Pro Eureka
Pro Eureka

Ci sono situazioni, in cui da una tragedia, o simil tale, si riesce a trovare nuova linfa e forza, per ambire a successi più importanti. E’ proprio il caso di dirlo, in casa Pro Eureka è avvenuto proprio ciò. Dopo la squalifica pesantissima di Tosoni, per i motivi che tutti sappiamo, è subentrato, anche se temporaneamente, Pasquale Romagnino. Risultato? Tre pareggi in altrettante partite, due con il Borgaro e una con l’Accademia Borgomanero. Avversari difficili, che probabilmente poche settimane fa non avrebbero affrontato con la stessa mentalità. E come è arrivato quest’ultimo pari, è proprio il sunto di ciò che Romagnino sta portando: grinta e voglia. I padroni di casa partono fortissimo, e Virardi si iscrive subito alla partita: Leto Colombo sbaglia un passaggio basilare, e il numero 7 si avventa sulla sfera, dribbla un avversario e di sinistro supera Fonsato. Non ci impiega molto a svegliarsi lo spirito dei rossoblù, ed è Jonathan Vita a suonare la carica, quando al 25′ raccoglie sul secondo palo un angolo che attraversa l’intera area, riuscendo ad insaccare da pochi passi. La Pro non ci sta, e le due squadre continuano a rispondersi colpo su colpo. Due minuti dopo il pareggio, Nosenzo si trova a tu per tu con Fonsato, grazie ad un passaggio di Niada fortuito, ma lo stesso Fonsato è rapidissimo a chiudere lo specchio all’esterno blucerchiato, che gli calcia addosso. Sul finire di prima frazione, lo zampino del campione firma il sorpasso: Poi si trova a calciare una punizione da sinistra; la palla è diretta verso il secondo palo, e sembra facile preda per Zamariola; il terreno viscido, però, non aiuta il portierone settimese, che non riesce ad intervenire: 1-2. Le due compagini, anche dopo il rientro dagli spogliatoi, non sembrano sazie. Il leitmotiv è sempre lo stesso: lotta agonistica senza esclusione di colpi. Il primo colpo lo batte il solito Poi, che arriva spedito su un corner basso di Leto Colombo, ma conclude alto di poco. Quattro minuti più tardi, Secci ha la palla della virtuale sicurezza: l’esterno ruba palla ad un disattento Francia, ma davanti a Zamariola si fa ipnotizzare, e gli calcia addosso, con Verlucca che allontana definitivamente. La Pro Eureka prende campo, ma la zampata la danno gli ospiti: alla metà di ripresa, il solito Poi riceve da Manfroni, e pesca il taglio di Secci, che stavolta, in scivolata, non sbaglia e segna il tris. Sugli spalti ancora si esulta, ma un minuto più tardi, è di nuovo tutto in discussione, grazie al trio di Chirone che trova la respinta di Fonsato, il quale fa carambolare la palla sulla testa del neo-entrato De Paolis: 2-3. Aumenta il pressing dei padroni di casa, sospinti dai tifosi, e, dopo un grosso pericolo corso al 42′ con un tiro a lato di Secci, si vedono ricompensati per gli sforzi: Virardi propizia l’azione, con una gran discesa sulla corsia centrale; la palla arriva a Taraschi sulla destra; il numero 11 trova De Paolis sull’altra fascia, e l’attaccante blucerchiato dà la sfera fuori a Niada, che prende la mira e calcia dai 25 metri, trovando un gol incredibile. Esplode la gioia dei settimesi, che trovano un rocambolesco pareggio, e si godono questo momento positivo. In casa Accademia Borgomanero, invece, c’è la consapevolezza della capacità offensiva della squadra, ma anche di una condizione mentale non brillantissima, che costa due punti persi. C’è da ritrovare in fretta la lucidità.

PRO EUREKA-A.BORGOMANERO 3-3
RETI (1-0, 1-3, 3-3): 6′ Virardi (P), 25′ Vita (A), 40′ Poi (A), 24′ st Secci (A), 25′ st De Paolis (P), 46′ st Niada (P).
PRO EUREKA (3-5-2): Zamariola 5.5, Nosenzo 5, Burei 6 (18′ st De Paolis 7), Verlucca 6, Francia 6.5, Mariani 6, Virardi 7, Galietta 5.5 (36′ st Luz Dos Santos sv), Chirone 6.5, Niada 7.5, Taraschi 6.5 (47′ st Aprile sv). A disp. Mancino, Chiarle, Ciociola, Recano, Rolle. All. Romagnino. Dir. Manegatti.
A.BORGOMANERO (4-3-3): Fonsato 6, Negretti 6.5, Paganini 6, Vita 6.5, Leto Colombo 6, Moia 6, Poi 7.5 (25′ st De Bei 6), Manfroni 6.5, Beretta 5.5 (37′ st Sacco sv), Secci 7.5, Granieri 5.5 (25′ st Giordani 6). A disp. Borella, Donia, Donzelli, Agyei Bonsu, Papasodaro, Sardo. All. Ferrero.
AMMONITI: 34′ Burei (P), 5′ st Leto Colombo (A), 9′ st Vita (A), 40′ st Niada (P).
ARBITRO: Azizi di Nichelino 6.5.

PAGELLE PRO EUREKA
All. Romagnino 7 Sarà un’avventura passeggera, ma i cambi che sta apportando alla squadra resteranno indelebili. Grande forza mentale.
Zamariola 5.5 Non impeccabile sulla punizione di Poi, anche se il campo scivoloso non lo aiuta.
Nosenzo 5 Molto contratto in scatto. Si accende solo sul finale.
Burei 6 L’ammonizione lo frena un po’. 18′ st De Paolis 7 Bravo e fortunato sul secondo gol. Posto giusto al momento giusto.
Verlucca 6 Quando si tratta di inseguire un’attaccante in velocità, ha pochi rivali.
Francia 6.5 Solita prova di spessore, alza e abbassa il baricentro della squadra quando serve.
Mariani 6 Qualche errore di posizionamento, soprattutto su Secci.
Virardi 7 Bel gol in avvio. Favorisce anche il terzo gol con una gran discesa centrale.
Galietta 5.5 Spaesato. Si impegna come al solito, ma non basta. 36′ st Luz Dos Santos sv
Chirone 6.5 E’ sempre il primo a dar fastidio al giro palla rossoblù.
Niada 7.5 La gran botta dai 25 metri sancisce il pari. Non sbaglia una scelta.
Taraschi 6.5 Meno incisivo di quanto siamo abituati, ma la corsa e l’intensità sono sempre degne di note. 47′ st Aprile sv

PAGELLE ACCADEMIA BORGOMANERO
All. Ferrero 6.5 Sembrava fatta, ma i suoi si sono disuniti troppo in fretta. Pesano gli errori dietro.
Fonsato 6 Salva su Nosenzo nel primo tempo.
Negretti 6.5 Ragazzino terribile. Fantastico il suo duello con Taraschi.
Paganini 6 Una buona gara di copertura.
Vita 6.5 Si traveste da rapace d’area sul pareggio. Bene anche di testa.
Leto Colombo 6 Corre a perdifiato per tutto il centrocampo, ma così facendo risulta sporadicamente fuori posizione.
Moia 6 Ci mette più volte il fisico.
Poi 7.5 Una punizione delle sue per il momentaneo vantaggio. Inventa per Secci. 25′ st De Bei 6 Fa salire la squadra.
Manfroni 6.5 Lanci precisi per gli esterni.
Beretta 5.5 Il grande assente della gara. Solo un bel movimento in area da segnalare. 37′ st Sacco sv
Secci 7.5 Trova in scivolata il gol che sembra valere i tre punti. Sale nel secondo tempo.
Granieri 5.5 Tira dietro la gamba più di una volta. Non incide. 25′ st Giordani 6 Fa valere il fisico.