Giovanni Russo suona la carica: «Verbania, diamo di più»

589
Giovanni Russo
Giovanni Russo, numero uno del Verbania

Era dal 20 gennaio, precisamente dal 29′ della ripresa di Verbania-Ro.Ce., che Giovanni Russo non prendeva gol. Due mesi con la porta inviolata, per la bellezza di 718 minuti di imbattibilità: questo il record del portierone biancocerchiato, interrotto domenica scorsa da un gol di Federico Baracco in Lucento-Verbania 1-1. «Dispiace aver interrotto l’imbattibilità, anche se preferisco vincere più che guardare ai minuti senza gol subiti – spiega Russo – Sono comunque contento, per me è stato un piccolo record personale e ringrazio i miei compagni, ragazzi meravigliosi, senza di loro non sarei mai arrivato a questo punto».

Nell’ultimo periodo, la capolista Verbania ha un po’ rallentato la sua corsa, vedendo il Pont Arnad avvicinarsi e ridurre lo svantaggio da otto a due punti. «Siamo vivi – sottolinea il numero uno biancocerchiato – abbiamo affrontato trasferte con Biella, abbiamo giocato contro l’Aygreville che si è solo difeso. Al Lucento abbiamo fatto quattro gol e tre ce li hanno annullati, comunque guardiamo i nostri errori. Anche perché non crediamo alla sfortuna, sta a noi far girare bene le partite».

Domenica al Pedroli arriverà una Pro Eureka intenzionata a dar battaglia ma il Verbania è pronto. «Questa settimana ci siamo allenati benissimo, sono convinto che faremo una bella partita – continua Giovanni Russo – Loro sono una buonissima squadra, me li ricordo dalla scorsa stagione (esattamente un anno fa, il portiere fu grande protagonista della partita contro i settimesi, ndr). Noi puntiamo a vincere per provare a raggiungere il nostro obiettivo: siamo primi in classifica e non ci nascondiamo. Anche perché poche rose hanno la qualità che abbiamo noi: per arrivare in fondo dobbiamo fare più di quello che stiamo facendo».

Russo, dopo qualche mese al Trento in Serie D a inizio stagione, a dicembre è tornato a Verbania: lui e Ramponi sono stati i due rinforzi che hanno consentito alla squadra di Roberto Frino di puntare sempre più in alto. «Io e Davide siamo venuti qua con grande umiltà per dare una mano a una squadra che aveva già fatto cose straordinarie, ci stiamo riuscendo. Siamo un gruppo unito, daremo molto di più per superare un momento un po’ così e riprendere il nostro cammino già da domenica».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Al servizio dei giovani e dello sport dal 1957, è il nostro motto. Abbiamo l’ambizione di formare e informare, intanto contribuendo a migliorare la cultura sportiva. Abbiamo introdotto alcune importanti novità sull’edizione multimediale: le interviste a fine gare dei protagonisti le potete ascoltare integralmente attraverso i file originali, lo stesso dicasi per le reti da palla inattiva o le fotogallery. Vogliamo proporre il calcio sotto una nuova forma, attraverso il filtro dei numeri, delle statistiche e allora ecco un’ampia sezione dedicata alle prove individuali. Focus portieri con le classifiche dei meno battuti, spazio ai bomber e al minutaggio / gol. Infine, per difensori e centrocampisti, tutte le medie voto compilate seguendo le indicazioni degli addetti ai lavori e dei nostri inviati.