22 Giugno 2021

Castellazzo-Centallo Eccellenza: De Peralta si sblocca, ma la banda di Nobili ribalta tutto

Le più lette

Prevalle Eccellenza: Ufficializzato il nuovo tecnico della prima squadra, è Fabio Valotti

In seguito all'addio di Aldo Nicolini dopo due stagioni, il Prevalle ufficializza quello che sarà il nuovo tecnico per...

Eccellenza B, Riccardo Molina dà l’addio al calcio: «Farò l’allenatore»

Non lo ammetterà, ma qualche lacrima gli sarà scesa. Riccardo Molina lascia definitivamente il calcio giocato. Per lui, adesso,...

Fanfulla-Crema Serie D: Pascali nel recupero e Spaneshi nei supplementari mandano il Guerriero in finale

Lo aveva detto Andrea Ciceri, alla vigilia. Chiaro e tondo. Fosse stato per lui, il Crema avrebbe fatto volentieri...
Avatar
Daniele Moccia
Responsabile Eccellenza - Promozione Piemonte Promozione Girone B

Gara spumeggiante e con tanti spunti in quel di Castellazzo Borbida: i biancoverdi di Fabio Nobili battono in rimonta un buon Centallo 3-1, rispondendo alla prima rete in rossoblù da parte di Fabricio De Peralta con i gol di Rosset, Ventre e Zunino. I padroni di casa si proiettano adesso al quinto posto, figlio di due vittorie e di due sconfitte: le impressioni dell’intero ambiente alessandrino sono buone, in virtù anche delle poche pressioni e delle ottime prestazioni messe in campo dalla società di Cosimo Curino. Riuscire a rilanciarsi dopo l’amarissima sconfitta contro il Chisola era fondamentale e aver ribaltato una gara sulla carta equilibrata contro il Centallo è una bella iniezione di fiducia.
Qualche recriminazione di troppo invece per i rossoblù cuneesi: se da un lato il colpaccio di mercato si è sbloccato, lo stesso De Peralta ha sbagliato un rigore al 41′ (bravo Ravetto a respingere) e l’episodio dell’espulsione di Fabio Magnino a fine primo tempo ha ulteriormente complicato la gara degli uomini di Bianco. Il Centallo resta quindi a 4 punti, scendendo al nono posto a +3 dai fanalini di coda CBS e Acqui.

De Peralta croce e delizia. Gara apertissima da subito, con tante occasioni da ambo i lati. Ad aprirla è però il Centallo, che al 20′ trova il gol con Fabricio De Peralta: bel tiro da fuori area dell’ex Saluzzo che apre le marcature. Palla a metà campo e dopo neanche 30 secondi il Castellazzo la pareggia: lancio dalle retrovie a pescare Rosset, che stoppa e calcia dal limite, baciando il palo e battendo un incolpevole Baudena. Tutto da rifare per gli ospiti, che continuano a giocare ma soffrono la vivacità degli alessandrini, soprattutto sulle corsie esterne. Dai quinti di centrocampo nasce proprio il 2-1 Castellazzo, con il campo di gioco da destra a sinistra a pescare Rosset, che salta un uomo in area, crossa dentro per il taglio di Ventre che chiude in area piccola con il piattone. La partita però non è in discesa per i biancoverdi, perché il Centallo ha un’occasione ghiottissima per trovare il pari al 41′: perde palla in disimpegno da Benabid, Rocca ruba palla, punta Ventre che falcia il 7 rossoblù e regala il penalty a De Peralta. La stella centallese si fa però ipnotizzare da Ravetto, bravissimo a neutralizzare il rigore. Poco prima del duplice fischio ecco l’episodio che cambia la partita: Fabio Magnino si allaccia con un difensore su una palla indirizzata a Ravetto, tirando un calcio all’avversario e facendosi cacciare con il rosso diretto.

Zunino la chiude. La partita è inevitabilmente in discesa per il Castellazzo nel secondo tempo. Tempo pochi minuti e gli alessandrini dilagano con Zunino, provando nei minuti successivi a segnare anche il quarto gol con Battista e ancora con Ventre. Il Centallo fa quel che può, consapevole di aver sprecato tanto quando ancora era in 11 vs 11 (il colpo di testa di Giordana grida vendetta). Resta comunque una buona prestazione da parte dei rossoblù, anche se l’espulsione (giudicata troppo severa dalla dirigenza centallese) ha compromesso una prestazione tutto sommato positiva. Resta però da segnalare l’esordio in prima squadra di Mattia Margaria, talentino del 2004 di casa Centallo. Le impressioni generali sono comunque ottime: nonostante nessun “obbligo” di provare a vincere il girone, Castellazzo e Centallo continuano a fare bene in questo percorso di crescita in vista della prossima stagione.

 

IL TABELLINO

CASTELLAZZO-G.CENTALLO 3-1
RETI (0-1, 3-1): 20′ De Peralta (G), 21′ Rosset (C), 35′ Ventre (C), 4′ st Zunino (C).
CASTELLAZZO (3-5-2): Ravetto 7.5, Battista T. 6.5 (29′ st Romano 6), Ventre 7, Spriano 6.5, Benabid 6 (10′ st Cimino Fe. 6.5), Cimino Fr. 7 (35′ st Labano sv), Milanese 7, Molina 6 (20′ st Viscomi Fe. 6.5), Zunino 7 (25′ st Ecker 6), Rosset 7, Mocerino 7. A disp. Bruno, Viscomi Fr., Ndongo, Liguoro. All. Nobili 7.
G.CENTALLO (4-2-3-1): Baudena 6, Molardo 6 (14′ st Giraudo S.), Pecollo 6 (24′ st Margaria), Vallati 6, Mozzone 7, Giorgis 6, Rocca 6 (31′ st Moino), Giordana 6.5, Magnino 6, Garello 6 (14′ st Morra), De Peralta 6.5. A disp. Reinaudo, Massucco, Brugiafreddo, Racca J., Mellano. All. Bianco 6.
ARBITRO: Gasparetto di Collegno 5.
COLLABORATORI: Pizzonia di Bra e Songia di Bra.
AMMONITI: Vallati (G), Mozzone (G), Benabid (C), Rocca[00] (G), Ventre[01] (C), Romano[01] (C).
ESPULSI: 44′ Magnino (G).


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli