Aygreville
L'Aygreville di Alberto Rizzo

Chiamateli pure la premiata ditta Bonomo-Glarey. Esattamente con a San Giusto la settimana prima, il terzino argentino e il jolly valdostano hanno confezionato il gol che ha regalato all’Aygreville un incredibile successo contro l’Accademia. I rossoneri hanno così vendicato l’eliminazione in Coppa Italia e puntano sempre più la terza piazza. E da qui nasce il paradosso, perché probabilmente questo risultato ha messo la parola fine sulle speranze di vedere i play off. L’Accademia si mangia le mani, per la beffa finale e perché le opportunità per tornare a casa con i tre punti le ha avute. Un rigore calciato sul palo da Beretta, altre buone occasioni sui piedi dello stesso n.9 e soprattutto su quelli di Ricky Poi, che recrimina per un altro penalty non concesso. Il gol in pieno recupero di Glarey è la perfetta sintesi di una partita aperta: Aygreville con un 4-2-3-1 in cui Furfori gioca più avanti rispetto alle ultime uscite, Ferrero nel suo 4-3-3 conferma Leto Colombo come mezz’ala. I valdostani provano a rendersi pericolosi sui piazzati guadagnati da Girotti, più insidiosa al tiro l’Accademia. Bella giocata di Beretta, tacco che innesca Leto e servizio per Giordani, conclusione respinta da Pomat. Al 15’ il vantaggio, Giovagnoli serve Secci al limite, rasoterra imprendibile. Lo stesso Secci sfrutta l’errore di Gentili, si invola e prova a incrociare, Pomat con le dita devia in corner. Gol sbagliato, gol subito: Cuneaz avanza indisturbato palla al piede e serve Furfori, bella conclusione dal limite che non lascia scampo a Tornatora. 1-1 all’intervallo, nella ripresa è ottimo l’approccio dell’Accademia: Pomat dice no a Beretta, Bertaina di Bra vede un contatto Pramotton-Leto e fischia un rigore generoso; dal dischetto, Beretta becca il palo. I rossoblù spingono e creano con le intuizioni di Leto e Secci per Poi, ma non sfondano. L’Aygreville prova ad alleggerire la pressione con le discese di Bonomo e il finale è un’altalena di emozioni. Pomat dice no a Poi, Tornatora si supera sul gran colpo di testa di Zlourhi. In pieno recupero, Bonomo scodella in mezzo, il rimpallo premia Glarey per il 2-1 finale.

Aygreville – A.Borgomanero 2-1
Reti (0-1, 2-1): 15′ Secci (A.), 29′ Furfori (Ay), 48′ st Glarey (Ay).

Aygreville 4-2-3-1
Pomat 7 Ormai bestia nera dell’Accademia.
Marchesano 7 Ritmo in mediana, arretra a terzino e fa ottima copertura in fascia.
Gentili 7 Preciso e sicuro in ogni intervento.
Su Sbenso 6 Ha poco tempo per incidere.
24′ Cuneaz 6.5 Propizia il pari, sgusciante.
Bonomo 7.5 Altro assist decisivo, alza la squadra con le sue sgroppate sulla sinistra.
Rega 7 Un bel duello con Secci, deciso.
Glarey 7 La decide lui, ancora una volta. Che Rizzo abbia trovato un nuovo bomber?
Pramotton 7 Sostanza e qualità, pimpante.
Girotti 6.5 Battaglia su ogni pallone.
32′ st Zlourhi 6.5 Ha subito un’occasione.
Furfori 7 Il gol è uno dei suoi, buona gara.
Mazzocchi 6.5 Si mette sempre al servizio.
29′ st Todaro 6 Entra bene gli ultimi minuti.
All. Rizzo 7 3° posto nel mirino, bel periodo.

Accademia Borgomanero 4-3-3
Tornatora 7 Gran bel riflesso su Zlourhi.
Pici 6 A corrente alterna, meglio i primi 45’.
Francioli 6 Discreto ritorno dall’inizio.
Leto Colombo 7 Le azioni più importanti nascono da sue giocate, sempre nel vivo.
Salice 6.5 Come sempre, anticipi perfetti.
Moia 6.5 Chiude quando può, senza colpe.
Giovagnoli 6.5 Assist e buone giocate.
10′ st De Bei 6 Partecipa all’assalto.
Silva 6 Perde qualche palla, si riprende.
Beretta 5.5 Pesa l’errore dal dischetto.
Secci 7 A tratti è imprendibile e sforna gran palloni, il gol è un vero colpo da biliardo.
Giordani 6.5 L’esordio da titolare è molto positivo, pronti via sfiora anche il gol.
16′ st Poi 6 Non gli fischiano un rigore…
All. Ferrero 6.5 La prestazione c’è stata, è mancato il gol. I play off ora sono rischio…

Accademia Borgomanero
L’Accademia Borgomanero di Ferrero