Diego Capone
Due gol e un rigore procurato per l'attaccante dell'Alfieri Asti

Vittoria che vale tantissimo per l’Alfieri Asti. In primis perché i Galletti conquistano il secondo posto in classifica e complice la sconfitta del Fossano possono ancora sognare la Serie D ma anche perché i tre punti arrivano nello scontro di alta classifica contro il Benarzole. La squadra di Montanarelli fa suo il match con un rotondo 4-0, confermandosi uno schiacciasassi davanti al proprio pubblico, ottenendo la decima vittoria consecutiva in casa. Il primo tempo è giocato a viso aperto, con il Benarzole che dialoga bene a metà campo ma l’Alfieri Asti appena possibile punisce: Plado affonda sulla destra e mette un pallone teso sul quale Capone si avventa per il vantaggio. La squadra di Perlo si scuote con la punizione di Cora ben respinta da Brustolin mentre Fiorello sfiora il raddoppio con una conclusione dalla distanza. Nel finale di tempo però Baudena svirgola malamente un rinvio servendo su un piatto d’argento la doppietta a Capone che non sbaglia. Nella ripresa i padroni di casa sembrano in controllo e le emozioni scarseggiano, eccetto all’11’ quando in un minuto entrambe le squadre sfiorano due volte il gol: Di Benedetto coglie il palo con deviazione del portiere e sull’angolo successivo la sfera viene salvata sulla linea mentre sull’immediata ripartenza Brustolin si supera due volte, prima su un tiro a palombella da lontanissimo e poi sulla sassata di Vallati, con l’estremo difensore che toglie la sfera dall’incrocio dei pali. Il rosso a Thiao alimenta le speranze ospiti che però sbandano costantemente dietro, come quando Lewandoswki pennella per Plado il quale clamorosamente calcia fuori a botta sicura. L’unico altro lampo del Benarzole è sui piedi di Porcaro dal limite ma la sfera si spegne sul fondo e poco dopo arriva il colpo del definitivo ko: Lewandowski in ripartenza serve alla grande Capone, con Bianco che gli nega la tripletta atterrandolo in area. Il numero 10 trasforma il rigore spiazzando Baudena, prendendo poi il palo subito dopo con un tiro dal limite. Il poker arriva comunque nel recupero, con Masoello in contropiede che serve Mondo che realizza un facile tap-in.

Alfieri Asti (4-3-3)
Brustolin 7 Grandi interventi, reattivo.
Ciletta 7 Spinta costante a sinistra.
Di Savino 6 Pochi pericoli dal suo lato.
Thiao 5 A tratti irruento, lascia in inferiorità numerica i suoi in un momento chiave.
Todaro 6 Buona guardia in difesa.
Feraru 6.5 La grinta che serve dietro.
Di Benedetto 6.5 Indomabile nel mezzo.
Plado 7 Corre come un forsennato, inarrestabile. 34′ st Mondo 7 Confeziona il poker.
Capone 8 Doppietta da bomber di razza.
Lewandowski 7 Cervello della squadra, usa al meglio la sua tecnica come suo solito.
Fioriello 6.5 Dialoga bene con Plado. 26′ st Mastroianni 6.5 Buon apporto.
All. Montanarelli 7.5 I suoi concedono pochissimo e colpiscono sempre al momento giusto. Sognare è un obbligo.

Benarzole (4-4-2)
Baudena 5 Errore grossolano sul 2-0.
Cora 5.5 Sbanda parecchio con Plado.
Ferrero 6 Con Capone non è facile.
Vallati 6.5 Si muove bene spalle alla porta, nel secondo tempo si abbassa.
Lamantia 6 Senza infamia e senza lode.
Riorda 6 Non sfigura dal suo lato.
Porcaro 6 Discreto inizio, poi scompare.
Bergesio 6.5 Ottime geometrie.
Cerutti 5.5 Troppo isolato, non punge.
Ba 6.5 Usa alla grande il suo fisico, diga. 22′ st Parussa 5.5 Sbatte su Ciletta.
Shaker 6 Circolazione di palla rapida, cala come tutti nella ripresa. 19′ st Aimasso 5.5 Troppo poco in fase offensiva.
All. Perlo 6 Il primo tempo è giocato a viso aperto, con leggero predominio a centrocampo. Nella ripresa i suoi scompaiono.