28 Ottobre 2020 - 09:33:18
sprint-logo

Cheraschese – Busca Promozione: La Promozione ritorna coi fuochi d’artificio

Le più lette

Marnate Under 17 e Under 19, il nuovo progetto prende forma

Inizia a prendere quota il nuovo progetto del Marnate Nizzolina, impreziosito quest’anno dal lavoro in sinergia con la Castellanzese,...

Accademia Pavese, Gianluca Gaudio: «L’incertezza normativa sta uccidendo anche il calcio dei più piccoli»

Il Direttore Sportivo dell'Accademia Pavese Gianluca Gaudio spiega l'esasperazione del mondo del calcio dilettantistico dopo le ultime normative emanate...

Pro Patria-Como Under 16: A Colombo risponde Catani, è un punto d’oro per i lariani

Una partita emozionante quella tra Pro Patria e Como. I tecnici schierano uno speculare 4-2-3-1 ma con connotazioni differenti:...

Ricomincia finalmente il campionato e la Promozione parte col botto: in occasione della prima giornata del Girone C si affronteranno Cheraschese e Busca, uno scontro fra due big che puntano ai vertici della classifica. In seguito al rodaggio del pre-campionato, le compagini arrivano alla gara con delle condizioni psico-fisiche differenti: da un lato, i nerostellati sono reduci dal bel successo sull’Azzurra che è valso il passaggio del turno in Coppa, dall’altro, i grigi giungono con un morale ben diverso a causa dell’eliminazione dalla Coppa per mano del Pedona di Giacobbe Zappatore.
I ragazzi di Luca Mascarello appaiono in crescita dopo un ciclo di amichevoli non del tutto convincente: si tratta, comunque, di un gruppo di giovani caratterizzato dall’età media piuttosto bassa rispetto alle altre squadre presenti nel girone, alla ricerca dell’amalgama ideale per migliorare il terzo posto raggiunto nella stagione antecedente e per centrare il passaggio in Eccellenza. Dal punto di vista del tecnico dei Lupi, sarà una partita frizzante, contro una squadra attrezzata e migliorata in diversi reparti (vedasi, per esempio, l’acquisto di Gozzo dal Centallo).
«Il fattore casa sarà rilevante ma una sconfitta o una vittoria non deciderà nulla ai fini della classifica» sostiene Mascarello, che aggiunge: «Abbiamo i giocatori adatti per adoperare il 4-3-3 – marchio di fabbrica della società – ma nel corso della gara possiamo passare al 3-5-2». L’allenatore è sicuro dei propri mezzi ed è pronto a giocarsela con tutti, anche contro un’avversaria come il Busca capace di mescolare giovani interessanti (tipo Samake) con elementi più esperti (Isoardi e Monge fra tutti). «Si tratta di una di quelle partite che si prepara da sola: i ragazzi si esaltano in occasioni del genere, sanno che occorre una prestazione elevata» conclude Mascarello.
I giocatori del Busca, invece, dovranno confermare la buona tenuta difensiva mostrata nello scorso campionato (seconda miglior difesa del girone, con soli 16 gol subiti) valsa il secondo posto e un basso numero di sconfitte nell’intero campionato. I rossogrigi, d’altro canto, si presentano alla stagione 2020/21 con un cambio in panchina, passando da Zabena a Giordana: quest’ultimo eredita un gruppo dalle grandi potenzialità, ritenuto da tutti oramai pronto al salto di categoria.

Sarà sicuramente una prima giornata con parecchie incognite, per le due squadre potrebbe essere un “punto interrogativo” per via del lungo stop provocato dal lockdown: senza ombra di dubbio, ci sono grandi aspettative per questo big match fra due compagini che puntano al salto di categoria, sebbene non potrà esserci nessuno sugli spalti a poter godere dello spettacolo. L’arte senza pubblico non ha lo stesso valore.

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli