9 Maggio 2021

Osal Novate, un bilancio sugli Esordienti: affiatamento e successo, anche contro i grandi

Le più lette

Gavirate-Luciano Manara Eccellenza: una magia di Losa pareggia il rigore di Tartaglione, punto d’oro per Caon

Gavirate e Luciano Manara sono accomunate da due cose: da neopromosse in Eccellenza in questo avvio del torneo non...

Accademia Inter, definita l’ultima panchina vacante: in arrivo Claudio Stillittano

Claudio Stillittano è un nuovo allenatore dell'Accademia Inter. Reduce da una stagione "sabbatica", l'ultima esperienza del tecnico risale a...

La scalata di Alessio Dionisi: dalla chiamata di Di Battista a Borgosesia alla Serie A con l’Empoli

Alessio Dionisi ha dominato per lunghissimi anni queste pagine. Prima da giocatore, poi da allenatore. Ora con il suo...

È tempo di fare gli ultimi bilanci, prima di concentrarsi definitivamente sulla prossima stagione: mettendo per un attimo da parte l’emergenza sanitaria, gli Esordienti dell’Osal Novate possono sicuramente dirsi soddisfatti di come hanno portato avanti, fino a quando si è potuto, la stagione 2019-2020. Sia i 2007 che i 2008 hanno concluso l’invernale con un buon posizionamento in classifica, superando a pieni voti il confronto con le grandi della categoria. Racconta Giuseppe Sorbara, che seguiva i 2007 insieme a Davide Ubiali: «All’inizio, di fronte a nomi come Inter e Seguro, i ragazzi erano un po’ timorosi, ma noi li abbiamo incoraggiati a prenderlo come uno stimolo per migliorare e dare sempre il massimo: così a fine campionato eravamo giusto a un passo da loro, e ci siamo presi anche i complimenti del Seguro per essere stati gli unici a pareggiare almeno un tempo». Con la ripresa, per i neroverdi classe 2007 c’erano già tutte le premesse per una vittoria del girone: in tre giornate giocate contavano un 6-1 sul Villapizzone, un 5-1 sul Vighignolo e uno 0-0 d’esordio con la Lombardia Uno, con la quale infatti già si contendevano il primo posto in classifica. Ma adesso è ora di pensare all’ingresso in agonistica: i ragazzi saranno seguiti dall’allenatore Michael Cavallaro, e a detta di Sorbara «sono pronti, a livello tecnico, e ben consapevoli di tutti i cambiamenti che il passaggio nei Giovanissimi comporta».

 

La formazione di Ubiali e Sorbara: Ballabio, Boldrini, Calabrese, Chiecca, Ceriani, Galimberti, Grassi, Leone, Lilli, Marchese, Marcolini, Marelli, Muia, Nigro, Montorfano, Parente, Piacente, Romeo, Schieppati, Vecchi, Zucca.

Riguardo al successo di entrambe le annate di Esordienti, così il tecnico: «Questi ragazzi si conoscono da molto tempo, la maggior parte di loro è qui dai primi anni di Scuola Calcio, quindi l’affiatamento e l’omogeneità sono forti, con poca discrepanza tra i vari reparti e tra i più e i meno bravi». Chiaramente complice anche l’ottimo lavoro dello staff, che ha insegnato a «costruire un’identità di squadra, prima ancora di concentrarsi sul gioco solitario». Inoltre, già dalla stagione scorsa, la società di Via Cascina del Sole trova stimoli e occasioni di confronto importanti nell’affiliazione con l’Atalanta. Parlando del momento difficile che il mondo dello sport sta attraversando, l’Osal Novate si è dimostrata sempre molto presente per i suoi atleti, tra videomessaggi dello staff, schede di allenamento pensate per le settimane da trascorrere in casa, e persino un album di figurine a sfondo tutto neroverde. Nelle ultime settimane, in attesa della riapertura, il centro è stato oggetto di un importante restyling e anche lo staff della pre-agonistica è stato riconfermato. Insomma, tutto è pronto per riprendere il successo lasciato in sospeso in questa stagione.

 

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli