Brera-La Spezia

Clima di derby in via Famagosta, dato che si affrontano due squadre, il Brera e il La Spezia, che giocano nello stesso centro sportivo. In campo entrambe le parti in causa non si risparmiano, lottando su ogni pallone e portando a casa un pareggio che, per quanto si è visto sul campo, è il risultato più giusto. Il gioco fisico e aggressivo dei padroni di casa mette in difficoltà il La Spezia e a risentirne, a conti fatti, è lo spettacolo. Nel primo tempo i ragazzi di Di Finizio commettono l’errore di giocare il pallone di fretta e di cercare troppo i lanci lunghi, favorendo la difesa di casa, mai in difficoltà. Il Brera si difende con ordine e riparte con il suo 4-2-fantasia. Dopo 40 minuti equilibrati arriva il gol che stappa il match. Bah ruba palla a Paciello e serve Olamide, glaciale nel battere Verzicco. Nella ripresa parte meglio il La Spezia che spinge e trova il pareggio al 10’ con una bella punizione dal limite di Castaldo, in rete con la complicità di Saidy. Il Brera non subisce il contraccolpo e si butta in attacco alla ricerca del nuovo vantaggio. Le occasioni migliori capitano sui piedi di Mbilla, ma prima Verzicco poi la traversa negano il gol al numero 7. Il La Spezia fatica ma, con pazienza, riesce a emergere e fa suo l’ultimo quarto d’ora. Purtroppo per Di Finizio e i suoi ragazzi, però, di fronte hanno un Jarju perfetto, che arpiona qualsiasi pallone passi dalle sue parti. Quando il capitano non può metterci una pezza ci pensa Castaldo a sprecare da buona posizione. Alla luce dei valori espressi in campo l’1-1 è il risultato più giusto, anche se il La Spezia può recriminare per non essere riuscito a sfruttare la superiorità tecnica e, soprattutto, il senso del gol del bomber Cherif, stavolta con le polveri bagnate.

BRERA (4-2-3-1)
All. Aleotti 6.5 Il suo 4-2-fantasia tutto sommato paga.
Saidy L. 6 Sulla punizione di Castaldo ci mette del suo.
Bellali 6.5 Attento in fase difensiva. Argina Castaldo e non era facile.
Jarju 8 Dalle sue parti non si passa. Si sbatte e lotta da vero capitano.
Hajdari 7 Anche lui molto attento.
Darboe 6.5 Partita molto ordinata.
Mbilla W. 6.5 In fase di rottura è ovunque, ma i piedi non lo aiutano.
Mbilla B. 7 Protegge bene la palla ed è pericoloso. (10’ st Sacchi 6).
Mendy 6.5 Grandissima fase di pressing, ma pecca di precisione.
Saidy A. 6.5 Vivace sia a destra che a sinistra. (33’ st Egoulou sv).
Bah 6.5 Astuto a rubare palla a Paciello e a servire Olamide.
Olamide 7 Gol da bomber di razza che apre le danze del match.
A DISP.: Ferraz, Mbow, Beyai.
DIRIGENTE: Ghelma.

LA SPEZIA (4-3-3)
All. Di Finizio 6.5 si sbraccia e urla, ma funziona tardi.
Verzicco 6.5 Bravo su Mbilla.
Perrone 7 Preciso in difesa e propositivo davanti. Esce sfinito.
Magnaghi 6 Soffre poco, ma non osa nulla. (16’ st Chiego 6).
Magnone 6.5 Il fisico lo aiuta a farsi valere. Ottimi lanci, ma ne abusa.
Cattaneo 6 Qualche errore.
Paciello 6 Macchia una buona gara con l’errore che lo manda in crisi.
Castaldo 7 La punizione del pareggio è davvero molto bella.
Satraoui 6.5 La fisicità non è la sua dote migliore, ma si batte.
Cherif 6 Lotta molto, ma i palloni buoni stavolta non arrivano.
Gabor 6 Corre, ma è frenetico.
Martinelli 6 Anche lui è molto frettoloso. (28’ Taddei 6).
A disp.: Carlier, Pittigliani, Recchia, Buffa.
Dirigente: Pinna.


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.