Barcanova
La rosa al completo del Barcanova

Annibale Frossi (ex calciatore della nazionale italiana e dell’Inter tra le altre squadre) sosteneva che lo 0-0 fosse il risultato perfetto; così per un certo verso in questa gara playoff è stato. Le due compagini han dimostrato un’ ottima preparazione sia in fase offensiva che in quella difensiva, producendo un pareggio tanto dolce per i padroni di casa quanto scomodo per gli ospiti. Con la vittoria del Caselle in casa del Vigliano, al Barcanova basterà un pareggio nell’ultimo turno, mentre il Sizzano sarà costretto alla vittoria, sperando nella sconfitta appunto della squadra di Marco Fiorino. Campanile con il suo 4-3-3 riesce a sfruttare bene le corsie nel corso della gara, come Paladin con il suo 4-3-1-2 riesce invece il più delle volte centralmente e in profondità a rendersi pericoloso. Il primo tempo non ricco di emozioni, regala una grande occasione per parte: al 15′ Roeta dopo una bella azione corale sfiora il palo con il suo tiro dalla distanza e al 30′ gli ospiti vanno ad un passo dalla rete con Delfino che su un lancio lungo prova a sorprendere con un pallonetto un attento Rosso che intercetta bene. Nella ripresa i ritmi cambiano e le due squadre danno spettacolo. Subito occasionissima per i rossoblù con El Aqir, che credendosi in posizione irregolare sul lancio di Migliardi sciupa in modo clamoroso l’occasione davanti al portiere. Poco dopo il Sizzano incomincia a proporre un ottimo gioco palla terra e prima sfiora la rete con Borrutto e poi Soro tutto solo in area svirgola il possibile pallone del vantaggio. Nel finale doppia grande occasione ancora per i padroni di casa: prima Lombardo non riesce a dar potenza al suo colpo di testa a pochi metri dalla porta, e poi Migliardi in semirovesciata costringe Falconelli al miracolo. La gara sicuramente lascia dell’amaro in bocca alle due compagini, che però tutto hanno dato sul campo da gara in questa partita.

Barcanova 4-3-3
Rosso S. 7 Salva nel primo tempo.
Carangelo 6.5 Nella ripresa si fa vedere di più, con ottime fiammate.
Cardilli 6 Partita di copertura.
Moretto 6.5 Ottimi interventi e bravo a guidare il reparto.
Pagnoni 6 Pochi errori là dietro.
Guida 6.5 Bravo nei lanci e nel velocizzare la manovra. 16′ st Baccaglini 6 Entra e da il suo apporto.
El Aqir 6 Ci mette tanta volontà, ma a volte è impreciso. 28′ st Konan T. 6.5Dà vivacità alla fascia destra.
Roeta 7 Regista offensivo, dai suoi piedi nasce sempre qualcosa.
Lombardo 6.5 Ci mette l’anima, ma viene servito poco. Grande occasione nel finale mancata.
Migliardi 7 Si rende molte volte pericoloso, ma è sfortunato.
Idahosa 6 Tanta corsa, si muove bene, ma delle volte non è lucido.
All. Campanile 6.5 I suoi riconfermano grande qualità. Dietro c’è qualcosa da registrare sui lanci profondi.

Sizzano 4-3-1-2
Falconelli 7 Nella ripresa si supera più volte, sigillando il pareggio.
Finotti 6.5 Molto attento in difesa e bravo a proporsi in avanti.
Raffaelli 6.5 Vive di fiammate in attacco, e non sbaglia dietro.
Forzani 6.5 Sempre ordinato.
Giroldi 6.5 Ottimo filtro.
Cupia 7 Una roccia. Riesce a contenere da vero signore della difesa, un fenomeno come Lombardo.
Grazioli 6 Un po’ macchinoso, ma compie una buona gara.
Soro 6 Tanta corsa e sacrificio
Delfino 6.5 Scaltro a proporsi in profondità sui lanci dalla difesa.
Bouzida 6.5 Bravo a ritagliarsi lo spazio tra le linee avversarie.
Borruto 6.5 Abile nello stretto e nei dribbling, dovrebbe concludere di più verso la porta.
All. Paladin 6.5 Fase difensiva perfetta. In avanti qualcosa manca.

Sizzano
L’undici iniziale di Matteo Paladin