Valdengo
La squadra di Modenese al completo

Ricorda un po’ quel Cavaglià che due anni fa dominò i playoff, questo Valdengo. Stesso allenatore, Davide Modenese, tecnico abile a dare un’identità e a creare gruppi coesi; stessa ossatura, da Gaio a Esposto per arrivare a Mercandino e Romussi: allora i biellesi disputarono tutte le partite, quest’anno sono entrati in gioco in semifinale. E questo avrebbe potuto essere un rischio ma alla lunga gli episodi chiave hanno sorriso, escludendo l’Ivrea dalla corsa per l’Eccellenza. Un Ivrea furioso per l’arbitraggio – definire generoso il rigore dell’1-1 è un eufemismo – un Ivrea che, rimasto in 10 nel finale, ha fatto fatica a contenere la freschezza dei biellesi subendo altri due gol che pongono la parola fine su una stagione che avrebbe potuto regalare più soddisfazioni. Ritmi blandi, partita che fatica a decollare: Modenese sceglie il 4-3-3 per sfruttare gli inserimenti di Manzano e gli esterni Mercandino e Rizzato; 4-4-2 per De Paola, che ha dalla sua l’esperienza di Sinato e Pierobon. Primi squilli biellesi, ma son solo conclusioni ribattute quelle di Mercandino e Torta; dall’altra parte, Pierobon guadagna metri, Cervato e Rabbi da piazzato non sorprendono Lanza. Superata la mezz’ora, Valdengo a un passo dal vantaggio: Marazzato sfugge a Giacoletto ma trova l’opposizione di Grosso sulla linea, mentre Manzano, innescato da Mercandino, calcia su Giarnera in uscita. Biellesi che alla prima azione della ripresa si ritrovano sotto: Younes di Torino è sulla traiettoria della palla e favorisce il triangolo Sinato-Pierobon-Sinato, con il n.11 che a tu per tu non può sbagliare. L’Ivrea dà l’impressione di avere la partita in mano, ma ci pensa il rigore assegnato per il contatto BonatoRizzato a dare nuova linfa alla squadra di Modenese: dal dischetto Marazzato vale l’1-1, poi è un crescendo biellese. Ottimo l’impatto di Romussi, autore dei due assist che chiudono i giochi: 2-1 firmato da Mercandino che sorprende Giarnera leggermente fuori dai pali, 3-1 di Manzano, che mette a sedere il difensore e lascia partire una conclusione imprendibile. Saluti all’Ivrea, il Valdengo sogna a occhi aperti.

FR Valdengo-Ivrea 1905 3-1
RETI (0-1, 3-1): 1′ st Sinato (I), 17′ st rig. Marazzato (F), 43′ st Mercandino (F), 47′ st Manzano[00] (F).
FR VALDENGO (4-3-3): Lanza[99] 6, Fila Robattino[99] 6.5 (37′ st Canova[00] sv), Gaio 6, Gallo 5.5, Torta 6.5 (37′ st Romussi 7.5), Santacaterina 7, Rizzato 6.5 (45′ st Ciraulo sv), Esposto 6.5, Marazzato 7, Mercandino 6.5, Manzano[00] 7. A disp. Gagna[00], Zia[99], Mazzarotto[00], Lavecchia M.[01], Angeli. All. Modenese 7.5.
IVREA 1905 (4-4-2): Giarnera 6.5, Grosso 6.5 (45′ st Brunero sv), Vitale 5.5, Cervato 6.5, Giacoletto 6, Bonato 6, Tallarida[00] 6 (44′ st Baldi sv), Soster[98] 6, Pierobon 6.5, Rabbi 5.5 (37′ st Lanza[00] sv), Sinato 6.5. A disp. Gili Tos, Campanella[98], Pagnone[00], Botte[99], Chiappero, Comotto. All. De Paola 6.
ARBITRO: Omar Younes di Torino  5.
ESPULSI: 34′ st Sinato (I).
AMMONITI: Rabbi (I), Bonato (I), Vitale (I), Esposto (F), Santacaterina (F), Torta (F).

FR Valdengo 4-3-3 a cura di Gianluca Cravero
Lanza 6 Sempre all’altezza della situazione.
Fila 6.5 Ottime diagonali, saltarlo è arduo.
Gaio 6 Meno insidie del solito dal suo piede.
Gallo 5.5 Anticipato sul gol, se la cava tutto sommato con mestiere in altre occasioni.
Torta 6.5 Spada e fioretto usati in maniera sapiente; imbuca che è un piacere.
37′ st Romussi 7.5 Un bentornato migliore è difficile da immaginare: svolta il match.
Santacaterina 7 Contiene Pietrobon con successo: il capitano non tradisce mai.
Rizzato 6.5 Incarna lo spirito Fulgor: crederci oltre il limite gli vale il rigore.
Esposto 6.5 Propizia il tris, autore di una gara di grande sostanza nel mezzo.
Marazzato 7 Quel pallone sul dischetto poteva pesare per tanti, non per lui.
Mercandino 6.5 Non sembra lui a tratti, ma che dire all’autore del gol vittoria?
Manzano 7 Quando parte non lo si prende mai, il gol corona un’ottima prestazione.
All. Modenese 7.5 Artefice e fautore di un gruppo splendido: il sogno dista solo 90’.

Ivrea 1905 a cura di Andrea Rosso
Giarnera 6.5 Nel primo tempo sbarra la porta a Marazzato e Manzano a tu per tu.
Grosso 6.5 Mette pezze importanti, come quella sul pallone di Marazzato sulla linea.
Vitale 5.5 Manca la sua spinta sulla sinistra.
Cervato 6.5 Gioca da veterano in mezzo. Il suo destro dal limite crea un bel brivido.
Giacoletto 6 Quando tenta l’anticipo l’uomo gli scappa, rimedia con alcuni recuperi.
Bonato 6 Arruolato per necessità. Protegge palla in uscita ma l’arbitro lo punisce.
Tallarida 6 Ordinato nelle due fasi. Velleitario il colpo di testa da cross di Rabbi.
Soster 6 Ha sempre il raddoppio nell’uno contro uno, viene poco dentro il campo
Pierobon 6.5 Appende le scarpette con una delusione, ma lo zampino lo mette.
Rabbi 5.5 Fatica nel centrocampo a due. Ci prova due volte da fuori, da dimenticare.
Sinato 6.5 Freddo come deve in occasione del gol, scomposto sul secondo giallo.
All. De Paola 6 Forse, una mentalità meno arrembante in dieci avrebbe pagato…

Ivrea
Gli arancioneri di De Paola