Gianluca Esposito

La finestra di mercato invernale non ha regalato botti sensazionali o stravolgimenti fragorosi nel Girone D di Prima Categoria, ma interessanti spunti di riflessione si possono trovare.

Partiamo dal Caselle, con Gianluca Esposito ha forse fatto l’innesto di più alta qualità del girone. Nel 4-3-1-2 di Santomauro gioca in coppia con Borrello svariando per il fronte offensivo e lavorando molti palloni sulla trequarti insieme a Pistone, grazie alla sua qualità nel calcio da fermo i calci piazzati del Caselle sono diventati ancor più un fattore pericoloso in ogni gara, oltre a questo non si dimentichino i 4 gol già segnati in 5 partite.

Mauro Corso è invece uno di quei giocatori che porta l’esperienza di un campionato vinto con il La Chivasso lo scorso anno, e punta al secondo titolo consecutivo con il River Mosso. Il suo inserimento nel tridente offensivo di Alessio Negro ha iniziato a dare i primi frutti in zona gol domenica, nella gara contro lo Spazio Talent Soccer, ma la grinta e la fame del ragazzo fan pensare che non si fermerà qui.

Chi sta giovando più delle partenze che degli arrivi è il Collegno Paradiso di Emanuel Urbano. Il gruppo sembra essersi solidificato, incentrando il discorso solo su giovani di qualità. Saccà nel nuovo ruolo di centrale difensivo e capitano sembra rinato, Bellan pare abbia trovato la via per dar continuità alla sua indiscutibile qualità e Antonio Gallo, arrivato dal Lascaris, si è già preso le chiavi del centrocampo. Manca il bomber vero, questo si, e se si pensa che il cartellino di Emanuele Cestone è di proprietà del Collegno le conclusioni si tirano da sole…

Portandoci in casa Pianezza l’attenzione cade su Cristian D’Agostino, offuscato dal momento poco felice della squadra, è un giocatore con ottimo passo e buona tecnica, che posizionato nei tre di centrocampo dall’allenatore Michele Bonafede potrà dare ulteriori soluzioni con i suoi inserimenti e pericolosità nelle ripartenze quando parte in conduzione palla.

Qualche nota negativa, Ginamarco Sanna non sembra aver giovato di una rinascita definitiva con il ritorno al Valdruento, nonostante le due reti rifilate al River Mosso, che in ogni caso hanno raddoppiato il suo bottino stagionale, i numeri delle scorse stagioni sembrano lontani. Federico Demarchi, cavallo di ritorno al Cnh Industrial per ora appare indietro nelle gerarchie di Pierluigi Somma per la difesa, ma la sua duttilità potrebbe svoltare la sua annata. Infine va menzionato Savino Gallo del Caselle, più per sfortuna che per demeriti, infatti il suo infortunio al ginocchio ha compromesso il suo ottimo potenziale di partenza.

SCOPRI TUTTI GLI ABBONAMENTI MULTIMEDIALI DI SPRINT E SPORT