Zullo
Simone Zullo in azione

Il Caselle riscatta la sconfitta della prima giornata e rimette tutto in corsa andando a vincere sul campo del Vigliano. I giallorossi di Fiorini, invece, mancano l’opportunità per chiudere il discorso promozione che è rimandato all’ultima giornata. I rossoneri, ad un passo dal baratro e con una formazione rimaneggiata per le assenze degli squalificati Guelfo e Grimaldi e degli indisponibili Bussi, Saracino, Gianinetto e Bonomo hanno sfoderato una prestazione maiuscola aggiudicandosi la delicata sfida con pieno merito. Il Vigliano per la prima volta in questi playoff ha giocato in casa e soprattutto senza l’obbligo di dover vincere e la squadra non è stata in grado di mettere in campo la necessaria grinta. Quella che Fiorini si augura di avere per il match decisivo contro il Barcanova. Di Muro imposta la squadra con un classico 4-4-2: in mezzo al campo le geometrie di Gentile e la sostanza di Rucchione permettono a Palma e Alestra. II di supportare lo scatenato Zullo che fa impazzire i difensori avversari mentre Kevin Damiani si piazza al centro dell’area con una vistosa fasciatura alla mano, risultato di uno spiacevole morso di un cane patito al mattino. Il Vigliano risponde con Beltrame unica punta e con Marra, Emanuele e Damas alle sue spalle mentre Antoniotti e Zanino annaspano a centrocampo. Nel primo tempo succede poco: un colpo di testa di Rucchione e un tiro di Damiani da una parte e un a punizione di Damas dall’altra parte. In avvio di ripresa Damiani è pronto a sfruttare un assist del solito Zullo e insacca da favorevole posizione. Un’altra combinazione tra i due non è coronata da successo. Nel finale gli assalti disperati del Vigliano trovano una difesa arcigna e un Leone insuperabile. L’ingresso nel finale di Sorrentino, fatte le dovute proporzione, ricorda i sei minuti di Rivera nella finale di Mexico 1970, per i mugugni che solleva la sua esclusione. Ma su questo Fiorini taglia corto: «Quando ho fatto giocare lui insieme a Beltrame i risultati non sono arrivati e i numeri parlano chiaro in questo senso».

Vigliano 0
Caselle 1
RETI: 3′ st Damiani[98] (C).
VIGLIANO (4-2-3-1): Nelva Pasqual 6.5, Zorio 7, Romagnoli[98] 6, Zanino 5.5 (5′ st Pareschi 6.5), Rega 6, Gaio S. 6, Emanuele Andrea 5.5 (31′ st De Souza[00] sv), Antoniotti 5.5 (26′ st Banino sv), Beltrame 6, Damas Lopez Jose 6 (48′ st Sorrentino sv), Marra[96] 6. A disp. Guaglio, Negro Pet, Garitta[98], De Lorenzi[99], Itua. All. Fiorini 6.
CASELLE (4-4-2): Leone 8, Trapella 6.5, Pelà[01] 6.5, Alestra 7, Gentile 7, Machetta 6.5, Zullo[96] 8 (51′ st Piu[01]), Rucchione 7, Damiani[98] 7, Alestra Gaetano 7, Palma 7 (21′ st Nezzi[01] 6.5). A disp. Grandinetti[01], Abbagnale, Luzzi, Vaula, Abubakar[98], Ferrero[01]. All. Di Muro 7.
AMMONITI: Trapella (C), Pareschi (V), Gaio S. (V), Rega (V).
ARBITRO: Munfuletto di Bra 6.5.

Vigliano-4-2-3-1
Nelva Pasqual 6.5 Sul gol può fare poco, per il resto si conferma la solita garanzia.
Zorio 7 Nella ripresa è l’attaccante aggiunto.
Romagnoli 6 Fatica a stare dietro gli estri di Zullo.
Zanino 5.5 Soffre in mezzo al campo. 5′ st Pareschi 6.5 Cerca di rimettere in piedi la squadra, ma il risultato non cambia.
Rega 6 Fa buona guardia e non rischia nel cuore dell’area di rigore.
Gaio S. 6 Gli attaccanti rossoneri girano al largo; soffre un po’ la loro velocità.
Emanuele 5.5 Non riesce a lasciare la sua impronta come in altre occasioni.
Antoniotti 5.5 I suoi avversari prendono il sopravvento dalle sue parti.
Beltrame 6 Troppo lezioso in alcune circostanze, manca di concretezza.
Damas 6 Qualche buona giocata e poco più, poco incisivo.
Marra 6 La sua classe si vede soltanto a sprazzi; non lascia il segno.
All. Fiorini 6 La velocità del Caselle fa saltare i suoi piani.

Caselle-4-4-2
Leone 8 Grandioso nel finale quando chiude la saracinesca sugli assalti del Vigliano.
Trapella 6.5 Unauona gara di contenimento
Pelà 6.5 Sempre pronto anche in fase propositiva.
Alestra I 7 Nessuna sbavatura in mezzo all’area.
Gentile 7 Bravo a smistare il gioco e lanciare i veloci attaccanti in profondità.
Machetta 6.5 Accanto ad Alestra dà ancora una grande prova di solidità.
Zullo 8 Fa impazzire i difensori giallorossi, quando tocca la palla succede qualcosa.
Rucchione 7 Centrocampista di quantità e pronto negli inserimenti sottoporta.
Damiani 7 Benda alla mano per il morso di un cane e lui azzanna il Vigliano.
Alestra II 7 Gara di sostanza a centrocampo, pronto anche nei recuperi.
Palma 7 Svaria da una parte all’altra senza dare punti di riferimento agli avversari
21′ st Nezzi 6.5 Dà il suo contributo nel difficile finale di gara.
All. Di Muro 7 La sua squadra era con le spalle al muro e lui riesce a caricarli a dovere.