12 Agosto 2020 - 12:33:30

Pinerolo – Saluzzo Eccellenza B: riapre Mensa, Saluzzo sazio a metà

Le più lette

Juventus Primavera, il Monza si aggiudica l’amichevole estiva

La Juventus Primavera torna in campo per preparare l'ottavo di finale di Youth League contro il Real Madrid del...

Città di Varese Serie D, il primo under per Sassarini è il francese Hervè Otelè

Settimo arrivo per il Città di Varese che nella giornata di oggi si è assicurata l'esterno offensivo classe 2000...

Fossano, Sangare saluta e continua l’intrigo Aloia

La telenovela Aloia continua. L'attaccante 2000 della Giovanile Centallo ha fatto parlare di sé andando a fare il primo...
Guido Lesen
Guido Lesen
Chiedetemi ciò che volete sul Settore Giovanile/Scuola Calcio di Pinerolo. Passato recente sulla Prima Categoria e sui 2004 provinciali, ora a pieno ritmo sui gironi Regionali dei Giovanissimi FB 😉

La lunghissima partita a scacchi al Barberi di Pinerolo nel big match tra Pinerolo e Saluzzo si risolve negli ultimi istanti, quando gli ospiti di Boschetto assaporavano già il primo dolce natalizio: la vetta della classifica a seguito del pareggio dell’Asti in casa dell’HSL Derthona.

Le difese a 3 sono ciò che accomuna le due contendenti, con il Pinerolo che affolla il centrocampo e cerca costantemente il lancio verticale a scavalcare la linea avversaria di centrocampo, schierata a 4 per approfittare di una superiorità numerica sulle fasce in ripartenza, con il tridente offensivo di qualità Scavone-Carrer-De Peralta. Il ritmo partita, proprio come un match tra due scacchisti, è piuttosto ragionato e le occasioni arrivano dai piazzati, prima con il cross tagliato dentro da Gasbarroni al 14′ che trova la testa di Ferrero ma non lo specchio della porta, per una questione di centimetri; poi con la bella botta di Caula, per il Saluzzo, sempre su un piazzato dalla trequarti, che Cammarota controlla in due tempi.

Sono i due fantasisti, Gasbarroni e De Peralta, a muovere compagni e avversari con i loro strappi in conduzione, e ogni distrazione a loro vantaggio è un rischio enorme, come al 30′ quando Ferrero e Nicolini dimenticano alle proprie spalle proprio De Peralta, che parte bene sul lancio di Supertino e prova un bel sinistro che Cammarota controlla e blocca a terra. In chiusura di frazione il ritmo si impenna all’improvviso, il Saluzzo tenta il forcing ancora con uno scatenato De Peralta, che dalla sinistra serve un assist a Carrer, involontariamente autore di un mezzo salvataggio sulla linea di porta avversaria. Sul corner seguente, poi, la bomba di Mazzafera sul rinvio corto avversario viene deviata quel tanto che basta per sibilare di pochi millimetri alla destra del palo, dove Cammarota difficilmente sarebbe arrivato. Sul versante biancoblù, Maio nel recupero troverebbe anche nel cuore dell’area l’inserimento di Gasbarroni, ma l’unico controllo a seguire leggermente lungo dell’esperto ex granata viene chiuso dall’uscita bassa provvidenziale di Busano.

Si arriva così alla ripresa, dove Rignanese prova a mischiare le carte invertendo Viretto e Nicolini sulle corsie ma, sebbene sulla fascia mancina arrivi maggior spinta con questa scelta, De Peralta al quarto d’ora punisce: ennesimo dribbling riuscito, cross sul primo palo e inserimento di Carrer che prende il tempo a Tonini e con l’esterno destro trova il gol del vantaggio ospite.

Il Pinerolo ci prova in tutti i modi a ribaltare la gara, al direttore Sgro non sfuggono i tentativi opposti di guadagnare un penalty un po’ troppo leggero di Micelotta e Rrotani (entrambi puniti con il giallo da simulazione) e al 29′ arriva l’occasione più nitida per i padroni di casa: palla al bacio di Gasbarroni dalla trequarti mancina, inserimento di Gili alle spalle ma acrobazia di mancino che si spegne di un nulla alta, sopra la traversa.

Nel finale non sembrano esserci spazi e palloni giocabili tra le strettissime linee difensive del Saluzzo, perfettamente disposto in fase difensiva (quasi) fino all’ultimo minuto, perché l’ingresso in campo di Mensa è il pacchetto che Babbo Natale Rignanese fa trovare sotto l’albero ai suoi; azione avvolgente, Gili dal vertice destro tenta un mancino sporcato che si trasforma in un assist per Mensa, al quale va il merito di averci creduto e di aver realizzato, dopo una prima respinta di Busano, il gol del definitivo 1-1.

Per il Pinerolo non è ancora il momento di spacchettare il panettone, visto l’impegno di coppa imminente, mentre il Saluzzo di Boschetto dovrà fare a meno di Mondino – al quale vanno i nostri auguri di pronta guarigione per la sospetta rottura del tendine d’Achille – ma potrà riprendere a sognare con nuove forze una vetta che è stata abbracciata solo per pochi minuti, sul duro campo del Barbieri.

IL TABELLINO DI PINEROLO – SALUZZO ECCELLENZA

RETI (0-1, 1-1): 14′ st Carrer (S), 45′ st Mensa (P).
PINEROLO (3-5-2): Cammarota 6.5, Viretto 5.5, Ferrero 6.5, Barbaro 6.5, Mozzone 6.5, Tonini 6, Nicolini 6.5, Dedominici 5.5 (18′ st Gili 7), Micelotta 6, Gasbarroni 6.5, Maio 5 (35′ st Mensa 7.5). A disp. Bonissoni, Giay, Novo, Bert, Fiorillo, Gallo, Chiatellino. All. Rignanese 7.
SALUZZO (3-4-3): Busano 6.5, Caula 6, Serra 6.5, Caldarola 6, Supertino 7, Serino 6, Scavone 6.5 (38′ st Mondino 6 (53′ st Bedino sv)), Mazzafera 7, Carrer 7 (19′ st Rrotani 6.5), De Peralta 7.5, Barale 5.5. A disp. Nardi, Tosi, Tavella, Palushi. All. Boschetto 6.5.
ARBITRO: Sgro di Albano Laziale 7 Molto attento a non cadere in trappola sui contatti leggeri o inesistenti in area. Autoritario e fermo nelle proprie decisioni.
ASSISTENTI: Sciuto di Alessandria, D’Acunzi di Asti.
AMMONITI: 15′ Dedominici (P), 31′ Caula (S), 5′ st Serino (S), 26′ st Micelotta (P), 32′ st Rrotani (S).
NOTE: Angoli 4-4.

LE PAGELLE DI PINEROLO – SALUZZO ECCELLENZA

PINEROLO (3-5-2)

Cammarota 6.5 Blocca e sventa i pericoli maggiori, nulla può sulla rete di Carrer.
Viretto 5.5 Paga l’esperienza di De Peralta. In avvio viene chiamato maggiormente in causa, non sempre compie la scelta migliore.
Ferrero 6.5 Allontana i palloni che scottano dall’area.
Barbaro 6.5 Detta tempi e geometrie, secondo ciò che indica il tecnico.
Mozzone 6.5 Anche nei momenti più concitati, resta sempre sul pezzo.
Tonini 6 Una gara ragionata, la costruzione bassa passa spesso da lui e sa farsi sentire in marcature. Compie un mezzo errore, Carrer lo frega.
Nicolini 6.5 Lo spostamento a sinistra evidenzia i suoi punti di forza, bell’intesa con “Gasb”.
Dedominici 5.5 Non riesce a velocizzare la manovra, più per il campo che per mancanza tecnica.
18′ st Gili 7 Argento vivo addosso, sfiora una rete e propizia il pareggio.
Micelotta 6 Ottimo lavoro sporco, poche volte ha la palla buona per pungere.
Gasbarroni 6.5 Gioca la più classica delle partite da giocatore di un’altra categoria, dispensa cioccolatini ancor prima delle feste.
Maio 5 Una lunga serie di scelte sbagliate, non trova vantaggio nel suo punto di forza, il fisico, contro una squadra altrettanto ben piazzata.
35′ st Mensa 7.5 Certi gol, bisogna saperli fare. Fiuto da attaccante navigato.
All. Rignanese 7 Azzecca entrambe le sostituzioni, sia per gli ingressi che nelle uscite dal campo. Legge alla perfezione la gara e porta l’ennesimo giocatore in gol.

SALUZZO (3-4-3)

Pinerolo Saluzzo Eccellenza Carrer Alexander
La rete di Carrer illude i granata

Busano 6.5 Si mostra sicuro anche sui cross, peccato per la rete finale, l’aveva anche presa.
Caula 6 Resta piuttosto tranquillo, finché non entra Gili. Poi ecco il mal di testa.
Serra 6.5 Sa cambiare passo e trovare il fondo, quando si presenta l’occasione buona.
Caldarola 6 Difficilmente compie la scelta sbagliata, però Mensa gli parte alle spalle e non ci crede a sufficienza, nell’occasione più calda.
Supertino 7 Si potrebbe anche rimuovere il “tino” nel cognome, dalla partita di oggi. Mantello e prestazione difensiva degna del miglior Clark Kent.
Serino 6 Si fa trovare largo, non offre troppa spinta.
Scavone 6.5 Giocate degne di rispetto, sia in fascia che al centro, all’uscita di Carrer.
38′ st Mondino 6 Pochi minuti a disposizione e un infortunio che, ci auguriamo, possa essere meno grave del previsto. 53′ st Bedino sv.
Mazzafera 7 Quel tiro a pochi istanti dall’intervallo era destinato al bersaglio grosso. Gara ragionata, d’ottimo livello.
Carrer 7 Fa impensierire la retroguardia con pochi movimenti, ma buoni. Scatto felino sul vantaggio. 19′ st Rrotani 6.5 A parte la simulazione, un ingresso degno di nota.

Pinerolo Saluzzo Eccellenza De Peralta Fabricio
La classe di De Peralta continua ad essere fondamentale per questo Saluzzo

De Peralta 7.5 Insegna calcio a sinistra. Forse, se contattato, può dar ripetizioni.
Barale 5.5 Un paio di palloni giocati totalmente a caso, o troppo di fretta.
All. Boschetto 6.5 Crederci è stato bello, continuare a farlo è più che legittimo.

LE PAROLE A FINE GARA: RIGNANESE DEL PINEROLO

LE PAROLE A FINE GARA: BOSCHETTO DEL SALUZZO

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli