Marco Cristini
Marco Cristini e Babacar Tounkara del Fossano

Il Pinerolo ha trovato la continuità, che Rignanese tanto bramava da mesi mentre il Fossano è diventata la squadra matura capace di non cadere in gare cruciali come quella del Barbieri. Viassi deve rinunciare ai due Galvagno mentre Rignanese conferma la formazione delle ultime quattro uscite. I padroni di casa alzano i ritmi sin da subito: errore in appoggio di Samuele Giraudo, raccoglie Bissacco, che da fuori calcia al volo trovando le mani di Merlano. Ancora Pinerolo: corner di Gasbarroni e testa di Tonini, Merlano smanaccia. La creatura di Rignanese assomiglia ad un’orchestra, che suona la stessa canzone mentre il Fossano fatica a tenere il passo dei pinerolesi e non trova melodie adatte nel proprio spartito. Viassi dirà: «Nel primo tempo non siamo riusciti a fare quello che avevamo preparato», merito della mediana biancoblù e dai raddoppi sulle seconde palle, lavoro facilitato anche da Amoruso (l’ex più atteso), che stecca la gara. Gasbarroni prova il loeb dal limite, fuori di poco. Prima dell’intervallo Bissacco fa la barba all’incrocio su punizione e Fiorillo pesca Barbaro in area, ma il destro è sull’esterno della rete. Nella ripresa il Fossano si risveglia nei primi venti minuti e ha due occasioni nitide: Coviello imbuca per Alfiero, che scarica all’accorrente Amoruso, quest’ultimo salta Zaccone, ma la sua conclusione è sballata. Ancora Amoruso, che riceve palla e salta Viretto, sinistro a botta sicura, ma sulla linea De Stefano compie un miracolo immolandosi. Passato il brivido, il Pinerolo torna a prendere in mano il possesso e ha subito la chance più clamorosa: cross di Gasbarroni da destra, terzo tempo perfetto di Lazzaro che riesce ad incrociare, ma Merlano compie un balzo fantascientifico e con la mano salva tutto. I biancoblù sfruttano ancora lo stesso asse offensivo: traversone da sinistra di Gasbarroni e Lazzaro schiaccia con violenza, ma Campana copre l’unico angolo libero ed evita il peggio. Nel finale gli ospiti potrebbero punire in contropiede un Pinerolo a trazione anteriore, ma Romani si incaponisce e Zaccone blocca. Il rosso a Bissacco fa calare il sipario al Barbieri.

Pinerolo  3-5-2
Zaccone 6.5 Festeggia il compleanno mantenendo la propria porta inviolata.
Viretto 5.5 Ha poca personalità.
24′ st Caputo 6 Ingresso positivo.
Lupo 6.5 Attivo in tutte e due le fasi.
Moracchiato 7 Schermo difensivo.
De Stefano 7.5 Il salvataggio sulla linea vale un gol, si immola per la squadra.
Tonini 7 Lotta alla pari con Alfiero.
Gasbarroni 6.5 Le trame del Pinerolo passano da lui, manca solo la stoccata.
Barbaro 6 Filtro in mediana.
Lazzaro N. 6.5 Urlo di gioia strozzato per Merlano, ma di testa è micidiale.
Bissacco 6 Parte forte, poi cala i ritmi.
Fiorillo 6 Qualche guizzo, presente.
All. Rignanese 7 La imposta benissimo: primo tempo perfetto e ai punti…

Fossano  4-2-3-1
Merlano 7.5 La parata su Lazzaro è sensazionale: dove l’ha trovata la reattività?
Campana 7 Non sbaglia nulla dietro.
Tounkara 6.5 Motore inesauribile.
Cristini 7 Il pilastro carismatico di cui il Fossano ha bisogno in questi match un po’ in salita. Grande apporto.
Alfiero 6.5 Fa rifiatare la squadra. Utile.
Romani 6 Acciaccato, ma troppo solista.
Scotto 6.5 Solita prestazione solida, ma qualche palla poteva gestirla meglio.
Giraudo S. 6 Molto meglio nella ripresa.
Coviello 6 Si limita alle chiusure.
Guienne 6.5 Ara la fascia sinistra. Spinge.
Amoruso 5.5 Sua la migliore chance. Per il resto della gara però è invisibile.
All. Viassi 6.5 Esce indenne da un campo tosto in questo momento. Maturità.