27 Gennaio 2021

Prima Categoria, la Mathi non si ferma più e infila la quinta

Le più lette

I padroni della fascia: focus sugli esterni piemontesi

Continuano le nostre rubriche focalizzate sui protagonisti del calcio giovanile piemontese. Questa settimana, in edicola e sullo store digitale,...

Pontese, Promozione femminile: «Il calcio valtellinese deve ancora crescere, ma ci sono le basi»

Il vice allenatore Stefano Ramponi ha una propria, chiara, idea sul calcio femminile in Lombardia, che vorrebbe più incisivo:...

Grosseto-Piacenza Serie C: De Respinis e Martimbianco la combinano grossa e regalano al Grifone il sorpasso sull’Albinoleffe

La prima partita del girone di ritorno, una sorta di sfida salvezza tra Grosseto e Piacenza, si conclude con...

I segnali c’erano, ma forse non era ancora abbastanza. La Mathi Lanzese aveva iniziato l’anno nuovo pareggiando 0-0 sul difficile campo del Colleretto (nel recupero della 14ª giornata). Senza dubbio un ottimo pareggio, ottenuto in trasferta con la seconda forza del girone, che avrà sicuramente dato speranza ai sostenitori più ottimisti.
Bicchiere che sembrava mezzo vuoto invece per i tifosi più incerti, che vedevano in quel pari l’ennesima occasione sprecata per portare a casa tre punti, che in quel momento mancavano da addirittura tre mesi (3-0 in trasferta contro il fanalino di coda San Maurizio). In pochi avrebbero dunque pronosticato un inizio di 2020 così folgorante per la Mathi.
Invece di farsi prendere dallo sconforto, la società si è stretta intorno alla figura del tecnico Natalino Calabrò, dandogli fiducia e permettendogli di lavorare con serenità. E ora tutto sembra cambiato. Gli aranciorossi ora sono infatti una delle formazioni più in forma del girone.
Il 3-1 sul Locana (firmato Lekaj, El Hachmaoui e Mascolo) e l’1-0 sul Fenusma (siglato Panero) hanno infatti interrotto il digiuno di vittorie, ma è alla 16ª giornata che è arrivata la vera svolta. La trasferta a Leinì si preannunciava osticissima, con il River accreditato dai più per essere la vera anti Valdruento.
Ma la risposta dei ragazzi di Calabrò è stata formidabile: un roboante 5-0 ai danni dei leinicesi (reti di Cravero, Panero, El Hachmaoui, Longo e Possidente) che ha conferito al gruppo quello che più mancava, ovvero la consapevolezza di potersela giocare con tutti. Successivamente è stata un convincente 2-0 ai danni del Saint Vincent Chatillon, firmata dalla doppietta di El Hachmaoui, vero volto della rivoluzione aranciorossa.
Il bomber classe 1999 ha decisamente cambiato marcia, segnando in queste ultime partite più gol di quanti ne avesse fatti nell’intero girone di andata (4 nelle ultime 5, a dispetto delle 3 segnate fino a gennaio).
A chiudere il cerchio la 5ª vittoria consecutiva in trasferta contro una delle rivelazioni del girone: il Grand Paradis di Luciano Telesforo. Un 2-1 firmato Panero e Possidente, a rendere vano il momentaneo pareggio di Gullone. Ora le prospettive sono completamente diverse per la Mathi, che in un mese ha ribaltato tutto, portandosi a -3 dal 3° posto occupato dal Corio.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli