Mariano-La Dominante Under 19
La Dominante prima di scendere in campo

Nella seconda giornata La Dominante risorge dalle proprie ceneri come l’araba fenice arrivando al fotofinish a completare una favolosa rimonta dopo aver disputato una partita vibrante, ricca di emozioni e di colpi di scena. Continua invece la striscia negativa di risultati per i padroni di casa del Mariano, che non riescono a gestire il vantaggio e alla fine sono costretti a soccombere ai colpi degli avversari. Dopo una prima fase di studio sono proprio i ragazzi del mister Bellantone a prendere l’iniziativa e a creare, al 24’, il primo brivido su una chirurgica punizione dal lato sinistro dell’area battuta da Calabresi sulla quale, si avventa il compagno Sciascia che, sfruttando la mancata uscita del portiere, svetta più in alto di tutti colpendo di testa la palla che per sorvola la traversa per un soffio. Per nulla intimoriti gli ospiti provano a ribattere colpo su colpo e al 29’, sugli sviluppi di un velenoso calcio d’angolo dalla bandierina di sinistra battuto da Camporeale, Gallo effettua una perfetta incursione nel mucchio in area con un colpo di testa che sfiora il palo. Al 31’ sono ancora i ragazzi del mister Felici a cercare di mettere alle corde l’avversario fiutando il gol con una potente conclusione dal limite di Camporeale deviata in modo rocambolesco dal portiere Marta sui piedi del compagno Lettieri che, a ridosso della linea di porta, prova un tap-in provvidenzialmente sporcato dall’entrata in scivolata di un difensore. Al’41’ i leoni ruggiscono su una conclusione dalla distanza di Calabresi che mira l’angolino basso con un rasoterra deviato dal portiere Rigato in tuffo. Dopo la quiete dell’intervallo è Shala a scatenare la tempesta all’8’ della ripresa estraendo dal repertorio un dribbling da manuale che gli permette di eludere la marcatura e di beffare l’incolpevole portiere con un rasoterra imprendibile che porta ai bianco-celesti il tanto agognato vantaggio. Al 14’ il mister Felici decide però che è arrivato il momento giusto per calare l’asso dalla manica facendo scendere in campo il subentrato D’Alessandro che, non appena giunge nei pressi dell’area avversaria, sfodera un inaspettato istinto killer avventandosi come un rapace su un cross dalla sinistra del compagno Lettieri che riporta il risultato in perfetta parità. Scossi i padroni di casa provano a reagire sfruttando letali contropiedi come quello al 24’ di Villa che, privo di marcature, prova dal limite una conclusione deviata dai guantoni di Rigato. Il pareggio risulta essere troppo stretto ad entrambe le squadre e ormai l’odore della vittoria inebria l’aria ma, incredibilmente, al 30’ Zoggia per ben due volte fallisce nel tentativo di chiudere definitivamente i giochi grazie alla maestosa opposizione del portiere Marta che, con due miracoli, salva momentaneamente il risultato. Infatti i minuti trascorrono inesorabili e in prossimità dello scadere negli occhi di tutti si sta per materializzare un finale scontato tranne che in quelli di Zoggia il quale, al terzo tentativo servito da uno strepitoso assist di D’Alessandro, questa volta non sbaglia cogliendo al volo l’opportunità e coronando con la ciliegina sulla torta una gara sofferta e lottata fino all’ultimo respiro.

MARIANO-LA DOMINANTE 1-2

RETI (1-0;1-2): 8’ st Shala (M), 14’ st D’Alessandro (D), 45’ st Zoggia (D).
U.S.D. Mariano (4-3-3): Marta, Brendolini (26’st Cazzaniga), Asnaghi, Calabresi, Citterio, Lissoni (45’st Fenotti), Sciascia, Colciago, Pavanetto (21’st Ambivero), Rivolta (13’st Villa), Shala (31’st Riva). A disp. Gerosa. All. Lorenzo Bellantone. Dirigente: Borgonovo Giancarlo.
A.S.D. La Dominante (4-4-2): Rigato, Mauri, Quarenghi, Galeotti, Gallo, Verdalay, Lettieri (35’st Mansuino), Ferrandino, Zoggia, Camporeale (23’st D’Alessandro), Paganelli (33’st Pandolfi). A disp.  Borgonovo, Baini, Magnifico, Cappella, Punzi. All. Giuseppe Felici. Dirigente Borgonovo Aurelio.
ARBITRO: Marco Magrin della sezione di Como 7 Direzione di gara nel complesso equilibrata, con poche sbavature.

 

PAGELLE MARIANO

Marta 8 In vena di miracoli, provvidenziale per la sua squadra in più di un’occasione.

Brendolini 6.5 Propositivo sulla fascia destra ma non sempre impeccabile nei passaggi. (26’st Cazzaniga 6.5)

Asnaghi 7 Prestazione di sacrificio, attento in fase difensiva e abile ad impostare la manovra.

Calabresi 8 Fulcro del centrocampo, ottima visione di gioco e bravo nel recuperare importanti palloni.

Citterio 6 Si limita al compitino, prestazione incolore.

Lissoni 7 Muro difensivo con marcature a tenuta stagna. (45’st Fenotti sv)

Sciascia 6.5 Abile nei recuperi palla ma non sempre nel vivo dell’azione.

Colciago 6.5 Qualche imprecisione di troppo, talvolta tende ad essere un po’impulsivo.

Pavanetto 6.5 A volte un po’ troppo lezioso nelle giocate, manca di cinismo sottoporta. (21’st Ambivero 6.5)

Rivolta 6.5 Prestazione con alti e bassi ma sempre al servizio dei compagni. (13’st Villa 6.5)

Shala 7 Bomber di razza, si inventa la giocata vincente dal nulla. (31’st Riva 6.5)

All. Lorenzo Bellantone 6.5 La sua squadra ha mostrato un po’ di fragilità sul piano caratteriale non riuscendo a gestire il vantaggio e subendo una dolorosa sconfitta in rimonta.

PAGELLE LA DOMINANTE

Rigato 7 Vigile custode dei pali, incolpevole sull’azione del gol subito.

Mauri 6.5 Qualche imprecisione di troppo in fase difensiva.

Quarenghi 7 Muro difensivo, abile nel proteggere palla e nel chiudere tutte le linee di passaggio.

Galeotti 6.5 Imprudente, tende a prendersi qualche rischio di troppo a centrocampo.

Gallo 7.5 Bravo negli anticipi difensivi e nel far salire la squadra, sfortunato nelle conclusioni.

Verdalay 7.5 Bravo a proteggere il pallone ed efficace nelle marcature.

Lettieri 6.5 Manca di cinismo sottoporta, troppe le occasioni sprecate. (35’st Mansuino 6.5)

Ferrandino 8 Lotta su tutti i palloni, grande personalità nelle giocate.

Zoggia 8 Un rapace d’area, mette la ciliegina sulla torta allo scadere del tempo.

Camporeale 7.5 Dotato di una buona progressione, non sempre supportato dai compagni nelle ripartenze a campo aperto. (23’st D’Alessandro 8 Asso nella manica, non appena ha messo piede in campo ha subito centrato lo specchio della porta.)

Paganelli 7 Non impeccabile nelle conclusioni, spesso tende a complicarsi la vita da solo. (33’st Pandolfi 6.5)

All. Giuseppe Felici 7.5 La sua squadra vince e convince, grande personalità e perseveranza nel crederci fino alla fine, manca ancora però di quel pizzico di cinismo sottoporta.

Intervista mister Giuseppe Felici della Dominante

Intervista mister Lorenzo Bellantone del Mariano