18 Giugno 2021

LG Trino – La Pianese Eccellenza: Di Sparti lancia La Pianese col brivido

Le più lette

Universal, ecco un altro tassello nel puzzle del settore giovanile: Antonio Cimino guiderà l’Under 15

Antonio Cimino resta giallorosso e guiderà l'Under 15 dell'Universal nel prossimo campionato regionale. Arrivato a Solaro la scorsa estate...

Nuovo portiere per il Settimo: per l’Eccellenza 21/22 arriva Marco Cariolo

Gioventù al potere a tinte viola. Il Settimo del nuovo tecnico Mario Gatta guarda al futuro, sia in vista...

Rappresentativa Regionale Under 16: Matteo Medici, hai 20 buoni motivi per sognare

L’esordio vincente agli Europei della Nazionale di Roberto Mancini, arrivato dopo cinque anni di digiuno da competizioni internazionali (escludendo...

La Pianese segna un gol e ne sbaglia innumerevoli. Tant’è che il LG Trino, che sembrava dover recitare la parte della vittima sacrificale nel primo tempo, rimane in partita e va vicino anche al pareggio nella ripresa. La squadra di Roberto Gioia comunque non ha neppure il tempo di esultare per la vittoria dell’infrasettimanale con la Dufour Varallo che viene subito trafitta al Roberto Picco. Gli ospiti diretti da Davide Gamba hanno messo alle corde Dinaro nel primo tempo ma il passivo è rimasto limitato.
Ad irrompere nel match è subito La Pianese all’8′: l’ex Menabò va sul fondo sulla sinistra, mette in mezzo verso la parte opposta dove Longo si coordina a meraviglia e calcia al volo nell’angolino basso. Fantastico il salvataggio di Benna sulla linea di porta quando ormai sembravano non esserci più speranze per il LG Trino. Cambia in realtà poco però, perché al 10′ Di Sparti riceve palla al limite dell’area e con un bel rasoterra non dà scampo a Dinaro. 0-1. La squadra di Gioia si trova così a dover inseguire subito e provoca poche apprensioni a Tunno un mancino di Bissacco, ben fuori misura al 15′. Anzi. Al 16′ Di Sparti sulla tre quarti offensiva ruba palla a Giarola e serve in profondo Mascolo che a tu per tu con Dinaro calcia incredibilmente alle stelle.
È davvero un monologo ospite, dal momento che tra il 21′ ed il 26′ il portiere trinese deve disinnescare due bordate di destro di Mascolo, nel secondo caso Di Sparti riprende ma calcia fuori. Passa appena un minuto e sugli sviluppi di un piazzato sinistro a rientrare di Menabò con la palla che sibila di un niente a lato del secondo palo. Gioia risistema la squadra ed inizia a vedersi qualcosa anche per i biancoazzurri. Dopo la mezz’ora prima Bissacco e poi Favale sono fermati all’ultimo prima di entrare in area rispettivamente da Xhumaqi e Ferraris. Al 36′ invece Favale converge da sinistra e serve arretrato per Laneve che manda di poco oltre la traversa. Prima evidente occasione da rete per il LG Trino. Ed anche l’unica del primo tempo poiché si prende la scena finale ancora La Pianese, con un tocco di Mascolo per Menabò al 44′. Palla ancora fuori di un nonnulla.
Nella ripresa non cambia subito tanto. Mascolo va via sulla destra al 3′ ma calcia alle stelle troppo precipitosamente. Più articolata è invece la palla che ha Menabò al 6′ ma il sinistro è ben bloccato a terra da Dinaro. L’occasione per il pari il LG Trino ce l’ha al 10′: Barbuti mette un cross verso la porta e Favale manca l’impatto con la sfera per pochi centimetri. Stessa distanza del pallone dal palo prima di spegnersi sul fondo. Il copione si ripete al 19′ con rammarichi notevoli per Gioia e i suoi. Ancora Barbuti questa volta da destra, palla sul versante opposto dove Bissacco spara alle stelle a due passi dalla porta di Tunno. La Pianese alleggerisce un po’ la pressione al 26′ con un doppio tentativo da fuori di Comentale. Dalla parte opposta, invece, sinistro di Bissacco e Tunno para a terra al 31′. Le energie nel finale vengono a mancare un po’ ad entrambe le squadre e gli ospiti hanno buon gioco a controllare la gara. Anzi. Al 38′ poco prima di uscire Mascolo si libera di Francia e costringe ancora Dinaro ad una difficile deviazione bassa in corner. Titoli di coda. Il LG Trino deve cambiare ancora una volta registro. La Pianese invece deve essere più concreta sotto porta onde evitare rischi sgraditi.

IL TABELLINO

LG Trino 0
La Pianese 1
RETI: 10′ Di Sparti (LP).
LG TRINO (4-3-1-2): Dinaro 7.5, Battista 5, Francia 5.5, Benna 6.5, Birolo 5.5, Favale 6.5 (29′ st Veliu 5.5), Giarola 5.5 (20′ st Troplini 6), Bissacco 5.5, Laneve 6 (7′ st Zaia 6), Barbuti 6 (24′ st Totaro 5.5), Osenga 6. A disp. Xhemali, Pane, Bouchefra, Guala, Zannotti. All. Gioia.
LA PIANESE (4-3-3): Tunno 6.5, Malin 7 (37′ st Ventafridda sv), Xhumaqi 7, Bava 7, Ferraris 7, Comentale 7, Di Sparti 6.5, Fassari 7, Menabò 6.5 (47′ st Gueye sv), Mascolo 6 (39′ st Monteleone sv), Longo 7. A disp. Maffeo, Cusenza, Dimasi, Imbergamo, Catania, Gardin. All. Gamba 7.
ARBITRO: Testaì di Catania 6.5. Dirige con autorità limitando gli interventi e i cartellini. Non danneggia nessuna delle due squadre.
COLLABORATORI: Greco di Nichelino e Aimar di Nichelino.
AMMONITI: Longo (La), Zaia (LG).

LE PAGELLE

LG TRINO

Dinaro 7.5 Tiene letteralmente in partita il LG Trino nel primo tempo. Almeno 3 interventi di alto livello ed un altro ancora sul finale di gara.
Osenga 6 Rischia un po’ nel primo tempo, lascia troppo campo a Di Sparti.
Benna 6.5 Deve fare letteralmente gli straordinari da subito. Se la cava il più delle volte.
Francia 5.5 Patisce molto Mascolo quando passa dalle sue parti.
Battista 5 Non riesce assolutamente a contenere Menabò. Giornata da incubo sia nel primo tempo che nella ripresa.
Birolo 5.5 In ombra a centrocampo, combina ben poco.
Giarola 5.5 Un po’ in ombra a centrocampo rispetto al solito. Non riesce ad emergere ed inserirsi. 20′ st Troplini 6 Entra con attenzione e esce vincente da un paio di contrasti.
Laneve 6 Nel primo tempo è tra i migliori dei suoi, nella ripresa l’intensità della sua manovra cala. 7′ st Zaia 6 Si sistema un po’ defilato sulla sinistra ma non riesce ad azionare il suo mancino con costanza. Dà il suo contributo offensivo.
Bissacco 5.5 Combina tante cose positive, specialmente quando sembra l’unico ad avere benzina nelle gambe. Ma l’erroraccio del secondo tempo a porta quasi spalancata è da matita rossa.
Barbuti 6 Alcune palle interessanti messe in mezzo. Rende di più giocando lontano dalla porta. 24′ st Totaro 5.5 Si vede raramente sul fronte offensivo.
Favale 6.5 Ha i numeri e quando rientra partendo largo è un pericolo per chiunque. Un peccato non possa andare al tiro. 29′ st Veliu 5.5 Non cambia l’inerzia della gara.
All. Gioia 5.5 Primo tempo fuori registro. La squadra ha rischiato di incassare troppi gol.

LA PIANESE

Tunno 6.5 Non molto impegnato. Anzi, graziato da Bissacco nella ripresa. La sua presenza comunque si fa sentire eccome.
Malin 7 Ottimo a coprire la fascia sinistra difensiva. Sbaglia pochi palloni e rilancia che è un piacere. 37′ st Ventafridda sv
Xhumaqi 7 Fantastica prova da centrale difensivo in coppia con Bava, altro giocatore che non nasce come centrale. Fa faville anche perchè il LG Trino non ha prime punte di ruolo.
Bava 7 Comanda la difesa con grande maestria e mette ordine quando è il caso.
Ferraris 7 Partita di grande vivacità nel contenere Favale, il duello si può dire che finisca in parità.
Comentale 7 Davanti alla retroguardia dirige bene il traffico, un giocatore trasformato rispetto a quello visto proprio a Trino un paio d’anni fa.
Di Sparti 6.5 A segno con tempismo per il vantaggio. Poi tenta più volte di ritagliarsi altro spazio, ma non ci riesce sempre.
Fassari 7 Con la sua fisicità è un vero valore aggiunto a centrocampo. Vince molti contrasti e fa sua la sfera in tante occasioni.
Menabò 6.5 Dispensa fantasia per tutta la partita e con il suo delizioso sinistro a rientrare sfiora più volte il gol. Uno però poteva almeno farlo. 47′ st Gueye sv
Mascolo 6 Un costante pericolo per le difese avversarie. Però va al tiro 10 volte mal contate quando il più delle volte avrebbe anche potuto scegliere una soluzione diversa. Mette alle corde Dinaro che resiste. 39′ st Monteleone sv
Longo 7 Bene begli inserimenti sin da subito. Sfiora subito il vantaggio con un gran tiro al volo.
All. Gamba 7 Questa volta esce vincitore dal Picco. Prepara ottimamente la gara e nel primo tempo si vede eccome, poi si copre nel finale passando al 3-5-2.

Fassari, La Pianese
Giulio Fassari, La Pianese


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli