo sez. Sesto San Giovanni 6 Gestione sbagliata dei cartellini usati poco in una gara molto maschia e dura. Dubbi su entrambi i penalty. 
Ammonizioni: Gremi (C), Maddalena (B), Abbrugiati (B), Sala (B).

PAGELLE CARUGATE
All. Pugliese 6 Ottimi i primi 20′ minuti poi il calo drastico e la mancata lucidità nel finale che costa caro.
Perrucci 6.5 Si evidenzia con qualche buon intervento e per poco non riesce nel miracolo sul rigore di Cianci.
Morra 7 Prestazione di alto livello. In fase difensiva copre bene e quando spinge trova bene la profondità.
Sciuscio 5.5 Qualche difficoltà di troppo e gara poco brillante, soffre in marcatura.
Guazzi 6.5 Prestazione in cui viene premiato il carattere, qualche giocata lascia a desiderare in fase difensiva.
Corrarello 6 Nel complesso trova una prestazione sufficiente dove sbaglia poco.
Gremi 5.5 Parte bene e impressiona per poi spegnersi sul lungo. Poco preciso nelle giocate di base.
Ranieri 5.5 Non prende in mano il pallino del gioco mancando in fase di possesso.
Ruggiero 7 Legge bene lo spazio e impressiona sopratutto per la velocità e la facilità di calcio.
Giuffrè 5 Prestazione poco brillante su cui pesa l’errore clamoroso nel finale.
Mancuso 6 Qualche giocata iniziale pregevole poi finisce fuori dai radar, manca nella ripresa.
Cavallone 6 Unica pecca la discontinuità. Parte molto bene creando delle belle palle gol e proponendosi anche bene in avanti.

L’undici titolare scelto dal tecnico Pugliese del Carugate

PAGELLE BIASSONO
All. Magni 7 Prestazione di livello e carattere dei suoi su un campo difficile. Primo posto certificato con qualità.
Pallazzi 6 Sempre attento e pronto all’intervento, non ha colpe sui gol.
Pozzoli 6.5 Dietro è insuperabile e legge molto bene i movimenti avversari concedendo poco o nulla.
Sala 6.5 Tolto qualche liscio dovuto al campo scivoloso sbaglia poco. Pulito nell’intervento e solido in marcatura.
Viesti 7.5 Trova una gara fisica di fondamentale importanza perché permette ai suoi di avere il dominio sul centrocampo.
Abbrugiati 6.5 Provvidenziale nelle chiusure e con dei recuperi importanti.
Artesani 6.5 Attento e puntuale all’intervento, chiude gli spazi nella ripresa.
Pavan 6.5 Bravo sul gol a calciare di prima. Gara fatta di sacrifici e supporto alla fase difensiva.
Maddalena 7 Come detto per Viesti mette lo zampino lì in mezzo recuperando un numero cospicuo di palloni.
Cianci 6 Il gol salva una prestazione incolore e poco convincente. Si muove poco e fatica a giocare palla.
Riboldi 7 Inserimenti sempre pericolosi e ben premiati, manca solo di fortuna e precisione in alcune occasioni.
Galotta 6 I suoi lo cercano e premiano poco, lui resta fuori in fase offensiva trovando pochi palloni giocabili.

La formazione di partenza del Biassono del tecnico Magni

INTERVISTA NEL DOPO GARA DEL TECNICO DEL CARUGATE PUGLIESE

INTERVISTA NEL DOPO GARA DEL TECNICO DEL BIASSONO MAGNI

Sprint e sport lo trovi nelle edicole di Piemonte, Valle D’Aosta e Lombardia il Lunedì mattina e nello store digitale.