12 Agosto 2020 - 01:21:33

Valdruento – River Leinì Prima Categoria: Pelle stavolta non basta, Chiodi e Mastrorosa riportano alla vittoria i druentini

Le più lette

Villa Valle, aspettative alte e la giusta esperienza: con Bolis idee chiare e squadra tecnica

È nella splendida cornice dell’hotel ristorante Settecento a Presezzo che nella serata di mercoledì 5 agosto si è tenuta...

Rovato Eccellenza, tra i pali arriva Manuel Felotti dal Brusaporto

Nuovo portiere per il Montorfano Rovato, società impegnata nel campionato di Eccellenza, che si è assicurata il classe 2002...

Mantova Berretti, scelta la guida tecnica: Matías Cuffa è il nuovo allenatore

Tramite il proprio sito ufficiale, il Mantova ha ufficializzato l’allenatore della Berretti per la stagione 2020/2021: si tratta di...

L’occasione era ghiottissima. Il River Leinì arrivava allo scontro diretto con il Valdruento forte di 11 risultati utili consecutivi (7 vittorie e 4 pareggi, l’ultima sconfitta con il Locana alla 4ª giornata). I druentini invece stavano vivendo il primo momento di appannamento della stagione, con 4 pareggi consecutivi a rovinare parzialmente il magnifico girone di andata. In più il gruppo di Michele Bonafede doveva fronteggiare una serie infinita di infortuni, costringendo il tecnico a reinventarsi totalmente la difesa e quasi metà della formazione titolare. Ma niente di tutto ciò ha fermato la capolista, che ha ritrovato se stessa nel momento migliore, giocando un meraviglioso primo tempo e cogliendo una vittoria per 2-1 firmata da Chiodi e Mastrorosa, che la riproietta a +11 sul Colleretto, ora secondo dopo il 3-1 rifilato al Locana. Troppo timoroso invece il River, che si sveglia solamente nella ripresa, non riuscendo a completare la rimonta.

LA PARTITA

Partenza a razzo per i padroni di casa, che in 10 minuti costruisce due nitidissime palle gol. Il protagonista è sempre Mastrorosa, che prima sfiora il palo con un destro incrociato, per poi mangiarsi un gol non da lui: Armao sfonda sulla destra e trova tutto solo in area piccola il bomber druentino, che però centra clamorosamente la traversa a porta vuota da un metro. Al 28′ nuova traversa, stavolta colpita dagli ospiti: è Pelle a trovare il legno direttamente da calcio d’angolo, la cui traiettoria per poco non inganna Losacco. I leinicesi sembrano però imballati e non riescono ad arginare le ondate della capolista, che nel finale del primo parziale trova vantaggio e raddoppio nel giro di 4 minuti. Al 36′ Valente perde palla in uscita, Armao ne approfitta e crossa trovando Piras, la cui deviazione trova di nuovo la traversa, ma stavolta c’è Chiodi ad avventarsi lesto sulla ribattuta, insaccando di testa la rete dell’1-0. Chiodi che poco dopo si mette in proprio, facendo vedere al pubblico tutte le sue qualità: dribbling secco su Trotta sulla sinistra, palla geniale per Mastrorosa che si rifà dell’errore precedente scagliando un bolide di sinistro che va ad infilarsi sotto l’incrocio dei pali. A tempo quasi scaduto potrebbe anche arrivare il tris, ma stavolta Faulisi è bravo a rimanere in piedi sul tentativo di pallonetto di uno scatenato Chiodi, servito bene da Macario. A inizio ripresa Negro prova a giocarsi la carta vincente, spostando Montanino a sinistra e sostituendo Altieri con patrono, schierato come terzino destro con compiti prettamente di spinta. La mossa si rivela azzeccata, il River trova equilibrio e fluidità, dando vita ad una nuova partita e cercando con rinnovato entusiasmo la rimonta. Al 20′ è proprio Patrono ad entrare in area di rigore e a guadagnarsi la massima punizione per fallo di Garzia: dal dischetto si presenta il faro del centrocampo ospite Francesco Pelle, che batte Losacco ed accorcia le distanze. Non basta però al gruppo di Alessio Negro, che dopo un’ultima occasione sempre firmata Patrono non crea ulteriori pericoli. Al fischio finale si scatena l’entusiasmo del pubblico druentino, a testimonianza dell’importanza capitale che potrà avere questa vittoria sull’economia della stagione.

IL TABELLINO DI VALDRUENTO-VALDRUENTO-RIVER LEINÌ 2-1

RETI (2-0, 2-1): 36′ Chiodi (V), 39′ Mastrorosa (V), 20′ st rig. Pelle (R).

VALDRUENTO (4-2-3-1): Losacco 6, Senatore 6.5, Riva 6.5 (31′ st Giuliani 5.5), Bettineschi 6.5, Garzia 6, Macario 6.5, Piras E. 6 (43′ st Raimondo sv), Tornabene 6, Mastrorosa 6.5, Chiodi 7.5 (47′ st Fusetto sv), Armao 7 (16′ st Vassallo 6). A disp. Chiodi, Zappalà, Amaral, Camaggio, D’Agostino. All. Bonafede.

RIVER LEINÌ (4-3-3): Faulisi 6.5, Montanino 5.5, Altieri 5.5 (1′ st Patrono 7), Valente 6, Trotta 5, Ortalda 6, Zarantonello 5, Pelle 7, Elkas 5.5, Rognetta 5.5, Postiglione 5.5 (26′ st Mounchid 6). A disp. Denzio, Giagnorio, Talamo, Paletto, Kalow, Jerrari. All. Negro.

AMMONITI: 36′ Trotta (R), 6′ st Armao (V), 46′ st Mastrorosa (V).

ESPULSI: 39′ st Zarantonello (R).

ARBITRO: Perticari di Collegno 7 Dirige con personalità una gara non facile.

VALDRUENTO
All. Bonafede 8 Vittoria che vale triplo: porta a casa 3 punti dopo 4 pareggi di fila, battendo una diretta concorrente nonostante le numerosissime assenze.
Losacco 6 Viene sorpreso solo dalla traiettoria insidiosa di Pelle da calcio d’angolo, ma la traversa lo salva.
Senatore 6.5 Sempre attento e pulito. Da vero capitano si esalta nelle difficoltà, trascinando un reparto arretrato totalmente reinventato.
Riva 6.5 Giganteggia sui palloni aerei ed è particolarmente preciso nelle diagonali. 31′ st Giuliani 5.5 Si vede che non è al meglio: in 15 minuti soffre tremendamente le discese di Patrono, che lo salta troppo facilmente in un paio di occasioni.
Bettineschi 6.5 Gioca una gara diligente badando al sodo.
Garzia 6 Stene Patrono in modo ingenuo, ma nel complesso se la cava.
Macario 6.5 Sempre lucido in regia, serve un bel pallone a Chiodi che si fa ipnotizzare da Faulisi.
Piras 6 Partecipa attivamente al primo gol, cogliendo la traversa e propiziando la rete di Chiodi. 43′ st Raimondo sv
Tornabene 6 Partita di sostanza e sacrificio in mezzo al campo.
Mastrorosa 6.5 Si mangia un gol clamoroso con un errore non da lui. Ma il gol che decide la partita porta la sua firma, ed è di pregevole fattura.
Chiodi 7.5 Versione deluxe: gol da rapace d’area e dribbling ubriacante condito da assist geniale. 47′ st Fusetto sv
Armao 7 I suoi non diventano due assist solo perchè i compagni centrano la traversa da ottima posizione. Spina nel fianco della difesa leinicese. 16′ st Vassallo 6 Ordinato come sempre, si piazza largo e pressa fino alla fine.

River Leinì
Il River Leinì di Alessio Negro

RIVER LEINÌ
All. Negro 6.5 È vero, il Valdruento era molto rimaneggiato e il primo tempo dei suoi è stato troppo rinunciatario. Ma su questo campo vincere rimane una chimera per tutti, e nella ripresa azzecca il cambio Altieri-Patrono dando una scossa alla squadra.
Faulisi 6.5 Ipnotizza Chiodi e tiene in vita i suoi. Attentissimo in uscita.
Montanino 5.5 Eccessivamente ruvido, a volte tarda troppo a lanciare in fase di impostazione.
Altieri 5.5 Patisce le folate di Armao e non riesce a spingere come si deve. Resta negli spogliatoi ad inizio ripresa. 1′ st Patrono 7 Mossa azzeccata di Negro, che lo sguinzaglia nella ripresa schierandolo terzino destro. Si mangia la fascia destra, si procura il rigore e va vicino al gol del pareggio.
Valente 6 Un paio di interventi in scivolata da applausi. L’unico neo è però fatale: una brutta palla persa che vale il vantaggio druentino.
Trotta 5 La facilità con cui Chiodi lo salta sul 2-0 è il manifesto perfetto di un primo tempo da incubo.
Ortalda 6 Play basso come sempre, cerca di dare ordine alla manovra ospite.
Zarantonello 5 Non riesce ad incidere sul match e si innervosisce con il passare dei minuti, fino a farsi cacciare per proteste.
Pelle 7 Solita qualità che viene fuori anche su un campo difficile. Freddo nell’esecuzione del rigore.
El Kas 5.5 Fatica a puntare l’uomo e a creare la superiorità necessaria per bucare la difesa del Valdruento.
Rognetta 5.5 Cerca invano di ragionare palla al piede. Talvolta si ha l’impressione che tardi troppo prima di passare la palla.
Postiglione 5.5 Viene ingabbiato dalla coppia Bettineschi-Garzia. Anche di fisico perde il duello con i centrali avversari. 26′ st Mounchid 6 Qualche spunto nel finale, ma i padroni di casa chiudono ogni varco e diventa difficile sfondare.

Le parole a fine gara di Alessio Negro e Michele Bonafede

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli