12 Maggio 2021

Borgaro – Aygreville Eccellenza: Daynè-Castagna si propongono come guastafeste del girone

Le più lette

Juventus-Virtus Entella Under 17: tripletta stratosferica di Turco, e i bianconeri volano

La Juventus vince, in casa, contro la Virtus Entella con il risultato di 4-0. I bianconeri hanno concesso pochissimo...

Habemus protocollo! Settore Giovanile e Attività di Base ‘possono’ giocare. La cattiva notizia riguarda il pubblico…

Finalmente è arrivato! Atteso come l'annuncio della formazione titolare dopo una settimana di attesa e di allenamenti, è stato...

Dopo oltre un decennio Roberto Prini saluta la Valceresio: «Decisione sofferta, resterò sempre il primo tifoso»

Se il settore giovanile della Valceresio negli ultimi anni è diventato uno dei migliori della provincia di Varese gran...

Gara che ci mette davanti a quello che può già essere un primo verdetto. La vittoria dell’Aygreville in casa del Borgaro è già così un dato significativo in ottica di proiezione finale, ma le modalità con le quali è avvenuta hanno evidenziato un divario che prima del match non era ipotizzato. Prima di tutto vi è stata una disparità dal punto di vista fisico che ha permesso all’Aygreville di tenere i ritmi sempre alti nel primo tempo, con pressioni efficaci e recuperi palla atti a ribaltare l’azione in modo rapido e veloce. Situazione opposta per Cacciatore invece, che ritrova una squadra che per comprensibili motivi è indietro a livello fisico e anche per questo non è riuscita a tener testa agli avversari. Aygreville che forte di questa superiorità è stata più presente anche dal punto di vista mentale, gestendo al meglio i vari momenti della partita, dove invece è mancato il Borgaro, apparso confuso e appannato sia in fase di possesso e costruzione che in quella di pressing offensivo, fiore all’occhiello di questa formazione nelle prime gare della stagione.

Fin dai primi minuti gli ospiti si dimostrano più arrembanti, Bonomo padrone della fascia ai danni di Pavia mette un corss dopo pochi minuti che subito manda in crisi Novallet in uscita. La pressione sull’inizio azione del Borgaro inibisce la costruzione dei ragazzi di Caccaitore, che non trovano soluzioni per la giocate e rischiano di farsi male da soli con i palloni persi. Bernard sbaglia tanto in questa fase, da un suo passaggio sbagliato nasce la prima clamorosa occasione sbagliata da Castagna da due passi, dopo il cross di Daynè. Bernard è gran difficoltà sia per i movimenti nella sua zona di Castanga e sia perché invece di accorciare in avanti, spacca la squadra arroccandosi coi difensori. Il suo inizio no è coronato dal secondo giallo e il rosso che si guadagna per un intervento su Furfori. Al 34′ Castagna manca u altro gol: Brunod ruba palla ad Alasia e dal fondo mette in mezzo, Novallet smanaccia ma lascia li per Castagna che però calcia alto. Il gol è nell’aria però e arriva ancora su un recupero palla sull’uscita del Borgoro, Castagna apre per Daynè sul vertice destro dell’area affrontato da Fontana, destro a cercare il secondo palo e angolino trovato per il vantaggio.

La curiosità della ripresa è vedere se l’Aygreville riuscirà a mantenere lo stesso ritmo del primo tempo. Ma con un Borgaro in difficoltà e in dieci uomini basta gestire la partita. Una gestione semplice, anche perché dopo quindici minuti il raddoppio è servito: cross dalla sinistra di Bonomo e Castagna che trova una conclusione sporca e velenosa, tanto da poter battere Novallet. A questo punto I ragazzi di Cacciatore hanno davvero poche speranze, la reazione è solo nervosa e di carattere, ma le idee mancano. Sopratutto manca la condizione però, fattore dal quale non si può prescindere a maggior ragione se si deve ribaltare un risultato in negativo di due reti. Così la gara corre verso la fine, con l’Aygreville che non corre pericoli e gestisce il vantaggio e il Borgaro che fa il primo passo falso e in una competizione così corta può già essere decisivo.

 

IL TABELLINO

BORGARO-AYGREVILLE 0-2
RETI: 40′ Daynè F. (A), 14′ st Castagna (A).
BORGARO (4-3-3): Novallet Pietropaolo 5, Pavia 5.5 (1′ st Gerardi S. 6), Fontana 5.5, Bernard 4.5, Lamantia 5.5 (15′ st Gilio 6), Alasia 5.5, Sarao 5 (15′ st Di Vanno 5.5), Tindo 5.5, Molfetta 5, Gerbaudo 5.5 (25′ st Gerardi M. 5.5), Orofino 5 (31′ st Beretta sv). A disp. Cecconello, Leanza, Zunino, Ballone. All. Cacciatore 5.
AYGREVILLE (4-2-3-1): Pomat A. 6, Marchesano 6.5 (1′ st Bonel 6.5), Gentili 7, Furfori 7.5, Bonomo 7, Prola 6.5, Daynè F. 7 (46′ st Favre J. sv), Cuneaz 6.5 (21′ st Monteleone 6.5), Brunod 6.5, Castagna 6.5 (25′ st Girotti 6.5), Battilani 6.5 (38′ st Favre H. sv). A disp. Alessi, Mugione, Grange, Distasi. All. Pasteris 7.5.
ARBITRO: Pedrini da Reggio Emilia 5.
COLLABORATORI: Mandarino di Bra e Bertaina di Bra.
AMMONITI: Bernard[00] (B), 5′ st Daynè F. (A), 22′ st Bonel (A), 34′ st Gerardi M.[01] (B), 40′ st Beretta (B).
ESPULSI: 32′ Bernard (B).

LE PAGELLE

BORGARO (4-3-3)
Novallet 5 Ha poche colpe sui gol ma la sua insicurezza traspare in tutte le sue uscite e negli interventi dei primi minuti.
Pavia 5.5 Una mezza incursione e un’assistenza a Tindo nel primo tempo. Davvero troppo poco in fase offensiva.
1′ st Gerardi S. 6 Qualche sbavatura in disimpegno ma è l’unico che  nel secondo tempo capisce che alzare palla è l’unica soluzione per guadagnare qualche metro.
Fontana 5.5 Gioca terzino per far fronte alla squalifica di Benassi, la forma non è ottimale e non lo aiuta ad affrontare il ruolo, prova a dare una scossa con la voce.
Bernard 4.5 Prima dell’espulsione la sua era già una gara negativa. Troppo spesso invece di accorciare in avanti si schiaccia sui difensori, dove per altro agisce Castagna che lo fa impazzire.
Lamantia 5.5 Brunod gli usa bene il fisico e a lui non resta che commettere fallo per fermarlo. 15′ st Gilio 6 I suoi ingressi danno sempre un accelerata al ritmo, anche questa volta accade ma non basta.
Alasia 5.5 Buon gioco negli anticipi aerei. Si fa però rubare un pallone sanguinoso sulla linea di fondo da dove nasce una grossa occasione per Castagna.
Sarao 5 Si estranea dalla manovra, chiede di essere coinvolto di più ma non legittima le sue richieste con le giocate. 15′ st Di Vanno 5.5 Un ingresso che serve a mettere ritmo nelle gambe e basta.
Tindo 5.5 L’uomo che dà l’impressione di poter creare qualche pericolo in più, ma anche lui appare appannato come il resto della squadra.
Molfetta 5 Il suo gioco si esaurisce nel provare a girarsi e puntare la difesa avversaria all’arma bianca. Mai un attacco va a buon fine.
Gerbaudo 5.5 Prova a fare da raccordo tra i reparti ma la sua partita vive di pochi spunti.  Orofino 5 Ci si attende qualche sua giocata ma sono pochi i palloni toccati. Nel primo tempo lo si ricorda per una punizione  calciata alta con forza invece di crossare.
All. Cacciatore 5 Non trova ne le contromisure agli avversari e ne la squadra che aveva lasciato nella prima parte della stagione.

AYGREVILLE (4-2-3-1)
Pomat A. 6 Si è sicuro goduto la bella vittoria dei suoi.
Marchesano 6.5 Gioca solo un tempo ma la sua spinta si fa sentire.
1′ st Bonel 6.5 Entra bene in partita, Gerardi non gli scappa e trova il tempo per scherzarlo in dribbling.
Gentili 7 Azzecca l’approccio e non sbaglia un pallone, non si intimorisce e in barba ai puristi del gioco la spazza quando è necessario.
Furfori 7.5 Non si conta una scelta o una giocata sbagliata, tutta la gara sul pezzo a recuperare palloni e smistarli.
Bonomo 7 Treno, nel primo tempo fa un gran recupero su Tindo e nel secondo serve l’assist perfetto a Castagna.
Prola 6.5 Nell’uno contro uno non è mai saltato, perfetto e concentrato come tutta la squadra del resto. Pericoloso di testa su calcio d’angolo in fase offensiva.
Daynè F. 7 Altro passo rispetto a Fontana che lo patisce. Trova il pertugio giusto per portare in vantaggio i suoi.
Cuneaz 6.5 Arretra il suo raggio d’azione e insieme Furfori compone una coppia formidabile in mezzo al campo.
21′ st Monteleone 6.5 Il secondo tempo è di gestione e lui si cala bene nella parte.
Brunod 6.5 Utile nel far salire la squadra quando la palla viene alzata dalle retrovie. Usa il fisico anche in area avversaria per creare apprensioni.
Castagna 6.5 Un voto punitivo quasi. Grandissime qualità che mettono in crisi il Borgaro e Bernard in prima persona, ma sbaglia un gol clamoroso e un altro alla sua portata sempre a porta vuota.
25′ st Girotti 6.5 Crea una delle poche occasioni del secondo tempo.
Battilani 6.5 Meno appariscente di altri, ma considerata anche l’età la sua abilità nel dare equilibrio alla squadra è davvero da lodare.
All. Pasteris 7.5 Grande gara, perfetta nella preparazione e nella gestione dei vari momenti. Con questo piglio l’Aygreville può davvero essere una credibile outsider.

LE FOTO DI BORGARO – AYGREVILLE


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli