Spartak San Damiano-Luese, una sentenza che farà discutere

Spartak San Damiano-Luese

Sentenza che farà discutere quella di Spartak San Damiano-Luese, partita di Prima Categoria non disputata domenica scorsa e che il Giudice Sportivo ha deciso di mandare a ripetere. La partita avrebbe dovuto essere giocata sul sintetico invece che sul consueto campo in erba (impraticabile), la Luese si è però accorta fin da subito delle misure non regolamentari del terreno di gioco, presentando riserva scritta. Tutti si sarebbero quindi aspettati un 3-0 a tavolino in favore dei monferrini.

Da cosa nasce la decisione del Giudice Sportivo? Lo Spartak aveva ricevuto comunicazione di regolare omologazione del sintetico da parte del Comune di San Damiano D’Asti, e anche per gli uffici di via Volta effettivamente il campo risulta omologato. Tuttavia, il problema sta nel mezzo, perché il sintetico in questione è omologato fino alla Seconda Categoria e senza una specifica deroga della Lega Nazionale Dilettanti non può essere utilizzato in Prima. In fase di controllo del campo, però, questo piccolo particolare è sfuggito, dando l’ok per la disputa del match. Match che verrà recuperato il 12 dicembre.

Spartak San Damiano-Luese, la sentenza

Il Giudice Sportivo Territoriale,
visti gli atti di gara dai quali è emerso che la gara ASD Spartak San Damiano – USD Luese del 02.12.2018 non è stata disputata in quanto il campo di gioco è risultato, a seguito delle misurazioni effettuate dal direttore di gara, non conforme alle misure stabilite nel Regolamento LND, fissate per il Campionato di Prima Categoria in mt. 50 x 100, con una tolleranza non superiore al 4%;
considerato che il venerdì antecedente alla disputa della suddetta competizione il Comune di San Damiano d’Asti, in qualità di proprietario dell’impianto sportivo ove è sito il campo in erba naturale, “Norino Fausone”, campo ufficiale di gara della squadra Spartak San Damiano per il Campionato di Prima Categoria, comunicava a mezzo mail alla predetta società l’impraticabilità del terreno di gioco che si era gravemente danneggiato in fase di “rullatura”, offrendo contestualmente l’uso alternativo del campo in erba sintetica sito nel medesimo complesso sportivo;
posto che lo stesso Comune di San Damiano dichiarava espressamente nella suddetta mail che il campo in erba sintetica risultava “regolarmente omologato per detta categoria”, ritenuto quindi nel caso di specie configurarsi un’ipotesi di incolpevole affidamento da parte della ASD Spartak San Damiano, la quale in assoluta buona fede riteneva correttamente omologato il campo in erba sintetica anche per le gare di Prima Categoria e che, peraltro, non può essere ritenuta colpevole della inagibilità del campo in erba naturale, dovuta alla fangosità del terreno e agli effetti sullo stesso delle operazioni di manutenzione effettuate dall’Ente comunale, nei giorni immediatamente precedenti la gara in oggetto;
DELIBERA: di disporre la ripetizione della gara, dando mandato al Comitato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta affinchè provveda alla ricalendarizzazione della stessa.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.