Gli undici di Nastasi

Soddisfatti e arrabbiati. Entrambe le squadre devono essere contente per alcuni aspetti della loro gara, l’Ivrea sotto di due gol ha avuto il carattere di rimettersi in piedi, mentre l’Alpignano ha confermato la sua propensione a proporre gioco, provando ad uscire dalle situazioni difficili con il palleggio, abbassando un uomo in zona palla anziché allungare e lanciare il pallone. la rabbia dipende dal fatto che i ragazzi di Nastasi son stati poco abili nel gestire il doppio vantaggio con astuzia, subendo la pressione dell’Ivrea. De Paola invece deve valutare la sua fase difensiva, con una linea che ha messo sul piatto alcune letture rivedibili. A palla scoperta i difensori non scappano, così Donegà manda in porta Ammendolea che davanti a Giarnera insacca dopo 1’. Stessa situazione al 6’, linea ferma a guardare il lancio e Ammendolea involato, questa volta Giarnera si salva in uscita. Donegà è indiavolato, non sbaglia un dribbling, al 17’ va via a Chiartano e Grosso, entra in area, salta Giacoletto e calcia, il tiro è smorzato e finisce sul palo, sulla ribattuta arriva Grosso che colto di sorpresa tocca di mano, rigore. Ammendolea, nemmeno a dirlo, la mette dentro e fa il suo con la solita doppietta. Ma L’Ivrea non è squadra umorale, più volte si è rialzata, Chiappero ha due occasioni ma calcia alto. Poi Soster accorcia sul finale di tempo, servito da Chiappero al limite ha tutto il tempo di stoppare e mirare la porta dal limite, Durante e Rulli non accorciano e la palla va alle spalle di Contorno che non si butta nemmeno. La ripresa non è ricca di occasioni, L’Ivrea ci prova in primis con le iniziative dei suoi cavalli di razza, mentre l’Alpignano prova a ripartire, anche se con l’uscita di Donegà diventa meno pungente. Il pari è un grosso regalo di Contorno, punizione da sinistra di Vitale buttata nel mezzo, Contorno dice la bugia chiamando il pallone, il risultato è solo una smanacciata che lascia li la sfera, Giacoletto ringrazia e appoggia in rete il pareggio.

Alpignano 4-4-2
Contorno 5 Insicurezze condensate nella timida smanacciata sul gol del 2-2.
Moussissa 5.5 Troppa irruenza.
1′ st Trombin 6 Fermo nella linea.
Signoriello 6 Prova da fuori.
Durante 6 Di aiuto sulle palle alte.
10′ st Bustreo 6 Due tocchi ordinati.
Ferretti 6 Fatica con Pierobon e Sinato.
Vanin 6.5 Battaglia perenne con le punte.
Zigliani 6 A un soffio dal gol col mancino.
Rulli 6 Contrasta e propone nel mezzo.
Donegà 7.5 Scatenato, decisivo nello sviluppo delle azioni offensive.
17′ st Viano 6 Balla tra le linee.
Ammendolea 7 Due gol d’ordinanza.
Meitre 6.5 Gara di sacrificio in fascia.
All. Nastasi 6.5 Complimenti per cosa propone, soliti limiti nella gesione dei momenti.

Ivrea 1905 4-4-2
Giarnera 7 Ottima uscita su Ammendolea, doppio guizzo su Viano e Meitre.
Grosso 5 Donegà lo scherza, sul rigore è impacciato, cross ne mette pochi.
Vitale 6 Sfrutta il sinistrod a fermo.
Chiartano 5.5 Legge male i lanci lunghi, come tutta la linea difensiva.
Giacoletto 6 Il tap-in in zona offensiva copre le sbavature dietro, sue e di reparto.
Munari 6 Si sente la presenza, ma impreciso.
Chiappero 6 Due tiri alle stelle.
21′ st Comotto 5.5 Mai un cross.
Cervato 6 Lavora sporco e imposta.
Sinato 6 Sulla linea non la mette…
Pierobon 6.5 Crea sempre un pericolo.
Soster 6.5 Tranquillo nel mettere dentro.
All. De Paola 6.5 Bene la rimonta, le indecisioni della linea difensiva son da correggere.