Alessandro Degrassi, difensore del Chisola, in azione

Andrea De Leto
Vinovo (To)
Serviva una reazione importante dopo il ko di Fossano e il Chisola non ha deluso le aspettative, chi invece conferma le proprie sicurezze è l’Alfieri Asti. I biancorossi, nonostante subiscano l’aggancio al terzo posto ad opera del Benarzole (scontro diretto nella prossima giornata), non sfoderano sicuramente la miglior prestazione stagionale, ma fanno vedere ancora una volta di essere solidi e compatti. Sono proprio i galletti a sfiorare subito il vantaggio: bella trama palla a terra con Fioriello che pesca Plado solo in area, colpo di testa del numero nove ospite nel cuore dell’area, ma Finamore è reattivo e alza in corner. Dalla bandierina Lewandowski calcia direttamente in porta, Finamore risponde ancora presente. L’incipit però è un fuoco di paglia perché il match non decolla: Alessi senza Russo e Carfora si inventa Sperandio terzo di destra sulla linea difensiva mentre Montanarelli deve fare a meno di Bandirola e Feraru. I padroni di casa chiudono bene tutti i buchi per provare a colpire in contropiede mentre gli ospiti non trovano il bandolo della matassa visto che Lewandowski è spesso raddoppiato con efficacia dai vinovesi. Montanarelli passa al 4-4-2, ma la musica non cambia fino all’intervallo. Nella ripresa è l’Alfieri Asti a colpire immediatamente: punizione decretata dall’arbitro e mentre Finamore sistema la barriera Lewandowski coglie tutti di sorpresa insaccando direttamente. Proteste vibranti dei locali per la gestione della situazione da parte del direttore di gara. I vinovesi però ci mettono solo quattro giri di orologio per rispondere: Menon sfonda a sinistra e crossa per l’accorrente Bellino, che stoppa e fulmina Brustolin. Sull’onda dell’entusiasmo Mazza verticalizza per Bellino, che da sinistra serve a De Mitri un cioccolatino solo da spingere dentro, ma quest’ultimo da un metro manda clamorosamente fuori. Gli ospiti hanno un ultimo sussulto: Mastroianni crossa in mezzo ma Plado di testa, davanti a Finamore, manda incredibilmente alto. Nel finale è Brustolin a mettere una pezza su Blini e Chirulli.

Chisola  3-4-3
Finamore 6.5 Una gran riflesso in avvio su Plado, poi nella ripresa amministra.
Sperandio 6.5 Adattato a centrale, si sacrifica per i compagni.
Degrassi 7 Lo puoi mettere ovunque.
Neri 6 Deve alzare bandiera bianca.
30′ Chirulli M. 6.5 Corsa e polmoni.
Esposito 7 Dietro è una garanzia.
Menon 6.5 L’assist per l’1-1 di Bellino.
Dagasso 6.5 Ampi margini di crescita.
Mazza 7 Abnegazione per la squadra.
Micelotta 5.5 Solo un guizzo davanti.
17′ st Blini Mat. 6.5 Regala vivacità.
Bellino A. 6.5 C’è sempre la sua firma.
De Mitri 5.5 Presente, ma pesa l’errore.
22′ st Peyronel 6 Prova a pungere.
All. Alessi 6.5 Risposte importanti dai subentrati, sfiora anche la vittoria.

Alfieri Asti  4-3-3
Brustolin 6.5 Parte male, ma si fa perdonare con il passare dei minuti.
Mondo 5.5 Contratto sulla corsia destra.
1′ st Orlando 6 Meglio in fase difensiva.
Ciletta 6 Dirottato a destra, se la cava.
Lanfranco 5.5 Tocca pochi palloni.
28′ st Claps 6 Ingresso positivo.
Todaro 6.5 Guida la linea difensiva.
Di Savino 7 Non sbaglia nulla.
Di Benedetto 5 Non entra in partita.
17′ st Mastroianni 6.5 Subito pronto.
Thiao 6.5 Detta i tempi in mezzo.
Plado 5.5 Poco incisivo sotto porta.
Lewandowski 6 Il gol ma troppi palloni velenosi persi in mezzo al campo.
Fioriello 6 Qualche spunto interessante.
All. Montanarelli 6 Un punto per la continuità, ma ai playoff servirà ben altro.