Olmo Eccellenza
Olmo Eccellenza

La classifica non tradisce, l’Olmo si dimostra superiore all’Albese e meritatamente si guadagna la permanenza in Eccellenza. Per i ragazzi di Alba, la discesa in Promozione conclude una stagione con pochi alti e troppi bassi, un percorso che si trascina già dal passato campionato: forse è arrivato il momento di cominciare un progetto nuovo. L’Olmo ora può dedicarsi ai festeggiamenti, con la consapevolezza che il prossimo anno si dovrà fare un po’ di più per evitare i patemi di maggio. Il campo in sintetico di Cuneo favorisce il gioco a terra dell’Olmo, che su questo terreno si allena durante l’inverno, ma il primo tempo regala pochissimi spunti d’interesse. Come spesso succede in un match di play out, la paura blocca le gambe e le idee e dunque il gioco ristagna in mezzo al campo. Anania guida il gioco dell’Albese, ma davanti le punte vanno costantemente a sbattere sul muro difensivo dell’Olmo. Per i grigiorossi in avanti, invece, si muovono bene i fratelli Magnaldi e Dalmasso. La cronaca segnala un tiro al volo di Davide Magnaldi alla mezz’ora, e sul corner seguente, una traversa che arriva al culmine di una mischia in area, con deviazione finale di Cammarota. Ripresa più interessante, soprattutto perché i ragazzi di Magliano premono sull’acceleratore, alzano il ritmo mandando l’Albese in affanno: al 5’ sugli sviluppi di un corner, Bottasso colpisce il palo da due passi. Pochi minuti dopo Giacomo Dalmasso va al tiro due volte, ma in entrambe le occasioni la mira è difettosa. Al 16’ è Andrea Dalmasso ad avere la palla buona, ma da due passi, svirgola clamorosamente il pallone. L’ingresso di Sanci non migliora il potenziale offensivo albese, che si limita a qualche velleitario tentativo su calcio d’angolo. Al 36’ il piazzato che affonda l’Albese: il tiro di Andrea Dalmasso da 25 metri è sul palo dove è posizionato Cammarota che però fa un passo dall’altro lato e il pallone finisce in rete. È vero che il calcio, come insegna la Champions, può riservare sorprese fino all’ultimo minuto, ma non è questo il caso. Non resta che aspettare il fischio finale che arriva due minuti dopo che Giacomo Dalmasso ha siglato il gol che significa Eccellenza.

Olmo 2
Albese 0
RETI: 36′ st Dalmasso A. (O), 47′ st Dalmasso G. (O).
OLMO (4-2-3-1): Campana 6.5, Bernardi[97] 6.5, Rostagno 6.5, Biondi[98] 6.5, Bottasso 7, Pernice 6.5, Dalmasso G. 7, Magnaldi D.[99] 6.5 (48′ st Bertaina[99] sv), Magnaldi M.[98] 6.5 (44′ st Blua[97] sv), Dalmasso A. 7 (39′ st Armando P.[98] sv), Fikaj[00] 6 (24′ st Cavallo[00] 6). A disp. Dutto[99], Nicolino, Sabena[98], Armando D.[99], Bonaventura[01]. All. Magliano 7.5.
ALBESE (4-2-3-1): Cammarota 5.5, Grimaldi[98] 6, Massucco[01] 5.5, Gallesio 6, Roveta 6, Boveri[98] 5.5, Rinaldi E.[99] 5 (39′ st Santarossa[99] sv), Delpiano 6, Novara[97] 5 (1′ st Sanci 5.5), Anania 6, Arione[97] 5 (30′ st Viola[99] 5). A disp. Taliano F.[98], Martinetti[97], Di Marco[00], De Leo, Luciano[00], Piccinino[99]. All. Gatta 5.
ARBITRO: Younes di Torino  7.
COLLABORATORI: Russo di Nichelino  eCarbone di Asti.
AMMONITI: Delpiano (A), Bottasso (O), Grimaldi[98] (A).

OLMO
Campana 6.5 Nessuna parata.
Bernardi 6.5 Nessun problema su Arione.
Rostagno 6.5 Concentrato nel chiudere la fascia.
Biondi 6.5 Pronto a raddoppiare sempre in mezzo al campo.
Bottasso 7 Sul palo avrebbe potuto essere più rapido. Il gol non è la specialità.
Pernice 6.5 Guida la difesa con autorevolezza.
Dalmasso G. 7 Il gol arriva al terzo tentativo: velocità che mette in crisi gli albesi.
Magnaldi D. 6.5 Eccellente lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco.
Magnaldi M. 6.5 Svaria bene su tutto il fronte offensivo.
Dalmasso A. 7 Decisivo su punizione, sempre pericoloso palla al piede.
Fikaj 6 Qualche buona progressione a sinistra che fa guadagnare la sufficienza. 24’st Cavallo 6 Raramente chiamato in causa.
All. Magliano 7 La squadra si sblocca nella ripresa e merita la vittoria.

ALBESE
Cammarota 5.5 Due belle parate, poi l’errore.
Grimaldi 6 Solido nel primo tempo, poi cala.
Massucco 5.5 Galleggia a sinistra, senza combinare granché.
Gallesio 6 Grinta e dinamismo nel mezzo.
Roveta 6 Un muro per un tempo, poi soffre.
Boveri 5.5 Anche lui in affanno sulle giocate dei Dalmasso.
Rinaldi 5 A destra non lascia tracce.
Del Piano 6 Alcune giocate interessanti, ma mai realmente pericolose.
Novara 5 Un tempo quasi senza toccare palla. 1’st Sanci 5.5 Poco più vivace.
Anania 6 Lancia, calcia punizioni, corner, senza successo.
Arione 5 Anche lui non trova varchi nella difesa dell’Olmo. Spuntato. 30’st Viola 5 Non vede mai la palla. Abbandonato.
All. Gatta 5 Seconda retrocessione consecutiva con una partita senza tiri in porta.