25 Giugno 2021

Pro Eureka-Atletico Torino Eccellenza: Pititto e Capriolo fanno volare Tosoni, i gialloblù sfiorano la clamorosa rimonta

Le più lette

Christian Zullo e il suo Caselle si lanciano verso la Promozione 21/22: molte conferme e 5 novità

Terminata l'Eccellenza, in via alle Fabbriche torna ad essere protagonista la Promozione. Dopo aver ospitato la Pro Eureka per...

Come a Besnate, anche a Vergiate un torneo provinciale con squadre del Piemonte

Nelle riunioni federali - almeno fino a quando si sono svolte - riguardo i tornei è sempre stato ricordato...

Lucento-Vanchiglia Under 16: torneo All Stars, la fotogallery della vittoria granata firmata Amrhar

La fotogallery di Girolamo Cassarà della gara Lucento-Vanchiglia Under 16 valevole per i quarti di finale del torneo All...

La Pro Eureka conquista altri tre punti fondamentali grazie alla doppietta di uno scatenato Pititto e alla rete di Capriolo. All’Atletico Torino, a cui non sono bastati i centri di Carlos Eduardo Torre e Brian Torre, rimane il rammarico di non aver giocato con la stessa intensità e cattiveria le due frazioni di gioco. Gli uomini di Tosoni, che continuano la loro impressionante marcia in questo inizio di campionato, consolidano il primo posto in classifica salendo a quota 10 punti dopo le prime quattro giornate; i gialloblù non riescono ancora a schiodarsi dall’ultima posizione nonostante una prestazione molto convincente.

Pititto show, la Pro Eureka scappa via. La Pro Eureka per dare continuità ad un eccellente avvio in campionato, l’Atletico Torino per riscattare le due sconfitte nelle prime due giornate: sin dalla vigilia c’erano tutti i presupposti affinché l’incontro potesse risultare frizzante. Il campo non ha smentito le aspettative, anzi. La Pro Eureka inizia la gara costringendo l’Atletico Torino a rintanarsi nella propria metà campo. Gli uomini di Tosoni sono bravi e fortunati a trovare immediatamente la rete che indirizza lo scontro a favore della formazione di casa. La Pro Eureka passa infatti dopo soli 120 secondi grazie al gol realizzato da Pititto: il centravanti dei padroni di casa si avventa più veloce di tutti sulla corta e imprecisa respinta di Dosio sul tiro di Luz Dos Santos e deposita in fondo al sacco la rete del vantaggio. Passano altri 4 minuti e la Pro Eureka trova la rete del raddoppio grazie ad un indemoniato Pititto: la formazione di casa viaggia ancora sul binario di sinistra con Luz Dos Santos che serve un ottimo traversone sulla testa del numero 9 della Pro Eureka, che svetta più in alto di tutti e in torsione deposita il pallone in fondo al sacco. La Pro Eureka, portatasi in vantaggio di due reti, amministra bene la gara facendo girare velocemente e precisamente la sfera da un versante all’altro del terreno di gioco. Di contro un Atletico Torino completamente in balia dell’avversario, che fatica ad entrare in partita e a proporre il proprio gioco. Gli ospiti si rendono pericolosi soltanto da calcio da fermo, con la bella ma poco efficace conclusione di Carlos Eduardo. La Pro Eureka non si scompone e al 19’ passa ancora: Luz Dos Santos confeziona il suo secondo assist di giornata mettendo un interessante pallone all’interno dell’area di rigore sul quale si avventa Capriolo, che in scivolata firma la rete del 3-0. Dominio totale da parte dei padroni di casa, per l’Atletico Torino sembra essere notte fonda. Partita chiusa? Non proprio. Sebbene gli uomini di Tosoni sfiorino con Pititto il gol che avrebbe chiuso ogni tipo di discorso, l’Atletico Torino tira fuori l’orgoglio e al 26’ accorcia le distanze con una grande azione di squadra: Amara allarga bene per Gennaro, che gioca di sponda verso Carlos Eduardo Torre che di prima intenzione trova l’angolo giusto.

Rimonta solo sfiorata. L’Atletico Torino prova a ripartire con la stessa intensità che aveva mostrato nelle battute finali della prima frazione. Il coraggio e la dedizione dell’Atletico Torino vengono ripagate da un’altra rete che arriva dopo 4 minuti del secondo tempo: Carlos Eduardo Torre disegna un ottimo traversone su cui Brian Torre è bravo a pescare l’angolo alla sinistra di Leone. È il gol che dà speranza ai ragazzi di Rubino, è la rete che apre scenari inaspettati per quanto si era visto nel corso del primo tempo. Gli ospiti, grazie anche ai cambi operati e indovinati da Rubino, riescono ad essere più attenti in fase difensiva e maggiormente propositivi quando si tratta di attaccare verso la porta avversaria, affidandosi alla spensieratezza e alla fantasia dei singoli di maggior estro. Gli uomini di Tosoni, visibilmente più in difficoltà, si affidano all’esperienza del collettivo. Al 23′ della ripresa il direttore di gara, la cui direzione è stata positiva per tutta la durata del match, estrae il cartellino rosso all’indirizzo di Galietta che, per somma di ammonizioni, è costretto a lasciare i suoi in 10. La Pro Eureka, rimasta inaspettatamente in inferiorità numerica, vede sgretolarsi una vittoria che non sembrava essere in discussione nel primo tempo e teme ora il clamoroso ribaltone dei gialloblù. L’atletico Torino utilizza a proprio vantaggio l’arma dei cambi per dare una maggior vivacità alla propria manovra. Nel finale la partita si incattivisce e l’Atletico Torino, spinto in avanti con tutti i suoi effettivi, concede parecchi spazi in contropiede non sfruttati a dovere da uno stanco Pititto. Finirà 3-2 in favore dei padroni di casa una partita il cui esito è rimasto incerto fino all’ultimo minuto: la Pro Eureka strappa tre punti fondamentali per la classifica, l’Atletico Torino torna a casa contento della prestazione e della reazione del suo collettivo.

 

IL TABELLINO

PRO EUREKA-ATLETICO TORINO 3-2
RETI (3-0, 3-2): 2′ Pititto (P), 6′ Pititto (P), 19′ Capriolo (P), 26′ Torre C. (A), 4′ st Torre B. (A).
PRO EUREKA (3-5-2): Leone A. 6.5, Recano 6.5, Benucci 6, Costa 6.5, Verlucca 6.5, Luz Dos Santos 7, Galietta 7, Romano 6.5, Pititto 8 (37′ st Golfarelli sv), Petracca 6.5 (41′ st Rima sv), Capriolo 7.5 (10′ st Tabone 6). A disp. Rusu, Rolle, Regaldo, Curcio, Starnai, Leo. All. Tosoni 7.
ATLETICO TORINO (4-3-3): Dosio 5, Palmiere 6.5 (16′ Cornelj 6.5), Torre B. 7, Lombardo 5.5, Piccirilli 5, Hamine 6.5 (40′ st Herrera sv), Gritella 6 (40′ st Palumbo sv), Torre C. 7, Amara 6.5, Curto 5 (1′ st Scapino 6.5), Gennaro 6 (16′ st Bellan 6). A disp. Sprocatti, Tesauro, De Bianchi, Cuzzucoli. All. Rubino 6.5.
ARBITRO: Cavallo di Cuneo 6.5.
COLLABORATORI: Spina di Chivasso e Vitrano di Chivasso.
AMMONITI: 25′ Galietta (P), 6′ st Gritella (A), 27′ st Torre C. (A), 50′ st Scapino (A).
ESPULSI: 23′ st Galietta (P).

 

LE PAGELLE

PRO EUREKA

Leone 6.5 Bravo nei disimpegni palla al piede, è sempre lucido nelle sue giocate. Incolpevole sulle due reti incassate, è autore di qualche parata fondamentale per salvare il risultato.
Recano 6.5 Offre una buona e costante spinta sulla corsia di destra, è bravo nell’arrivare sempre in anticipo sui palloni vaganti.
Benucci 6 Partita di contenimento e di grande applicazione. Risulta meno propositivo quando è la Pro Eureka ad attaccare.
Costa 6.5 Avvia bene l’azione dal basso, innescando i propri compagni con precisi lanci lunghi. Tiene bene la propria posizione e intercetta le iniziative degli avversari.
Verlucca 6.5 Ottimi i suoi anticipi, svolge un ottimo lavoro con i suoi compagni di reparto. In una circostanza cerca la gloria personale con un destro da fuori area che finisce sul fondo.
Luz Dos Santos 7 Due assist e un gol propiziato con un suo tiro, tanta corsa e chiusure importantissime. Partita monumentale da parte dell’esterno di Tosoni.
Galietta 7 Ottimi i suoi lanci, altrettanto positivo il suo lavoro in fase di interdizione. È bravo a lanciarsi palla al piede verso la porta avversaria.
Romano 6.5 Gioca bene in mezzo al campo, senza dare punti di riferimento ai centrocampisti avversari che faticano a contenerlo.
Pititto 8 È bravo ad avventarsi più veloce di tutti sul gol del vantaggio e a siglare la rete del raddoppio. Lavora per e con la squadra, nel finale subentra anche per lui un po’ di stanchezza (37’ st Golfarelli sv).
Petracca 6.5 Rifinisce bene tra le linee, facendo da collante tra attacco e difesa (41’ st Rima sv).
Capriolo 7.5 Lavora bene con la squadra, non dà punti di riferimento e svaria su tutto il fronte offensivo. La rete è la ciliegina sulla torta, un premio per una partita giocata con grande personalità.
10’ st Tabone 6 Sin dal suo ingresso in campo fatica a mettersi in mostra e a trovare spazio tra le linee. Meglio in fase di non possesso.
All. Tosoni 7 Gara studiata e preparata alla perfezione. La Pro Eureka archivia la pratica dopo soli 20’ e amministra bene la gara. Nel secondo tempo rimette in partita l’Atletico Torino, ne soffre la pressione ma ottiene una vittoria fondamentale.

ATLETICO TORINO

Dosio 5 Incolpevole sul primo gol, poteva fare di più in occasione delle altre due reti. Nel secondo tempo prova a lavorare in fase di costruzione, ma non sempre i suoi lanci sono precisi.
Palmiere 6.5 È poco propositivo, subisce passivamente il gioco della Pro Eureka. Migliora dopo il gol dell’1-3 per intraprendenza, spinta lungo il binario di competenza e precisione nei passaggi.
16’ st Cornely 6.5 Si cala subito nella partita, provando a lasciare il suo segno nel match. Ingresso molto positivo il suo.
Torre B. 7 Gioca molto alto e offre una grande spinta. Tiene vivo l’Atletico Torino anche nei momenti di maggior difficoltà dando respiro alla manovra dei gialloblù con precisi cambi di gioco.
Lombardo 5.5 Spreca una grandissima occasione a ridosso del duplice fischio, terminando un primo tempo che lo ha visto in piena difficoltà. Nella seconda frazione è spesso in ritardo nei contrasti di gioco.
Piccirilli 5 Subisce eccessivamente la manovra offensiva degli attaccanti avversari. Meglio in fase di impostazione, anche se fatica molto ad entrare nel ritmo gara.
Hamine 6.5 È preciso negli interventi, propositivo e intraprendente nelle sue giocate. È uno dei più positivi tra i suoi (40’ st Herrera sv).
Gritella 6 Sbaglia spesso gli appoggi nel corso del primo tempo, in cui spesso è in difficoltà. Nella ripresa cresce molto in confronto ad una prima frazione molto difficile (40’ st Palumbo sv).
Torre C. 7 Ci prova su punizione, ma sulla sua strada trova i guantoni di Leone. Gioca con tanta intensità ed è bravo a trovare l’angolo vincente per il gol che riduce lo svantaggio.
Amara 6.5 È brillante nelle giocate, si rivela uno dei più pericolosi in fase offensiva. Sempre imprevedibile nelle giocate, straordinario quando parte palla al piede: fa valere la sua impressionante potenza fisica.
Curto 5 I suoi traversoni sono lenti e imprecisi, è spesso in ritardo nelle sovrapposizioni. Non un grande primo tempo da parte sua.
1’ st Scapino 6.5 Dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo impensierisce subito Leone con una bella conclusione dall’interno dell’area di rigore. Ci prova fino all’ultimo istante di partita.
Gennaro 6 Ci prova con coraggio e dedizione, ma le sue iniziative sbattono contro il muro della Pro Eureka.
16’ st Bellan 6 È poco nel vivo dell’azione. Si accende solo nel finale conquistando buoni calci d’angolo che permettono ai suoi di respirare.
All. Rubino 6.5 Nel primo tempo soffre la pressione della Pro Eureka ma riesce a rimettersi in partita grazie al lampo vincente di Carlos Eduardo Torre. Grande reazione dei suoi nella seconda frazione, merito anche dei suoi cambi azzeccati.

ARBITRO

Cavallo di Cuneo 6.5 Lascia giocare molto nel corso della prima frazione, evitando di frammentare il gioco. Nella ripresa mette mano ai cartellini con maggiore frequenza. Impeccabile in ogni sua decisione.

 

LE INTERVISTE


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli