5 Agosto 2020 - 13:45:37

Pro Eureka – Aygreville Eccellenza: le aquile non volano più, frenate anche a Settimo

Le più lette

Città di Varese Serie D, per la difesa il primo rinforzo è Francesco Mapelli. «Grandi ricordi di piazza e tifoseria»

Il Città di Varese annuncia il primo arrivo nel reparto difensivo: Francesco Mapelli. Giocatore con tanta esperienza in categoria,...

Chieri ha il suo bomber: arriva Riccardo Ravasi

Un po' si sapeva, ma l'ufficialità è sempre una notizia. Il Chieri ha il suo bomber ed è nientemeno...

Santhià Promozione: primo raduno granata e presentazione degli ultimi acquisti

«Siamo cresciuti come squadra e come società, in questa stagione che va ad iniziare cresceremo ancora su altre cose»....

La gara del Valla è stata terreno di conferme per Aygreville e Pro Eureka. Le aquile tengono fede al loro momento no, concedendo completamente un tempo agli avversari, che rimpiangono qualche chance bruciata di troppo, mentre i blucerchiati si leccano le ferite e proseguono con il loro momento positivo in termini di costruzione di gioco, ma non di risultati. Le vittorie di Borgovercelli e Pont Arnad ora mettono a serio rischio la classifica della banda di Rizzo, che deve ritrovare in fretta la migliore condizione. I segni della flessione si notano già dai primi minuti, con la Pro che riesce a sfruttare molto bene gli spazi concessigli, e dopo dieci minuti va vicino al gol: De Paolis rientra benissimo sul destro, crossa per Recano sul secondo palo ma il numero 2 spara alto il tiro al volo. Dopo due minuti ci prova Cuneaz da fuori, ma il tiro si spegne a lato. Il modulo difensivista dei padroni di casa non offre grandi spunti ai centrocampisti delle aquile. Al 35′ il vantaggio tanto agognato da Romagnino e i suoi: Germano riesce a toccare al volo un pallone che invola Taraschi tutto solo verso la porta, complice l’errore congiunto di Gentili e Prola, e l’attaccante blucerchiato ha la freddezza di saltare il portiere e di depositare in porta il pallone. Lo show però non è finito, e De Paolis ha la ghiottissima occasione per raddoppiare il vantaggio tre minuti dopo, ma il suo tiro da fuori area a porta praticamente sguarnita finisce alto. Sul finire di tempo ancora un a palla per Piotto, che riceve dopo uno schema su punizione da Taraschi, ma la gran conclusione si stampa sulla traversa.

Vittorio De Paolis e Stefano Monteleone

L’Aygreville appare visibilmente scosso dall’attacco prorompente della Pro, e corre ai ripari negli spogliatoi. Il ritorno in campo sembra sorridere agli ospiti, che alla prima vera occasione da gol pareggiano i conti: tutto nasce da un bel tiro di Brunod da fuori che impegna Zamariola in angolo; sul corner di Cuneaz, la palla sorvola tutta l’area, per raggiungere un solissimo Barbuio sul secondo palo, che ha tutto il tempo di controllare e bucare Zamariola. Un pareggio quasi insperato per le aquile, data la manifesta superiorità degli avversari, ma che rimette in pista la truppa di Rizzo. Dopo cinque minuti, Matias Barbuio si mette i panni da difensore e salva sulla linea una conclusione al volo di Verlucca, dopo un corner dalla sinistra di Niada. E’ la definitiva sveglia per i rossoneri, che prendono controllo del campo e delle operazioni. Alla mezz’ora Brunod sfiora il gol di testa su assist di Cuneaz, e poco dopo anche Monteleone va vicino alla rete, ma la sua conclusione viene bloccata da Zamariola. E’ la sostanziale fine delle ostilità, con il finale che si accende per un colpo proibito di Zamariola ai danni di un giocatore dell’Aygreville. Tempo di bilanci, positivi per entrambi senza dubbio, ma che devono accendere qualche campanello d’allarme, soprattutto nei valdostani, rei di aver concesso un intero tempo agli avversari. Per una squadra come loro, le distrazioni non sono ammesse.

Damiano Furfori e Daniele Niada
Damiano Furfori e Daniele Niada

PRO EUREKA-AYGREVILLE 1-1
RETI (1-0, 1-1): 35′ Taraschi (P), 12′ st Barbuio (A).
PRO EUREKA (5-3-2): Zamariola 5.5, Recano 6, Verlucca 6.5, Costa 6, Mariani 6.5, Francia 6.5, De Paolis 6 (30′ st Galietta 6, 50′ st Mancino sv), Piotto 5.5 (38′ st Trovato sv), Germano 7 (35′ st Chirone sv), Niada 6.5, Taraschi 7.5. A disp. Chiarle, Rolle, Burei, Luz Dos Santos, Nosenzo. All. Romagnino.
AYGREVILLE (4-2-3-1): Cerbelli 6, Bonel 6, Gentili 5.5, Favre J. 6 (20′ st Bianco 6), Bonomo Garcia 6.5, Prola 5.5, Cuneaz 7, Monteleone 6.5, Brunod 6.5, Furfori 5.5, Barbuio 7 (35′ st Mazzocchi sv). A disp. Nicotera, Mongino M., Mugione, Favre, Battilani, Bosonin, Marchesano. All. Rizzo.
AMMONITI: 29′ Mariani (P), 42′ Monteleone (A), 25′ st Costa (P), 38′ st Bonel (A), 42′ st Furfori (A), 46′ st Mazzocchi (A).
ESPULSI: 50′ st Zamariola (P).
ARBITRO: Quarà di Nichelino 6.5 Gestisce bene una partita che poteva complicarsi parecchio. Uso corretto dei cartellini.

Davide Recano e Andrè Cuneaz
Davide Recano e Andrè Cuneaz

PAGELLE PRO EUREKA
All. Romagnino 6.5 Prosegue il buon momento di forma dei suoi, che mostrano il solito bel gioco palla a terra. I risultati però, ancora una volta, non coronano la prestazione.
Zamariola 5.5 Si fa espellere scioccamente. Saltuariamente distratto sulle uscite, rischia l’imbarcata.
Recano 6 Tenta le solite incursioni a destra. Stavolta meno efficaci. Bene in marcatura su Barbuio.
Verlucca 6.5 Comincia alla grande con una serie di interventi decisivi. Si limita ad amministrare la sua zona con il passare dei minuti.
Costa 6 Ingaggia duelli in velocità con Brunod, che a volte ha la meglio su di lui.
Mariani 6.5 Regista basso fondamentale per la manovra settimese. L’Aygreville vuole limitarlo, e ci riesce solo a tratti.
Francia 6.5 Lanci lunghi a cercare Taraschi che fanno tremare la retroguardia rossonera. Oltre all’impostazione non si dimentica come si difende.
De Paolis 6 Ha un paio di palloni per spaccare la partita ma calcia entrambe le volte alle stelle. 30′ st Galietta 6 Solita corsa a perdifiato.
Piotto 5.5 Non mette la giusta cattiveria nei contrasti e risulta essere dannoso per i suoi.
Germano 7 Il tocco per l’involata di Taraschi è geniale. Manca ancora il gol con la maglia blucerchiata ma l’ex Alicese sta salendo di colpi partita dopo partita.
Niada 6.5 Sempre al centro dell’azione. A volte si specchia troppo in se stesso e rischia la giocata, ma è il prezzo da pagare per le sue magie.
Taraschi 7.5 In palla dal primo all’ultimo minuto. Tiene su la squadra, dà profondità e fa ammattire chiunque lo affronti. Il gol è una conseguenza fisiologica.

Pro Eureka
La Pro Eureka di Pasquale Romagnino

PAGELLE AYGREVILLE
All. Rizzo 6 Forse un po’ di stanchezza delle aquile, che pagano una prima parte di stagione straordinaria. Con la rosa a disposizione, serve un miracolo per rimanere sui vecchi livelli.
Cerbelli 6 Bene in presa alta, anche se rischia qualcosa con le uscite. Si fa saltare da Taraschi in velocità.
Bonel 6 Il jolly di Rizzo si trova ad affrontare un Taraschi in stato di grazia. Compito gravoso, lo assolve finché può.
Gentili 5.5 La linea difensiva sembra meno attenta del solito. Le incursioni delle punte blucerchiate lo disorientano.
Favre J. 6 In posizione troppo arretrata per accentuare il pressing, non morde come dovrebbe. 20′ st Bianco 6 Ci prova con qualche scatto.
Bonomo Garcia 6.5 Chiama disperatamente palla. Voglioso di fare la differenza, è una spina nel fianco con le sue discese.
Prola 5.5 Come Gentili perde la linea e causa il gol.
Cuneaz 7 Il capitano suona la carica e offre il cross per Barbuio. Bene nella doppia fase.
Monteleone 6.5 Lotta con tutte le armi a disposizione. Schermo prezioso davanti alla difesa.
Brunod 6.5 Incarna alla perfezione l’anima dell’Aygreville, fatto di sudore e sacrificio. Non ha enormi occasioni ma fa sempre il massimo per rendersi utile.
Furfori 5.5 La posizione avanzata ne limita le capacità da regista. Nervoso quando deve affrontare Niada.
Barbuio 7 Pallone da spingere solamente dentro. A tratti sembra insofferente, ma si accende a tratti.

Aygreville
L’Aygreville di Alberto Rizzo

LE PAROLE A FINE GARA: ALBERTO RIZZO

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli