9 Agosto 2020 - 11:24:59

Villa Under 19, parla l’allenatore Paolo Siliotto: «Per me il Villa è una famiglia»

Le più lette

Juventus Primavera, il Monza si aggiudica l’amichevole estiva

La Juventus Primavera torna in campo per preparare l'ottavo di finale di Youth League contro il Real Madrid del...

Città di Varese Serie D, il primo under per Sassarini è il francese Hervè Otelè

Settimo arrivo per il Città di Varese che nella giornata di oggi si è assicurata l'esterno offensivo classe 2000...

Un giornale dedicato ai nostri ragazzi, quelli che non mollano mai

Andiamo in vacanza per due settimane, torneremo in edicola il 24 agosto che, malgrado l’incapacità conclamata delle istituzioni calcistiche,...

Paolo Siliotto è l’allenatore dell’Under 19 del Villa. È un’allenatore che negli anni ha sempre allenato mettendo in pratica gli insegnamenti e le lezioni che il calcio dà sempre in campo, come nella vita. Abbiamo visto e seguito la sua cavalcata vincente nel girone dei regionali dei bianconeri che a ridosso di Segrate e Accademia Pavese stavano continuando a giocare con progressi notevoli e soprattutto con grande caparbietà, anche se nell’ultimo periodo c’era stato qualche un lieve calo, con la partita persa con la Calvairate, che incredibilmente era riuscita ad agganciare il primo posto, poi la sconfitta con la Barona e il pareggio con il La Spezia. Oggi, tralasciando la situazione d’emergenza, si può dire che Siliotto sta compiendo un’ottimo lavoro per il Villa e per i bianconeri. Questo ottimo lavoro viene anche premiato anche perché verrà promosso come Responsabile del Settore Agonistico, continuando però ad allenare l’Under 19: «Tra un prima e un dopo sono al sesto anno, quinto consecutivo. Per me il Villa è una famiglia, il rapporto che si è instaurato è di stima e di piena fiducia. Per questo il ruolo di responsabile è un coronamento dell’attività svolta fino ad ora».

Paolo Siliotto allenatore del Villa U19 e Responsabile del settore agonistico
Paolo Siliotto allenatore del Villa U19 e Responsabile del settore agonistico

Ovviamente la domanda viene spontanea per Siliotto, se c’è stato mai qualcuno che gli ha consigliato nel diventare allenatore o qualche figura che lo ha ispirato: «Non in particolare. Mi rifaccio più che altro ad alcuni principi di gioco. Mi piacciono gli allenatori che fanno giocare bene le loro squadre e predicano il dominio della partita da parte della loro squadra. È stato un mio vecchio mister che probabilmente ha visto qualcosa in me, la passione per il calcio ha fatto il resto. Non posso immaginare una giornata senza calcio». Siliotto è prontissimo per questa nuova avventura: «Al Villa sto bene e stiamo mettendo sul piatto un progetto pluriennale molto ambizioso. Mi piacerebbe vederlo realizzato. L’obiettivo è migliorare a livello regionale e portare la maggior parte dei nostri atleti fino alla prima squadra. Migliorare la qualità degli istruttori per migliorare metodi e contenuti degli allenamenti e di conseguenza la qualità dei giocatori e delle squadre. Il bambino/ragazzo al centro del progetto».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli