10 Luglio 2020 - 19:07:17

Corio – Mathi Lanzese Prima Categoria: Stani sbaglia un rigore, Comentale rimedia e ferma la corsa del Mathi

Le più lette

La Roce diventa RG Ticino e incassa cinque innesti

Mentre la dirigenza cambia la denominazione sociale da Ro.Ce. a RG (Romentino-Galliate) Ticino, il Ds Bratto, insieme al neo...

Poglianese, il nuovo Direttore Sportivo dell’agonistica è Roberto D’Alessandro

Il nuovo Direttore Sportivo della Poglianese è Roberto D'Alessandro. D'Alessandro nell'ultima stagione era il responsabile del settore giovanile e Ds...

Colognese Under 14, svelata la nuova avventura di Alex Seghezzi: «Non vedo l’ora di cominciare»

Riparte dopo qualche giorno di stop l’avventura di Alex Seghezzi sulle panchine dei campi di calcio. A svelarlo è...

Si ferma a 6 la striscia di vittorie consecutive del Mathi Lanzese, frenato con il punteggio di 1-1 in casa del Corio di Fabiano Altobello. Ci avevano abituati troppo bene gli aranciorossi, tanto da arrivare a pensare che il pareggio strappato a Corio sia un mezzo passo falso. Ma la realtà è un’altra. Il gruppo di Natalino Calabrò da più di un mese a questa parte ha ormai completamente cambiato volto rispetto all’inizio della stagione, ma il punto portato via da Corio non può che essere positivo, anche solo considerando la classifica, che vede le due squadre appaiate al 4° posto con 32 punti. Entrambe le squadre quindi possono ritenersi tutto sommato soddisfatte del risultato, che permette a Altobello e Calabrò di continuare a credere nei playoff, sperando in una battuta d’arresto del Colleretto, che sembra però non volersi fermare (7 vittorie di fila dopo il 2-1 in casa San Maurizio firmato Gazzetta-Pentimalli).

LA PARTITA

Altobello schiera i suoi con uno spregiudicato 4-2-3-1, con Mombelli schierato difensore centrale per impostare da dietro l’azione e Comentale libero di muoversi tra le linee da trequartista. Calabrò risponde con il tridente pesante, formato da Panero, Possidente e El Hachmaoui, l’uomo più in forma dell’attacco aranciorosso. A dispetto dei moduli offensivi e della volontà delle due squadre di vincere, il primo tempo è avaro di emozioni. Troppi gli errori in fase di possesso palla, troppo poca la lucidità negli ultimi 20 metri. Gli unici a provarci sono Davide Francoper gli ospiti, che al 6′ spara alto da buona posizione e Picatto per il Corio, che alla mezz’ora non va lontano dal palo con una bella conclusione da fuori. Nella ripresa allora si cambia: Altobello lascia Picatto negli spogliatoi, pescando dalla panchina Stani, l’uomo dei 13 gol in campionato, rivoluzionando così il suo attacco. Comentale si allarga sulla destra, Frittella va a posizionarsi a sinistra e Stani si piazza sulla trequarti, posizione da cui può esprimere tutto il suo potenziale. Ma è su calcio piazzato che il Corio si rende più pericoloso: al 5′ Frittella pesca Gomez con un cross preciso, ma il centrale a pochi passi dalla porta colpisce malissimo di testa, spedendo il pallone direttamente in fallo laterale. Un minuto dopo è invece proprio Stani a mettersi in proprio, quando da posizione centrale centra in pieno la traversa con una punizione fulminante. I padroni di casa con il passare dei minuti acquistano consapevolezza, rendendosi nuovamente pericolosi con Di Grigoli, che di mestiere lavora un pallone dentro l’area e calcia sfiorando il palo. Ma al 17′ ecco l’episodio che stravolge la partita: l’arbitro punisce un braccio troppo largo di Longo in area di rigore e indica il dischetto, su cui si presenta Stani che però si fa ipnotizzare da Zampano. E non è finita qua. Dalla respinta del portiere aranciorosso parte un lancio lungo per Panero, lasciato colpevolmente libero di volare a campo completamente sguarnito: il n° 10 del mathi in primo luogo vede respinta la sua conclusione da Lubello, ma sulla respinta insacca il vantaggio degli ospiti, che in meno di 30 secondi passano dall’essere potenzialmente sotto all’essere incredibilmente sopra di un gol. Il Corio sembra tramortito, ma con un’altra intuizione Altobello riequilibra il match: stavolta è Damiani ad alzarsi dalla panchina e determinare l’esito della gara, quando al 27′ si guadagna un altro rigore (questo molto generoso) per un presunto fallo di Davide Franco. Dagli undici metri stavolta si presenta Comentale, che rimedia all’errore di Stani e pareggia la partita, che sostanzialmente si chiude qui. Negli ultimi minuti non si vedono occasioni da gol e le due compagini si portano a casa un risultato che alla fine non scontenta nessuno.

IL TABELLINO DI CORIO-MATHI LANZESE PRIMA CATEGORIA

CORIO-MATHI LANZESE 1-1
RETI (0-1, 1-1): 17′ st Panero (M), 27′ st rig. Comentale (C).

CORIO (4-2-3-1): Lubello Alessio 6.5, Aliberti 5.5, Nicolaescu 6, Soloperto 6, Gomez 7, Mombelli 6.5, Frittella 5.5 (13′ st Damiani 6.5), Rotariu 6 (38′ st Gava sv), Di Grigoli 6 (40′ st Cirillo sv), Comentale 6, Picatto 5.5 (1′ st Stani 6.5). A disp. Ferrero, Viola Marco, Manino, Boutamra, Magnetti. All. Altobello 6.5.

MATHI LANZESE (4-3-3): Zampano 7, Baldo 6.5, Colombatto 6, Lekaj 6.5, Rotolo 6.5, Franco D. 5.5, Richiardi 5.5, Longo 5.5, El Hachmaoui 5.5, Panero 6.5 (46′ st Konate Alì sv), Possidente 5.5 (13′ st Di Paola 6). A disp. Gallo, Rocchietti, Mascolo, Casassa Stefano, Pjetri, D’Italia, Lekaj. All. Calabrò 6.5.

AMMONITI: 30′ st Gomez (C), 44′ st Soloperto (C).

ARBITRO: Catto di Biella 5.5 Il secondo rigore assegnato al Corio è molto generoso. In più mancano un paio di gialli nel corso della gara.

Corio
Il Corio di Fabiano Altobello

PAGELLE CORIO
All. Altobello 6.5 Con gli ingressi di Stani e Damiani rinvigorisce tutta la squadra. Alla fine paga solamente un gol preso in contropiede.
Lubello 6.5 Si oppone alla grande a Panero, ma sulla ribattuta non può proprio nulla.
Aliberti 5.5 Rischia il giallo con un brutto intervento nel primo tempo, ma l’arbitro lo grazia.
Nicolaescu Val. 6 Limita i danni, riuscendo a contenere la verve offensiva di El Hachmaoui.
Soloperto 6 Lo si vede spesso e volentieri a lottare con grinta su quasi tutti i palloni.
Gomez 7 È vero, spreca una ghiotta occasione per portare in vantaggio i suoi. Ma la prestazione rimane comunque di grande livello: i palloni aerei sono letteralmente tutti suoi.
Mombelli 6.5 Schierato centrale non delude, anzi sfruttando esperienza e mestiere forma una coppia quasi impenetrabile con Gomez.
Frittella 6 Pesca Gomez con un cross preciso su punizione, ma il compagno non sfrutta la chance. 13′ st Damiani 6.5 Frizzante: crea scompiglio e si guadagna furbescamente il rigore del pareggio.
Rotariu 6 Anche lui gioca una gara di sacrificio, dovendo reggere insieme a Soloperto l’intero centrocampo. 38′ st Gava sv
Di Grigoli 6 Va vicino al gol con un’azione di pura esperienza e guadagna il primo rigore, che Stani però sbaglia. 40′ st Cirillo sv
Comentale 6 Ha il merito di spiazzare Zampano dal dischetto, ma per il resto non combina molto altro per meritarsi più della sufficienza.
Picatto 6 Nel primo tempo l’unico vero squillo è un suo bel tiro da fuori che non va lontano dallo specchio. 1′ st Stani 6.5 Voto difficile: è vero sbaglia il rigore, ma non è certo colpa sua se Panero viene lasciato libero di volare indisturbato verso la porta. In più dal suo ingresso in campo la squadra cambia indubbiamente volto. La traversa colpita su punizione ancora trema.

Mathi Lanzese
Il gruppo di Natalino Calabrò

PAGELLE MATHI LANZESE
All. Calabrò 6.5 La sriscia di vittorie consecutive si ferma a 6, ma un punto qui potrà rivelarsi di grande importanza a fine campionato.
Zampano 7 Riflessi da gatto sul rigore di Stani, uno che non è abituato a vedere i propri tiri dal dischetto non finire in rete. La sua respinta inoltre genera il gol del vantaggio del Mathi.
Baldo 6.5 Concentrato dall’inizio alla fine, dalle sue parti è difficile passare.
Colombatto 6 Bada più alla fase difensiva che a quella offensiva, senza affondare più di tanto sulla fascia.
Lekaj 6.5 Anche oggi mette in mostra le sue qualità in fase di impostazione.
Rotolo 6.5 Si completa perfettamente con Lekaj, agendo da vero e proprio stopper degli aranciorossi.
Franco D. 5.5 Leggermente ingenuo nel cadere nella trappola di Damiani, anche se il rigore sembra francamente molto generoso.
Richiardi 5.5 Anche lui viene graziato dal direttore di gara per un brutto fallo non sanzionato con il cartellino giallo.
Longo 5.5 Le braccia troppo larghe in area da quest’anno vengono sempre punite, e lui viene colto in flagrante su una sponda di Di Grigoli.
El Hachmaoui 5.5 Leggermente fumoso e nervoso, non riesce a trovare il modo di incidere sulla gara.
Panero 6.5 Qualche volta esagera nei preziosismi palla al piede, ma il gol del vantaggio porta la sua firma. 46′ st Konate Alì sv
Possidente 5.5 Anche lui in ombra, ingabbiato da Gomez che non gli lascia spazio per respirare. 13′ st Di Paola 6 Si piazza sulla fascia, suo territorio di caccia preferito, e prova ad impensierire Nicolaescu con qualche fraseggio di qualità.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli