12 Giugno 2021

Borgaro – Oleggio Eccellenza: Orofino in giornata da dimenticare, vittoria vecchia maniera per Roano

Le più lette

Chisola-Lucento Under 14 All Stars: la fotogallery della partita

È successo di tutto sabato a Vinovo tra il Lucento di Ursoleo e il Chisola di Caccialupi. Vantaggio rossoblù...

Torino-Cagliari Under 15: Dimitri e Scarfiello rimontano i rossoblù, Raballo chiude il match

Vince e convince il Torino nel test match contro il Cagliari al campo sportivo Antonio Bertolotti di Volpiano: i...

Pro Sesto-Modena Under 17: i biancocelesti stendono i canarini con una doppietta di Goffi

A Sesto San Giovanni non c'è storia: i biancocelesti guidati da Simone Martinelli dominano e conquistano tre punti importantissimi...

Fine dei giochi per il Borgaro, la sconfitta con l’Oleggio conferma quanto era nell’aria da qualche tempo: i ragazzi di Cacciatore faticano a ritrovare la continuità che avevano a inizio anno, manca brillantezza e questo mini torneo non ammette pause. È bastato un Oleggio composto e determinato per mandare al tappeto il Borgaro, che nonostante i primi minuti dove ha giocato un buon calcio sprecando molto sotto porta, si è sciolto in modo troppo facile per poter pensare di giocarsela con Ticino e La Biellese.

Oleggio che si presenta con un modulo quasi speculare, nel senso che i due esterni offensivi dell’ipotetico tridente restano sempre molto bassi, in linea con i tre di centrocampo, andando così a costituire una linea a cinque pensata per chiudere le linee di passaggio del Borgaro. Quando la squadra è schierata si rischia poco, ma in fase di costruzione si commettono errori nel servizio che favoriscono le ripartenze del Borgaro, qui il posizionamento della fase difensiva ha ancora da lavorare.

Nonostante le possibilità però il Borgaro non passa, a sciupare in più di una occasione e il nuovo arrivato Marco Mosca. A pochi minuti dal via Canton sbaglia un appoggio che favorisce Orofino, servizio per Mosca che si fa chiudere da Pici prima della conclusione. Poi strappo di Tindo, servizio per Molfetta largo che mette bene la palla rasoterra nel mezzo all’altezza del dischetto dove c’è Mosca, ma il suo destro è debole e centrale, facile da fermare per Bastianelli. Oleggio che manovra a pochi tocchi nel mezzo e cerca subito l’apertura per il cross di Elca, dal suo piede nasce il gol: palla messa in mezzo da destra sul secondo palo, Canton prende il tempo a Gerardi e insacca alle spalle di Cecconello di testa. Risposta del Borgaro, Mosca prolunga di testa per Orofino che entra in area e mette nel mezzo, Botto tocca Tindo e per l’arbitro è rigore: dal dischetto va Orofino che apre il destro ma calcia alto.

Ripresa che inizia col botto, Leanza ruba palla a La Placa in uscita e calcia, Bastianelli mette in corner. Sugli sviluppi la sfera arriva a Zunino che mette nel mezzo dove si inserisce con i tempi giusti Fontana che però colpisce centrale sempre su Bastianelli. Ma qui il portiere decide di far tremare i suoi: invece di far ripartire l’azione sceglie di provare la fuga eroica in solitaria verso la porta avversaria, il suo impeto è fermato prima del centrocampo da Zunino, ma per fortuna sua il pallone esce dal terreno di gioco. Dopo un gesto folle ne arriva un altro dettato da poca lucidità, Orofino entra in ritardo su Pici e prende il rosso diretto, chiudendo così la sua domenica nera.

A questo punto la fase offensiva del Borgaro è ancora più in difficoltà, servirebbe uno spunto per scardinare il muro arancione e il movimento del solo Tindo non può bastare per creare pericoli. ll raddoppio dell’Oleggio arriva in modo un po’ casuale, un brutto pallone a campanile arriva nella zona di Elca che sfrutta l’indecisione di Fontana per trovarsi a tu per tu con Cecconello, piatto destro sul palo lungo e zero a due. il Borgaro reagisce di carattere e sfruttando il fiato corto degli avversari, Molfetta di testa conclude centrale, Fontana centra la traversa sempre di testa e Zullo prova la percussione ma con poca fortuna. Ma proprio allo scadere c’è un sussulto, il pimpante Gerardi entra in area e viene steso ancora da Botto, rigore: questa volta va Tindo che realizza, ma non c’è più tempo, la caduta del Borgaro è definitiva.

IL TABELLINO

BORGARO-OLEGGIO 1-2
RETI (0-2, 1-2): 26′ Canton (O), 29′ st Elca (O), 48′ st rig. Tindo (B).
BORGARO (4-3-3): Cecconello 6, Gerardi S. 5 (1′ st Leanza 6), Benassi L. 5.5, Bernard 5.5 (19′ st Zullo 6), Lamantia 6 (19′ st Gilio 5), Fontana 5.5, Mosca 5 (12′ st Sarao 5.5), Tindo 6, Molfetta 5.5, Zunino 5 (27′ st Gerardi M. 6.5), Orofino 4. A disp. Novallet, Pavia, Gerbaudo, Di Vanno. All. Cacciatore 5.
OLEGGIO (4-5-1): Bastianelli 6.5, Pici 6.5, La Placa 5.5, Piraccini sv (13′ Vanoli 6, 33′ st Sodero sv), Casarotti A. 6.5, Marianini 6, Canton 6.5, Prandini 7 (43′ st Carta sv), Cerutti 6 (16′ st Altamura 6), Botto Poala 5.5, Elca 7. A disp. Anastasi, Barbaglia, Bottazzi Trentani, Tripodi, Passarella. All. Roano 7.
ARBITRO: Cafaro di Bra 5.5.
COLLABORATORI: Massaro di Collegno e Bongiorno di Collegno.
AMMONITI: 14′ Canton (O), 14′ Gerardi S.[01] (B), 32′ Mosca (B), 34′ Botto Poala (O), 47′ st La Placa[01] (O).
ESPULSI: 11′ st Orofino (B).

LE PAGELLE

BORGARO (4-3-3)
Cecconello 6 Fa un paio di parate importanti e conferma il suo periodo positivo, ma una nasce dopo un suo errore in disimpegno.
Gerardi S. 5 parte con buona personalità facendosi trovare sul giro palla, ma sul gol si fa anticipare di netto da Canton. 1′ st Leanza 6 Si presenta bene andando a rubare palla al limite e calciando verso Bastianelli.
Benassi L. 5.5 Nel primo tempo mette una buona palla per Zunino ma l’esterno non attacca e si fa anticipare. Fatica a trovare spazi, Pici ed Elca lavorano bene sulla sua corsia.
Bernard 5.5 Svolge il suo compito di riferimento in impostazione, si sposta quando viene a ricevere Tindo, ma non fa mai giocate determinanti. 19′ st Zullo 6 Cerca un po’ troppo la soluzione palla al piede ma almeno dà una scossa.
Lamantia 6 In marcatura su Cerutti non ci sono sbavature, svolge il suo compito al meglio. 19′ st Gilio 5 Un ingresso che non cambia in meglio il volto della squadra, si presenta sbagliando un paio di giocate verticali che favoriscono al ripartenza dell’Oleggio.
Fontana 5.5 Elca è più lesto di lui e lo sorprende conquistando il pallone vagante che diventa il gol dello zero a due.
Mosca 5 Sono tre le occasioni che ha per portare in vantaggio i suoi, tutte sprecate per mancanza di brillantezza. 12′ st Sarao 5.5 Qualche spunto sulla sinistra a rientrare dentro il campo, poi la punizione sulla barriera che sancisce la fine della gara.
Tindo 6 Ci si aggrappa a lui nei momenti difficili, cerca di muoversi sulla linea avversaria ma non arriva mai il pallone per poter far male.
Molfetta 5.5 Lavora per la squadra ma in area di rigore è poco incisivo. Un colpo di testa  centrale è il suo unico squillo.
Zunino 5 Andatura ciondolande che non si adatta alla tipologia di partita, ci andrebbe più fame e meno ricerca del gesto tecnico pulito. 27′ st Gerardi M. 6.5 Entra con un buon piglio, cerca di infilarsi in area di rigore, quando ci riesce guadagna il rigore nel finale.
Orofino 4 Spesso è un giocatore decisivo per la sua squadra, questa volta è andato tutto male. Un rigore calciato che porta a un rosso diretto sono la faccia della sua giornata orribile.
All. Cacciatore 5 Come prima cosa la squadra non ha rispecchiato quella che è al sua fame e la sua idea di calcio. Poi, bene il cambio di Gerardi, ma l’ingresso di Gilio ha tolto palleggio alla squadra.

OLEGGIO (4-3-3)
Bastianelli 6.5 Si oppone con attenzione alle conclusioni, ma il suo gesto di follia poteva costare caro ai suoi. Lui avrebbe poi dovuto spiegarlo a Roano…
Pici 6.5 Si fa sorprendere nei primi minuti da Orofino, poi cresce e non sbaglia più un intervento.
La Placa 5.5 Perde spesso la posizione e lascia spazi agli avversari che dalla sua parte riescono a creare qualche pericolo.
Piraccini sv
13′ Vanoli 6 Non ha grande resistenza ma dà tutto quello che ha, bene nel lavoro di chiusura di linee di passaggio.
Casarotti A. 6.5 Il tramite tra Roano in tribuna e la squadra in campo, nel frattempo riesce anche a guidare la linea difensiva con buoni risultati.
Marianini 6 Rischia quando perde palla su Zunino che si invola. Per il resto tiene bene botta.
Canton 6.5 Qualche sbavatura a inizio gara, poi trova il guizzo e beffa tutti firmando il gol ventaggio.
Prandini 7 Il più in forma dei tre di centrocampo, infatti corre anche per loro. Si vede poco nelle giocate ma in quanto a lavoro di interdizione e pressione va alla grande.
Cerutti 6 Il suo gioco è tutto spalle alla porta, non è grande punta da far salire la squadra ma si danna a far pressioni in solitaria.
16′ st Altamura 6 più impegnato in fase difensiva e nel non far salire il Borgaro.
Botto Poala 5.5 fatica nel mezzo e in area di rigore, due suoi interventi causano due calci di rigore.
Elca 7 A detta sua la benzina è poca e a fine primo tempo dovrebbe esserci la spia accesa. Forse è anche vero, ma basta spostarlo punta centrale e liberarlo da compiti difensivi e lui chiude la partita.
All. Roano 7 Senza troppi fronzoli, alla vecchia maniera, squadra che chiude le linee di passaggio e in fase di possesso gioca verticale e sa quale uomo liberare per far la giocata.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli