10 Agosto 2020 - 21:35:12

Colleretto – River Leinì Prima categoria : Alfano e Zenerino formato Double travolgono i leinicesi

Le più lette

Legnano Serie D, ecco il botto finale e che botto: in lilla arriva Francesco Luoni

Che Edoardo Brusa potesse non essere l'ultimo acquisto del Legnano si poteva facilmente intuire, ma il colpo messo a...

La Biellese, in mediana c’è Dylan Kambo

I lanieri di Rizzo continuano a puntare alto e l'ennesimo segnale arriva dal mercato che regala un centrocampista di...

Città di Varese Serie D, il primo under per Sassarini è il francese Hervè Otelè

Settimo arrivo per il Città di Varese che nella giornata di oggi si è assicurata l'esterno offensivo classe 2000...

Il risultato spesso parla e rispecchia i valori messi in campo e oggi più che mai al “Carlo Koetting” il 3-0 del Colleretto ai danni del River Leinì non può che confermarlo. Continua l’imbattibilità casalinga dei ragazzi di Maggio che disputano una partita stupenda, il risultato fa da cornice a una gara dominata da tutti i punti di vista, mantenendosi saldamente e meritatamente in seconda posizione alle spalle del Valdruento oggi stoppato in casa del Grand Paradis, e guardando la concorrenza agguerrita alle sue spalle un risultato del genere è ancor di più pesante e importantissimo per i collerettesi. Il River leinì di Negro invece si dimostra davvero in crisi di risultati, dopo la gara persa in trasferta contro la capolista e la clamorosa “manita” subita in casa dal Mathi, la pesante sconfitta di oggi porta a tre le gare consecutivamente perse dai leinicesi che pagano duramente e scivolano fuori dalla green zone del girone. La gara parte subito ad alti ritmi da parte delle due squadre, si prospetta una gara accesa e divertente, nessuna delle due squadre è venuta per risparmiarsi, ma dopo pochi minuti il Colleretto fa vedere di avere qualcosa in più e al 3’ un’azione corale propizia l’accesso in area di rigore di Grosso che viene fermato miracolosamente in uscita bassa da Faulisi. Prova ad accendersi anche il River che pesca meravigliosamente Zarantonello in area, il numero 7 in casacca rossa tenta un pallonetto che finisce alto senza impegnare Peirano. Al 7’ minuto raccoglie un calcio d’angolo nuovamente Grosso, si coordina meravigliosamente di collo pieno e calcia di poco alto sulla traversa del River, sarebbe stato un eurogol. I padroni di casa hanno in mano il pallino del gioco e il centrocampo saldamente in controllo e al 10’ ci riprovano con Zenerino che si ritrova la palla nei piedi a un metro dal palo destro della porta avversaria, un gol facile facile ma è lesto Faulisi a chiudere lo specchio, si rifarà stupendamente più avanti l’11 in casacca gialloblù. Al 25’ arriva la stupenda azione che sblocca il match: Grosso al centro servito da Zenerino scarica una sassata velenosa, bravissimo Faulisi in tuffo ad opporsi e deviare, ma un rapace Alfano si fa trovare pronto a ribadire in rete, 1-0 per i padroni di casa e ospiti sempre più in difficoltà. Al 33’ Alfano non sazio della rete da poco messa a bottino tenta il colpaccio scaricando un tracciante stupendo che trova ancora un super Faulisi in tuffo a deviare sul palo. Il primo tempo si chiude con una timida reazione degli ospiti, Patrono al limite area di spalle si gira bene e calcia di poco alto sulla traversa. Nel secondo tempo i padroni di casa non si siedono affatto, ricominciano sullo stesso copione della prima frazione se non meglio, la difesa è impenetrabile e le ripartenze spesso innescate anche da uno straordinario Maranta sulla sinistra diventano sempre più numerose, poco spazio per le manovre offensive del River che spesso si ritrovano con il solo seppur ottimo El Kas a gestire il pallone la davanti. Al contrario Alfano, Sabolo e Zenerino alimentati da Grosso e compagni crescono sempre di più. Sono appena 6 i minuti passati dal fischio di Mancullo di Bra, tanto basta ai ragazzi di Maggio per portarsi sul 2-0 con una stupenda rete di Zenerino che da dentro l’area fa partire una deliziosa parabola senza lasciare scampo a Faulisi. Il River nonostante le numerose indicazioni urlate dalla tribuna da Negro (fuori per squalifica) non riesce a reagire e al 18’ Sabolo si inventa un azione straordinaria, sulla trequarti in progressione brucia Valente e Altieri e si invola in area e per poco non sorprende Faulisi con un tocco sotto, se la palla fosse entrata gli applausi ricevuti comunque dal 10 del Colleretto sarebbero durati per alcuni minuti sicuramente, ovazione per lui. Al 19’ si prende il calore del pubblico anche Tonello che impegna l’estremo difensore leinicese con una spettacolare punizione che supera la barriera e per poco non si insacca all’angolino in basso a sinistra. le sostituzioni del River Leinì migliorano leggermente il fraseggio a centrocampo ma senza mai impensierire seriamente i padroni di casa. al 33’ arriva il definitivo colpo del KO, Sabolo pennella un Assist alla Pirlo per Zenerino che strizza l’occhio e ringrazia battendo l’incolpevole Faulisi per il 3-0 collerettese.

il n° 11 del Colleretto Zenerino Augusto, autore della doppietta ed MVP della gara

A partita ormai conclusa non si rassegna però il centrale difensivo del Colleretto Tonello che ancora una volta su punizione pennella una palla meravigliosa che si infrange questa volta sulla traversa, insieme ai sogni di gloria del difensore dei gialloblù che avrebbe messo volentieri anche la sua firma su questa splendida vittoria. Colleretto che si proietta sempre di più verso la conquista della promozione, la squadra oggi ha vinto e convinto, tre punti e una prestazione davvero sublime che non può che accrescere la fiducia e la solidità del gruppo di Maggio, un bel biglietto da visita per la trasferta in quel di Sain Vincent. Per Negro invece un altra sonora sconfitta che apre di fatto la crisi del River, una crisi di condizione e mentale che potrebbe pericolosamente inficiare quanto di buono fatto fino ad ora, ma il campionato è ancora lungo e c’è tutto il tempo per mettersi sotto a lavorare e ritornare a far sorridere i tifosi di Leinì.

 

IL TABELLINO DI COLLERETTO – RIVER LEINI’

COLLERETTO – RIVER LEINI’ 3-0
RETI: 25′ Alfano, 6’st Zenerino, 33’st Zenerino
COLLERETTO (4-3-3): Peirano 6, Avenatti 6.5, Maranta 8, Nardi 7, Tonello 7, Zardini 6.5, Grosso 7, Curcelli 6.5 (35’st Burbatti SV.), Alfano 7 (38’st Gazzetta SV.),Sabolo 7.5, Zenerino 8. All. Maggio 9. DIR: Vernetto, Tita. A disp. Rovereto, Ferraris, Russo, Sartoreto, Zaltron, Pagliarin.
RIVER LEINI’ (4-3-3):Faulisi 7, Armato 5.5, Altieri 5.5, Valente 5.5, Trotta 5.5, Ortalda 5 (20’st Mounchid 5.5), Zarantonello 5.5 (9’st Talamo 6), Pelle 6 (42’st Keita SV.), Patrono 6 (31’st Kallow 6), Rognetta 5.5, El Kas 6.5. ALL. Lovecchio 5.5. DIR: Di Lecce,Perrucci, Jerrari. A disp. Denzio, Latorre,
AMMONITI: Zardini (C), Grosso (C), Tonello (C), Armato (R), Trotta (R)

L’arbitro Mancullo Luigi della sezione di Bra

ARBITRO: Mancullo (sez. Bra) 7 Manca qualche cartellino agli ospiti, ma nel complesso gestisce bene la gara, ci è sembrato giusto non concedere il calcio di rigore nel secondo tempo, la posizione del braccio del difensore del Colleretto non aumenta il volume del corpo ed è proteso verso il basso, non va verso il pallone.

 

 

LE PAGELLE DEL COLLERETTO

Il Colleretto di Maggio

All. Maggio 9 Non è solo una vittoria, è un’esaltazione del bel gioco, la sua squadra a tratti sfiora la perfezione, dopo pochi minuti la partita sembra già in cassaforte, un cammino stupendo verso l’obbiettivo promozione.

Peirano 6 Poco impegnato, ma dirige la difesa in maniera decisa, pronto quando chiamato in causa in uscita

Avenatti 6.5 Attento in fase di copertura, si prede cura delle transizioni in maniera precisa.

Maranta 8 Partita monstre, un treno sulla sua corsia, impossibile superarlo, quando parte si trasforma n un uragano, inesauribile.

Nardi 7 Cala il ponte levatoio, riempie il fossato e da qui oggi non si passa.

Tonello 7 Sempre attento, ci mette il fisico e i tempi sono perfetti in difesa, sfodera due punizioni stupende, la traversa trema ancora, meritava il gol il cecchino.

Zardini 6.5 Non precisissimo nel primo tempo nei passaggi, cresce nel corso della gara, in interdizione è preziosissimo.

Grosso 7 Gli manca solo il gol, nel primo tempo è tra i più pericolosi, da una sua sassata scaturisce il tapin vincente di Alfano, nel secondo tempo continua e combatte con furia e grinta, un martello pneumatico.

Curcelli 6.5 Qualche sbavatura a inizio gara, ma con il passare dei minuti svaria su tutta la trequarti smistando il gioco in maniera ottima. (35’st Burbatti SV.)

Alfano 7 Un’altra gara di grande spessore, fisicamente e caratterialmente un toro, si fa trovare al momento giusto al posto giusto e apre la gara. (38’st Gazzetta SV.)

Sabolo 7.5 Disputa una gara stupenda, davvero in stato di grazia, molte giocate e cavalcate importanti e decisive, sforna un assist che è come un cioccolatino per la golosità e fame di gol di Zenerino.

Zenerino 8.5 Innesca la manovra che porta alla prima rete, poi una splendida doppietta a incorniciare una partita superba, un rullo compressore che asfalta tutto ciò che trova.

 

LE PAGELLE DEL RIVER LEINI’

Il River Leinì di Negro

All. Lovecchio 5 Sostituisce lo squalificato Negro, la squadra e davvero in difficoltà, serve un cambio di passo dopo gli ultimi deludenti risultati.

Faulisi 7 Assolutamente incolpevole sui gol, per il resto sfodera parate che tengono a galla la squadra evitando una goleada ancora più umiliante.

Armato 5.5 Poco reattivo, a tratti sembra uscirne, ma poi ci ricasca.

Altieri 5.5 In copertura si fa imbucare spesso, e in fase propositiva punge poco.

Valente 5.5 Si fa prendere in velocità troppo spesso e pasticcia, non ha grande aiuto davanti a lui.

Trotta 5.5 Anche lui come i compagni di reparto, partita da dimenticare.

Ortalda 5 Filtro a centrocampo praticamente assente Grosso gli sguscia spesso via, mai pericoloso in fase di costruzione. (20’st Mounchid 5.5 non gli riesce di cambiare le cose)

Zarantonello 5.5 Non si vede mai in avanti, poco incisivo, sbaglia molto. (9’st Talamo 6 qualche fallo ingenuo ma alimenta qualche speranza in fase di ripartenza)

Pelle 6 Non una partita straordinaria, nel secondo tempo, quando cala la pressione avversaria ci prova e qualcosa di buono gli riesce. (42’st Keita SV.)

Patrono 6 Alti e bassi ma riesce spesso a creare qualcosa, allarga bene qualche pallone di sponda. (31’st Kallow 6 non stravolge la partita ma qualche buon pallone toccato e gestito bene lo fa vedere)

Rognetta 5.5 Manca di condizione e si vede, qualche buon recupero palla ma manca lucidità in costruzione.

El Kas 6.5 L’unico a rendersi spesso pericoloso, gran controllo di palla, dribbla bene ma deve fare reparto da solo praticamente.

 L’INTERVISTA A ZENERINO DEL COLLERETTO

 

LE PAROLE DEI TECNICI

 

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI MAGGIO DEL COLLERETTO

 

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LE PAROLE DI NEGRO DEL RIVER LEINI’

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli