14 Maggio 2021

Nembrese – Cellatica Under 19: Efficienza o Efficacia? Questo è il dilemma

Le più lette

Hsl Derthona-Saluzzo Serie D: traversa di Zerbo, poi De Marino abbassa la saracinesca, 0-0 come all’anadata

Termina 0-0 lo scontro salvezza tra HSL Derthona e Saluzzo, stesso risultato della gara d'andata. Una partita dominata dai...

Pro Eureka, a tutto Lorenzo Benucci: «Nessuno si aspettava questo nostro inizio»

Una bella sorpresa, e che sorpresa! I 10 punti incassati dalla Pro Eureka nelle prime 4 giornate nessuno se...

PDHAE-Gozzano Serie D: Jeantet e Sterrantino tengono viva la fiamma valdostana

Una partita di alta classifica, una partita di alto livello. Il Pdhae non va oltre il pareggio in casa...

Chi si intende di certi ambiti, prevalentemente di business, dice che in azienda per ottenere profitti efficienza ed efficacia dovrebbero essere perseguite parallelamente. Date concretezza al concetto in un contesto calcistico, e la sfida tra Nembrese e Cellatica, porterà a dire che nel calcio i modi di essere efficienti e quindi conquistare i tre punti sono da ricercare anche con metodi poco ortodossi che non corrispondono necessariamente all’alta tecnica calcistica. Per analizzare la sfida è da sottolineare, innanzi tutto, la scelta del modulo da parte di entrambi gli allenatori, che schierano i rispettivi undici con un assetto particolarmente offensivo, e di conseguenza con l’idea di base di cercare velocemente la palla in verticale e affidarsi poi alla velocità dei singoli per dare produttività al lancio dalle retrovie. Ciò produce squadre quasi da subito abbastanza allungate e un ritmo piacevole. Anche le occasioni da gol non tardano ad arrivare. Tra queste, va sottolineata quella clamorosa per gli ospiti con Terranova, che colpisce un palo di testa, e soprattutto per la Nembrese che al 14′, alla prima vera occasione passa in vantaggio. Protagonista Bassani, che infiltratosi egregiamente nelle maglie della difesa, aggancia un lavoro da dietro e fa 1-0 battendo Sarzenti al tu per tu. Il Cellatica sembra subire il colpo, e infatti fatica a reagire, creando si qualcosa grazie alle iniziative sulla corsia di sinistra di Guarino, ma senza mai riuscire ad essere pericoloso per la porta di Pezzoli. Nonostante la fatica nel costruire, e la Nembrese che sembra prendere in mano il pallino del gioco, i ragazzi di Bordogni non si arrendono e sul finale di primo tempo, in particolare al 39’ trovano il pareggio con Frassine che sugli sviluppi di una punizione, ne sfrutta la strana traiettoria che porta la palla sul secondo palo, e arrivato per primo sulla palla non ci pensa due volte ad insaccare il gol dell’1-1. Al rientro degli spogliatoi, complice la fiducia derivante dal ritrovato pareggio, gli ospiti prendono il comando delle operazioni, facendo rintanare la Nembrese nella propria metà campo e concedendo relativamente pochi spazi per la ripartenza, che i ragazzi di Forzan si ritrovano ad organizzare con difficoltà, nonostante le diverse forze fresche inseriti già nella prima fase della ripresa. Aldilà di queste notazioni tecniche, con il passare dei minuti, si nota la voglia delle due squadre di cercare i tre punti. Non a caso qualche equilibrio comincia a saltare, e il numero delle occasioni cresce. Non altrettanto la precisione dei singoli, da una parte e dall’altra, che cestinano diverse palle-gol. Si intuisce quindi che la partita può essere vinta solo grazie alla singola occasione sfruttata a dovere. Quella giusta capita al 40′ sui piedi di Barcella che dai 20 metri scarica un destro terra aria sul secondo palo che si infila in porta per il 2-1. A mettere il sigillo definitivo ci pensa Milesi che a tempo scaduto si prende la gloria del 3-1 finale.

IL TABELLINO

NEMBRESE – CELLATICA 3-1
RETI (1-0; 1-1; 3-1): 14′ Bassani (N), 39′ Frassine (C), 40′ st Barcella (N), 49′ st Milesi (N).
NEMBRESE (4-3-3): Pezzoli 6.5, Faccini 6.5, Acerbis 6.5 (10′ st Barcella 7), Peracchi 6.5. (8′ st Breda 6.5), Maffeis 6.5 (1′ st Bonfanti 6.5), Scarpellini 6.5, Persico 6.5 (8′ st Milesi 6.5), Rossoni 7, Bassani 7, Signori 6.5, Vedovati 6.5 (14′ st Ricupero 6.5). A disp. Bosio, Bonassoli, Rossi. All. Forzan 6.5. Dir. Persico, Leoni.
CELLATICA (4-3-2-1): Sarzenti 6.5, Lisarelli 6.5, Contaldo 6.5 (44′ st Womenor sv), De Poli 6 (27′ st Bregoli 6), Maccarini 6.5, Borghetti 6.5, Conti 6.5 (33′ st Luciani sv), Guarino 7, Frassine 7, Terranova 6.5, De Caria 6.5. (19′ st Tanghetti 6.5). A disp. Castrezzati, Pasetti, Rimoldi, Franzoni, Ciccarelli. All. Bordogni 6.5. Dir. De Lorenzi, Giacobbe.
ARBITRO: Betellli di Bergamo 6.5 Giudica correttamente tutti gli episodi.
AMMONITI: 40′ Maffeis (N), 3′ st Frassine (C), 23′ st Scarpellini (N), 35′ st Rossoni (N), 42′ st Faccini (N).
ESPULSI: 42′ st Bregoli (C).

LE PAGELLE

PAGELLE NEMBRESE

All. Forzan 6.5 La voglia e la caparbietà li aiutano a tirare fuori un buon risultato a fronte di un gioco non del tutto impeccabile.

Pezzoli 6.5 Da sicurezza a tutta la difesa.

Faccini 6.5 Ottima pedina sia da terzino sia da centrale.

Acerbis 6.5 Ottimo apporto in entrambe le fasi.

10′ st Barcella 7 Ci mette lo zampino segnando il gol del sorpasso a 5 minuti dalla fine. Gol bellissimo.

Peracchi 6.5 Smista con attenzione diverse palle in mezzo al campo. (8′ st Breda 6.5)

Maffeis 6.5 Partita ordinata con poche sbavature e pochi rischi corsi (1′ st Bonfanti 6.5)

Scarpellini 6.5 Guida con precisione i compagni del reparto arretrato.

Persico 6.5 Particolarmente efficace nelle galoppate palla al piede (8′ st Milesi 6.5)

Rossoni 7 Tanta sostanza nella ripresa in cui si spende con generosità.

Bassani 7 Blitza la difesa alla grande e sfruttando un bel lancio la sblocca con personalità.

Signori 6.5 Dialoga bene con i compagni di reparto nelle triangolazioni in velocitá.

Vedovati 6.5 Si spende con impegno per la squadra. (14′ st Ricupero 6.5)

A disp. Bosio, Bonassoli, Rossi.

Dirigenti: Persico, Leoni.

PAGELLE CELLATICA

All. Bordogni 6.5 Riprendono il risultato per i capelli, poi però sprecano troppo e non dimostrano la cattiveria giusta per ribaltarla.

Sarzenti 6.5 Attento quando chiamato in causa.

Lisarelli 6.5 Prestazione di sostanza.

Contaldo 6.5 Da ottimo supporto nella fase di spinta. (44′ st Womenor sv)

Depoli 6 Ha spesso buone idee eseguite però in modo impreciso. (27′ st Bregoli 6)

Maccarini 6.5 Opera una buona fase di contenimento.

Borghetti 6.5 Non sempre impeccabile negli anticipi, c’è comunque l’impegno.

Conti 6.5 Si guadagna la pagnotta. (33′ st Luciani sv)

Guarino 7 Ottima tattica nel partire largo per poi accentrarsi ritrovandosi spesso solo e potendo far male.

Frassine 7 Nel momento più complicato trova lo spunto giusto e riapre i giochi.

Terranova 6.5 Nella ripresa quando diventa il vero playmaker offensivo.

De Caria 6.5 Non carbura nel primo tempo, piglio decisamente diverso nella ripresa. (19′ st Tanghetti 6.5)

A disp. Castrezzati, Pasetti, Rimoldi, Franzoni, Ciccarelli,

Dirigenti: De Lorenzi, Giacobbe.

LE INTERVISTE

Alessandro Forzan (allenatore Nembrese): «Sul piano del risultato sono assolutamente contento, e vanno fatti i complimenti ai ragazzi per la voglia di vincere che ci hanno messo specie nella ripresa. Sul piano del gioco c’è qualcosa da rivedere perché specie all’inizio eravamo un po’ poco decisi e leziosi. In ogni caso ci prendiamo questo risultato e lavoreremo per migliorare gli aspetti che non hanno funzionato».

Nembrese- Cellatica U19 allenatore Nembrese
Alessandro Forzan: Allenatore Nembrese

Fausto Bordogni (allenatore Cellatica): «Peccato per la sconfitta. Però va detto che specie nel primo tempo abbiamo creato diverse belle occasioni che non siamo stati capai di sfruttare. Nella ripresa ci siamo sbilanciati e di conseguenza abbiamo concesso quanto basta all’avversario che con merito, va detto, si sono presi questa vittoria».

Nembrese- Cellatica U19 allenatore Cellatica
Fausto Bordogni: Allenatore Cellatica


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli