martedì 2 Giugno 2020 - 11:40:31

Scuola Calcio Varese: Nuova Abbiate, le sfide del campionato

Le più lette

Bacigalupo – Atletico Torino, Palmiere: «Una testa, due matricole, se funziona sarà una bomba»

Fusione sì, fusione no, giovanili, prima squadra,... Le voci in queste settimane si sono sprecate, ma alla presentazione del...

Olginatese Under 17: intervista a Yannick Melseaux, giovane talento cristallino dei bianconeri

Torniamo in casa Olginatese Under 17, questa volta per conoscere meglio Yannick Melseaux. Con il giovane difensore bianconero abbiamo...

Serie D, anche i capitani scendono in campo contro la FIGC e la LND

Altro giorno e altro comunicato. Dopo le società, questa volta tocca ai capitani delle squadre che per le linee...

Il campionato primaverile della scuola calcio è iniziato con diverse novità per la Nuova Abbiate. Mentre per le gare autunnali la squadra aveva deciso di creare due squadre di pulcini misti, per il campionato primaverile si è deciso invece di separare i 2009 dai 2010 facendoli giocare nelle rispettive categorie. Il commento di Leone, Responsabile del Settore Giovanile: «Abbiamo seguito il consiglio di Andrea Murata, che lavora con noi da ormai due anni: lui ha preso i 2009, mentre il suo vice Luca Colombo, che ha sempre giocato nella nostra squadra, è diventato il tecnico dei 2010. Questa decisione è stata maturata per far giocare i ragazzi con avversari di pari età. Non c’è stato quindi un aumento degli iscritti, ma ci sembrava la scelta tecnica giusta: abbiamo visto una certa compattezza soprattutto nei 2009, siamo sicuri che potrebbero ottenere buoni risultati nelle gare».
Per quanto riguarda gli esordienti, invece, è rimasta una squadra di 2008 e una squadra di esordienti misti. Gli allenatori Zorzi e Uslenghi sono entrambi soddisfatti della prima (e unica) partita disputata in questo campionato primaverile: «Non ci stiamo allenando da ormai due settimane. Non ci aspettavamo uno stop così lungo, considerando anche i casi di Coronavirus qui nel varesotto. Inizialmente abbiamo provato a valutare diverse opzioni, come giocare le gare a porte chiuse, ma ci siamo resi conto che non era fattibile e ci siamo limitati a recepire la normativa. D’altra parte, se le scuole sono chiuse è logico che anche la Scuola Calcio si fermi. Speriamo che questa situazione si risolva il prima possibile: il nostro timore è che, siccome non ci sarà il tempo per recuperare tutte le partite, verrà presa la decisione di annullare l’intero campionato primaverile».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy