Non c’è storia. Il Città di Cossato si esalta alla prima uscita casalinga travolgendo un Vogogna troppo distratto, poco concreto e mai in partita. I gialloblù cominciano subito forte e dopo soli sei giri di lancette si portano avanti con un gol fortunoso, ma che premia l’immediato predominio del campo. Corner du Curatolo da sinistra e, dopo tre o quattro deviazioni, Ndiaye va di tap-in. Opzione da piazzato che sembra funzionare perchè il copione rischia di ripetersi all’11’ quando Curatolo fionda nuovamente in mezzo dalla bandierina, Marra cicca servendo involontariamente di nuovo Ndiaye che però questa volta viene murato a pochi centimetri dalla porta. Iacchini e Valci non hanno filtro davanti a sé e i padroni di casa si esaltano mandando Romussi alla ricerca del raddoppio. Marteddu scodella una palla cantante da centrocampo per l’inserimento del bomber di Forzatti che al volo costringe Fovanna all’intervento. Schema simile dopo pochi secondi, ma l’intervento del portierone di Castelnuovo strappa più applausi in virtù del tiro più angolato di Romussi. L’unico sussulto ospite è al 20′ quando Pesce riesce ad andare a tupertu con Loggia e trafiggerlo, ma Gjiza Di Novara annulla per fuorigioco. Col passare dei minuti crescono solo alcuni uomini cossatesi rimasti ancora nascosti come Marra e Mattioni. Quest’ultimo soprattutto si esibisce in un assist in volée su lancio di Scarlata. Palla perfetta nell’area piccola per Romussi che però sbaglia incredibilmente la misura del suo piattone. Errore non accettabile da un aspirante capocannoniere, che infatti rimedia prontamente 7′ dopo. Cross di Adamo dalla sinistra e incornata sicura per il 2-0. Sul finale di frazione Violi viene espulso per un doppia ammonizione (decisamente generosa). Il numero 8 ospite, dopo aver in maniera prolungata applaudito l’arbitro, però decide di allungare il recupero rimanendo sulla riga laterale seduto a togliersi comodamente scarpe, nastri, calzettoni e calzettini e, beccatosi con la tifoseria, si sofferma in gesti poco amichevoli.

Con l’uomo in meno e poco mordente ospite, la goleada è chiamata. Romusi cerca la seconda doppietta consecutiva e se Gjiza Di Novara gliela annulla al 4′, Fovanna gliela nega due volte al 10′, al 25′ il bomber gialloblù centra l’obiettivo. Cross del subentrato col turbo Rizzato, Casarotti prova a spazzare, ma devia sulla sua traversa e in solitudine Romussi insacca. Marra chiude poi il discorso insaccando il 4° gol al 28′ (unico errore di Fovanna su cross di Mattioni) e al 34′ su rigore guadagnato da Fasson con la complicità ancora di Casarotti. A tempo e motivazioni scadute Pesce riscatta il suo onore mettendo la firma su un tabellino che però non può rendere meno amaro.

CITTÀ DI COSSATO-VOGOGNA PROMOZIONE 5-1
RETI (5-0, 5-1): 47′ Romussi (C), 6′ st Ndiaye (C), 25′ st Romussi (C), 34′ st Marra (C), 34′ st rig. Marra (C), 46′ st Pesce (V).
CITTÀ DI COSSATO (4-4-2): Loggia 6.5, Adamo 6.5, Ramella Pollone 7, Marteddu 7.5, Ndiaye 7.5 (31′ st Ferron 6.5), Scarlata 6 (35′ st Cavalli sv), Curatolo 6.5 (20′ st Rizzato 7), Rocco 6.5, Romussi 7, Marra 7 (37′ st Castaldelli sv), Mattioni 6.5 (28′ st Fasson 6.5). A disp. Bruscagin, Calvo, Nocella, Abbruzzo. All. Forzatti.
VOGOGNA (4-1-4-1): Fovanna 6, Valci 5.5 (26′ st Fernandez M. 6), Girgenti 5.5, Raucci 5.5, Iacchini M. 5, Laratta 5.5, Gatto 5, Violi 4.5, Pesce 6, Bogani 5.5, Bianchetti 5.5 (17′ st Casarotti 4.5). A disp. Ferro, Salè, Piazza, Spataro. All. Castelnuovo.
ARBITRO: Gjiza Di Novara.
ESPULSI: 45′ Violi (V).

LE PAGELLE DI CITTA’ DI COSSATO VOGOGNA PROMOZIONE

cossato vogogna promozione terna ARBITRALE
cossato vogogna promozione terna ARBITRALE

CITTA’ DI COSSATO

Cossato Vogogna promozione Ndiaye
Cossato Vogogna promozione Ndiaye

All. Forzatti 7 Squadra ben oleata. Perfetta nella gestione di palla e ambiziosa nel non accontentarsi.
Loggia 6.5 Mai chiamato in causa.
Adamo 6.5 Non essendo impegnato dietro può concedersi qualche lusso in fase propositiva.
Ramella Pollone 7 Parte non benissimo, ma tempo qualche minuto carbura e infiamma l’out di destra.
Marteddu 7.5 Tiranno dei tempi di gioco.
Ndiaye 7.5 Dietro mette in imbarazzo Pesce e compagni e qualche cavalcata alla Beckembauer. 31′ st Ferron 6.5 Ingresso voglioso.
Scarlata 6 Qualche sbavatura rischiosa in impostazione. Prestazione sufficiente, ma non brillante.
Curatolo 6.5 Ottimo mortaio da piazzati.
20′ st Rizzato 7 Arriva facilmente al cross e infatti procura un mezzo assist.
Rocco 6.5 Primo tempo timido, ma cresce in carisma e concretezza.
Romussi 7 Qualche occasione mancata di troppo, ma l’istinto del bomber si palesa ugualmente.
Marra 7 Come il vino, passa il tempo e migliora la sua qualità.
Mattioni 6.5 Qualche spunto di qualità sopraffina alternato a minuti d’ombra.
28′ st Fasson 6.5 Si procura il rigore e si fa vedere.

Cossato vogogna promozione cossato
Cossato vogogna promozione cossato

VOGOGNA

All. Castelnuovo 5 Squadra mai in partita.
Fovanna 6 Miracoli da supereroe. I compagni lo costringono agli straordinari e per quanto può li fa. Cinque gol sono tanti e su uno ha qualche responsabilità, ma è tra i pochi salvabili.
Valci 5.5 In mezzo passano in troppi. 26′ st Fernandez M. 6 Entra a frittata fatta. Non cambia passo, ma non demerita.
Girgenti 5.5 Mattioni scappa troppe volte.
Raucci 5.5 In mediana è strapotere del duo Marteddu-Rocco.
Iacchini M. 5 Qualche buona scivolata, ma in mezzo a tanti buchi di reparto.
Laratta 5.5 Davanti alla difesa non riesce a fare filtro.
Gatto 5 La sfida con Curatolo non lo vede uscire sorridente, ma col mal di testa.
Violi 4.5 Espulsione ingiusta, ma reazione esageratamente ingenua.
Pesce 6 Riscatta l’onore del gol annullato nel finale. Partita vissuta in solitudine con Ndiaye alle sue spalle.
Bogani 5.5 Nessuno spunto.
Bianchetti 5.5 Non aiuta Gatto in copertura e non riesce a pungere.
17′ st Casarotti 4.5 Entra, spazza male sulla doppietta di Romussi e procura il rigore del 5-1.

Cossato Vogogna promozione Vogogna
Cossato Vogogna promozione Vogogna