12 Agosto 2020 - 01:08:37

Prima Categoria: Locana è l’ora della svolta

Le più lette

Juventus Primavera, il Monza si aggiudica l’amichevole estiva

La Juventus Primavera torna in campo per preparare l'ottavo di finale di Youth League contro il Real Madrid del...

Castellazzo, Nobili al posto di Adamo in panchina

D'un tratto il Castellazzo diventa l'ultima panchina di Eccellenza a registrare uno scossone. Dopo due anni la strada di...

Ripartenza, ecco i gironi di Eccellenza e Promozione

Con un po' di ritardo rispetto alle altre stagioni, il Comitato Piemonte e Valle d'Aosta ha pubblicato i gironi...

A metà novembre erano arrivate come un fulmine a ciel sereno le dimissioni di Pier Gianni Grosso, che aveva deciso di lasciare la guida del Locana dopo un inizio tutt’altro che negativo. I biancoviola infatti, da neopromossi, si erano presentati ai nastri di partenza a fari spenti, rendendosi protagonisti però di un avvio di stagione molto incoraggiante.
Dopo 7 partite la classifica vedeva il gruppo di Grosso addirittura al 4° posto, a pari punti con il Gassino: le due vittorie in trasferta con Fenusma e San Maurizio e soprattutto la vittoria casalinga con il River Leinì (queste ultime entrambe firmate da due doppiette di Alberto Grosso) avevano dato una consapevolezza ed un entusiasmo all’ambiente biancoviola che in pochi avrebbero pronosticato ad inizio campionato. Da lì in poi però qualcosa si inceppa.
Dopo due sconfitte consecutive con Cafasse e Mappanese Grosso decide appunto di lasciare, ma la dirigenza non si fa trovare impreparata e chiama a sostituirlo Massimo Bollone, protagonista nella stagione scorsa alla guida della Mathi Lanzese, che aveva condotto fino al 4° posto.
Il neo tecnico è fiducioso e ottimista per il prosieguo della stagione, ma l’attesa sferzata non arriva. Considerando la sconfitta con il Quart all’11ª giornata (in cui Bollone però non era presente per terminare un corso a Coverciano), i punti raccolti sotto la nuova guida tecnica sono troppo pochi. Tutto questo fino all’ultima giornata, in cui si prospettava una trasferta ostica in casa della Bosconerese. È qui che arriva la svolta. È qui che i ragazzi di Bollone tirano fuori le unghie, proprio quando il baratro sembrava spalancarsi sotto i loro piedi. La doppietta di Brosteanu e il primo gol in maglia biancoviola di Abbascià permettono al Locana di cogliere una vittoria che mancava dalla 7ª giornata (5-3 a San Maurizio).
Entusiasta Bollone a fine partita: «Nonostante i risultati non arrivassero, non ho mai perso la fiducia nei miei ragazzi. Abbiamo sempre lavorato bene in settimana e sapevo che ci sarebbe voluto un po’ di tempo per vedere risultati concreti. Ora dobbiamo essere ancora più bravi a far sì che questa vittoria non sia un fuoco di paglia, perchè la classifica attuale richiede punti e prestazioni all’altezza. Da ora in avanti bisogna dare il massimo fino alla fine».

LE PARTITE SEGUITA DEL GIRONE

Prima Categoria Girone C San Maurizio Canavese – Montanaro (Edoardo Bar)
Prima Categoria Girone C Corio – Quart (Davide Cavallini)

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli