20 Giugno 2021

Gassino SR – Grand Paradis Prima Categoria: Rosso dal dischetto manda il Gassino in paradiso

Le più lette

Pro Eureka-Borgaro Eccellenza: Orofino incontenibile, Cacciatore affonda la Pro Eureka

Il modo migliore per chiudere una stagione che, in un modo o nell’altro, verrà ricordata positivamente. Pro Eureka e...

LG Trino-La Biellese Eccellenza: Kambo scaccia la paura ma non evita lo spareggio, sarà “finale” con l’RG Ticino

È successo di tutto. Partiamo da ciò che conta di più, ovvero il risultato. Il 2-2 finale tra LG...

Lecco-Pro Vercelli Under 17: Cavaliere estrae la spada, Bianchi affonda il colpo. Blucelesti secondi, finale amaro per Melchiori

Solidi, lucidi, vincenti. Aggettivi attribuibili ai ragazzi in maglia bluceleste, che risolvono la pratica Pro Vercelli nei primi 45...

Rosso di sera, vittoria si spera, e in effetti sono quasi le cinque di sera, quando il tiro dal dischetto di Andrea Rosso sigla il risultato di un match che il Gassino avrebbe dovuto far suo molto prima, e che invece si è risolto, con qualche affanno di troppo, solo nel finale e per di più con un uomo in meno, rischiando così la beffa contro un Grand Paradis decisamente rinunciatario per gran parte del match, e a cui non pareva vero di poter finire il match in superiorità numerica così da tentare il colpaccio.

Già dopo due minuti di match, infatti, Rosso pesca bene Mensa in area che si libera, ma tutto solo spreca tirando a lato. Si gioca fondamentalmente a una porta sola, perché i valdostani badano solo a coprire, mentre i biancorossi dominano in lungo e in largo. Il problema è tramutare questo dominio in gol. Salvataggi miracolosi dei difensori, errori sull’ultimo passaggio, i padroni di casa, come si dice in questi casi, mancano di incisività. Se poi ci si mette anche un po’ di sufficienza nel tirare… Al 35′, ad esempio, Cravero ha la palla buona, ma il suo pallonetto manca della necessaria convinzione, e la palla finisce sopra la traversa. Ospiti pericolosi solo allo scadere, quando Andrea Rosso perde un pallone sanguinoso ai limiti dell’area, Denys Apparenza arriva al tiro che esce di un paio di metri.

Dal punto di vista tattico, la partita non cambia nella ripresa: Gassino in pressione alla ricerca del gol, valdostani in trincea a difendere lo zero a zero. Al 4′ bella giocata di Coretti, palla indietro a Delli Santi, tiro troppo di esterno. Due minuti dopo, l’assist di Mensa per Coretti è un cioccolatino, ma Shkreli è bravissimo a restare in piedi e a chiudere lo specchio sul tiro ravvicinato. I cambi fanno perdere qualche sicurezza al gioco del Gassino, Apparenza e Bullone mettono in mostra qualche giocata interessante, anche se le occasioni migliori sono sempre di marca biancorossa. Al 27′ ancora Shkreli deve fare gli straordinari per salvare in corner una deviazione maldestra di Boch.

L’espulsione di Zucco per doppia ammonizione complica ancor più i piani per la squadra di casa. Il Grand Paradis vorrebbe gestire con più tranquillità, rischia però contropiede, come al 36′ quando Coretti si trova a tu per tu con il portiere, senza riuscire a superarlo. Ma, come canta Lenny Kravitz, non è mai finita finché non è finita, e così al 41′ Gagliardi è bravo a conquistarsi un rigore sul tocco ingenuo di Goraz. Dal dischetto Rosso è implacabile: Gassino in paradiso, Grand Paradis… in purgatorio!

IL TABELLINO DI GASSINO SR – GRAND PARADIS PRIMA CATEGORIA

GASSINO SR-GRAND PARADIS 1-0

RETE: 41’st (rig.) Rosso.

GASSINO SAN RAFFAELE (4-2-3-1): Cereser 6.5, Cocozza 6.5, Dall’Omo 6.5, Rosso 7, Battistello 6.5, Perazzolo 6, Cravero 5.5 (1’st Colucci 6), Bullaro 7 (11’st Zucco 5.5), Mensa 6 (30’st Gagliardi 6.5), Delli Santi 6 (19’st Bipedi 6), Coretti 5.5 (37’st Nurchis s.v.). A disp. Massone, Giardina, Castellucci. All. Filograno 6.5

GRAND PARADIS (4-5-1): Shkreli 7, Chiudinelli 5 (40’st Bullio s.v.), Mongino 6, Boch 5.5 (30’st Melidona 5), Goraz 5.5, Apparenza A. 6, Pellissier Je. 6 (44’st Abe s.v.), Telesforo 6, Gullone 6, Apparenza D. 6.5, Bonomo 5.5. A disp. Pellissier Ji., Ronc, Perrier. All. Telesforo 5.5.

ARBITRO: Brescia di Novara 7 Qualche sbavatura, impeccabile nelle scelte importanti (espulsione e rigore).

ESPULSO: 28’st Zucco (G) per doppia ammonizione.

AMMONITI: Mensa (G).

GASSINO SAN RAFFAELE

All. Filograno 6.5 Squadra ben impostata, forse deve aumentare la velocità delle giocate per diventare una top del girone.
Cereser 6.5 Nessuna paratona, chiude sempre con sicurezza.
Cocozza 6.5 Solido e sicuro sulla fascia destra.
Dall’Omo 6.5 Si propone con continuità, qualche apprensione su Jean Pellissier.
Rosso 7 Qualche errore lo commette, certo, ma resta il punto di riferimento del gioco biancorosso, e alcuni lanci fanno la differenza, come d’altronde il rigore decisivo.
Battistello 6.5 Segue Bullone che lo porta a spasso per tutto il fronte offensivo.
Perazzolo 6 Attento nelle chiusure, senza particolari acuti.
Cravero 5.5 Ha un paio di occasioni nel primo tempo, le sciupa. 1’st Colucci 6 Si fa notare per il suo dinamismo, poi si perde un po’.
Bullaro 7 Pit Bull-aro non fa passare nemmeno una mosca e ogni tanto si concede qualche inserimento offensivo 11’st Zucco 5.5 Due falli, due gialli, poteva andare meglio.
Mensa 6 Anche lui poco freddo sotto porta, sempre utilissimo per il gioco della squadra. 30’st Gagliardi 6.5 Abile nel districarsi in area e a conquistare il rigore.
Delli Santi 6 A volte si pesta i piedi con le altre punte, deve trovare bene la sua posizione. 19’st Bipedi 6 Qualche spunto interessante.
Coretti 5.5 Dispensa giocate di qualità e assist preziosi, ma le due palle gol della ripresa andavano concretizzate.

GRAND PARADIS
All. Telesforo 5.5
Forse in casa la squadra si trasforma, a Gassino ha mostrato proprio poco.
Shkreli 7
Due grandi parate nella ripresa, la più difficile sul suo difensore.
Chiudinelli 5 A destra Coretti fa quel che vuole.
Mongino 6 Più sicuro nelle coperture sulla fascia mancina.
Boch 5.5 Rischia l’autogol, e spesso fatica a controllare le punte di casa. 30’st Melidona 5 Non lo si vede mai.
Goraz 5.5 Ingenuo e avventato in occasione del rigore.
Apparenza A. 6 Tra i più continui e positivi nei duelli in mezzo al campo.
Pellissier Je. 6 Con alcune giocate sembra riuscire a mettere in crisi la difesa di casa, poi si perde.
Telesforo 6 Cerca di dettare i tempi in mezzo al campo.
Bullone 6 Pressa i difensori e appena può riparte.
Apparenza D. 6.5 Ma anche sostanza, le giocate migliori nascono dai suoi piedi.
Bonomo 5.5 Lotta a centrocampo, spesso in difficoltà.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli