Feraru vs Bosco
Feraru vs Bosco

Nelle partite tirate sono le intuizioni dalla panchina a fare la differenza e così è stato nel derby tra Canelli e Alfieri Asti. Mentre Montanarelli si condanna togliendo Lewandowski e di fatto comunicando alla squadra che nei restanti cinque minuti ci si sarebbe solamente più dovuti difendere, ecco che Raimondi, alla vista di un calcio d’angolo da battere, annulla l’imminente sostituzione di Lumello, con il giocatore biancoazzurro che proprio su quel calcio d’angolo realizza la rete del pareggio in pieno recupero. Una gioia incontenibile per il Canelli, che così ha la possibilità di prolungare la sfida ai tempi supplementari, nonostante nel complesso i biancorossi meritassero maggiormente il successo. Merito di Montanarelli che si schiera si con un 4-3-3, ma con la mezzala sinistra Plado in versione jolly, alzandosi molto in fase offensiva portando ad un offensivo 4-2-4. L’inizio in realtà è di marca biancoazzurra, con Bosco che crossa per Di Santo con Brustolin che è molto bravo a sventare in angolo. Gli ospiti però crescono minuto dopo minuto e conquistano il dominio del campo, fino al gol che arriva al termine della frazione: Di Savino elude Bosco e trova la testa di Plado che infila Zeggio. La ripresa è giocata più a viso aperto, con il Canelli che alza il baricentro alla ricerca del pareggio. Ci prova prima Di Savino e viene parato e poi Bordone con una fucilata impegna severamente Brustolin. I galletti sono sempre pericolosi, con Masoello che coglie un palo su cross di Di Benedetto. L’occasione più grande capita sulla testa di Picone su invito di Celeste, ma l’estremo difensore biancorosso è ancora decisivo. Dal lato opposto uno straordinario Di Savino pesca Bandirola che trova un miracolo di Zeggio. Nei supplementari le occasioni sono poche, con il Canelli che è più impegnato a difendere, con i cartellini che la fanno da protagonisti: nel finale del primo tempo Todaro inveisce contro l’arbitro con tanto di bestemmia e si prende il rosso diretto, mentre nel secondo Celeste protesta e si prende il secondo giallo. Nel finale ancora Bandirola è pericoloso, sfiorando il colpo su punizione con un grande Zeggio, con il punteggio che rimane sull’1-1 e il Canelli può festeggiare.

Canelli SDS (4-3-3)
Zeggio 6.5 Decisivo su Bandirola due volte.
Coppola 6.5 Provvidenziale in chiusura, spinge come un forsennato nel secondo tempo.
Picone 7 Impossibile saltarlo, chiude ogni varco.
Lumello 7 L’uomo della provvidenza. Ogni tanto si complica la vita ma è bravo a porvi rimedio.
Acosta 7 Onnipresente in mezzo, primo tempo fondamentale nello spezzare azioni.
Fontana 6 Lewandowski va arginato meglio. 19′ st Alasia 6.5 Ottimo apporto.
Bosco 5.5 Qualche spunto in avanti ma è poco, saltato malamente da Di Savino.
Bordone 6 Lotta a centrocampo. 40′ st Gerbaudo 6.5 Suona la carica in attacco.
Di Santo 5 Inghiottito da Todaro e Feraru. 17′ st Gili 6 Poco visibile in avanti.
Celeste 5.5 Svolge il compitino ma si fa buttare fuori ingenuamente per proteste.
Redi 5 Fantasma a centrocampo, non alza mai il ritmo e risulta inoffensivo.
All. Raimondi 6.5 I suoi possono dare di più ma la porta a casa con la testa.

Alfieri Asti (4-3-3)
Brustolin 7 Miracoloso nei momenti giusti.
Orlando 6 Costringe Celeste a bassi giri.
Di Savino 7.5 Perfetto in tutte le fasi, quando attacca è devastante. Una meraviglia da vedere.
Thiao 6 Pasticcia un po’ troppo in mezzo.
Todaro 5 Disputa una buona partita ma vanifica tutto con un rosso senza senso.
Feraru 7 Imperioso e roccioso, allontana ogni minaccia con una grinta invidiabile.
Di Benedetto 6.5 Non molla un centimetro a centrocampo, arriva anche al cross.
Plado 7 Jolly d’attacco, da corner non perdona. 31’st Bandirola 6.5 Spina nel fianco.
Masoello 6.5 Tiene alta la squadra. 31′ st Lanfranco 6 Entra bene in campo.
Lewandowski 6.5 Grazie alla sua qualità fa cosa vuole a destra. 40′ st Mondo 6
Fioriello 6 Ci mette corsa fino all’ultimo. 8′ sta Capone 6 Sciupa nel finale.
All. Montanarelli 6.5 Squadra messa in campo egregiamente e che meriterebbe la vittoria ma il cambio di Lewandowski cambia le carte in tavola in negativo.