Ivrea Banchette
L'undici iniziale dell'Ivrea Banchette

A Gassino i tempi sono davvero bui. La scelta di puntare su una squadra giovane non sembra la più azzeccata al momento, e se si aggiungono gli infortuni di Cotto e Cravero nel reparto offensivo, l’unica ancora di salvezza pare essere il playout di fine stagione. Dal canto suo l’Ivrea Banchette fa la sua partita, senza picchi di eccellenza, ma con la bravura di sfruttare i difetti avversari. nei primi minuti Cocozza e la linea difensifa in generale lavorano molto male, e per Bruno trovare la profondità diventa troppo facile, solo Cereser evita il vantaggio a Genzano con una bella parata. Di Fiore ci prova con una punizione da 25 metri ma il pallone sorvola di poco la traversa con Cereser a guardare. Poi il vantaggio, Bruno si prepara a battere una punizione nel mezzo dalla sinistra, Giannini chiede a più riprese attenzione alla palla sul primo palo, Bruno la mette proprio lì e proprio in quella posizione trova il tempo Bertolino che stacca e incrocia di testa sul secondo palo mettendo in rete. Al 37’ anche il Gassino si affaccia in avanti, Saraceno da fermo mette la palla sulla testa di Giorgi in area che colpisce il palo, ma più che di sfortuna si deve parlare di errore, perché la scelta di cercare il primo palo invece che quello lontano, con lo specchio più ampio, non è quella giusta. Anche Bazzoni spreca di testa sul finale di tempo, e sempre dopo un piazzato di Saraceno. La ripresa è tutta una gestione del Banchette che cerca il secondo gol, Genzano non trova la porta solo sul secondo palo e Di Fiore trova la traversa su punizione. Poi Blanchetti conquista un generoso rigore che Mabritto realizza con freddezza e chiude la gara. Poco fa la reazione del Gassino, che trova nel solo Saraceno l’uomo capace di far nascere uno spunto offensivo, ad approfittarne è Zucco, che una prima volta trova un contatto dubbio con Peirano e una seconda libera un destro che sempre Peirano mette in angolo. Per confermare la sterilità offensiva del Gassino, Franceschi spara alto un pallone sotto porta per chiudere la giornata.

Gassino SR 4-5-1
Cereser 6.5 Subito pronto, si allunga alla grande sulla girata di Genzano in area.
Cocozza 5 Fuori tempo in entrambe le fasi.
1′ st Calzametre 5.5 Spinta timida.
Aguzzi 6 Ordinato in diagonale.
Giorgi 6 Una sola soluzione, l’apertura verso destra, ma almeno è precisa.
Perazzolo 5.5 Brividi nelle uscite.
Battistello 6.5 ottimo nelle scelte di tempo nulle marcature su Genzano.
Zucco 6 Due occasioni nel finale.
Marocco 5.5 Prova la scossa con la voce.
Bazzoni 5.5 Vede pochi palloni davanti.
Saraceno 6 Piede sempre delicato da fermo e per mettere Zucco in area.
Cravero 5 Tanta confusione sul cosa fare.
All. Giannini 5.5 Fase offensiva inesistente, la mancanza di soluzioni si fa sentire.

Ivrea Banchette 4-3-3
Peirano 6 Mai davvero stimolato.
Coretti 6 Un destro da fuori che Cereser respinge e Blanchetti spreca.
Gallo 6.5 Buona protezione alla difesa.
Di Fiore 6.5 Spaventa con i piazzati.
Scala 6 Giornata tranquilla.
Bertolino 6.5 Trova il tempo giusto per infilare il vantaggio in rete.
Bruno M. 6 Parte forte poi cala, palla al piede trova sempre lo spazio per il tiro.
Blanchietti L. 6 Sotto porta non eccelso.
Mabritto 6.5 Il gesto più bello è la rovesciata provata da dentro l’area, centrale.
Genzano 6 Opaco, ma utile in uscita.
20′ st Maccioni 6 Uno spunto palla al piede.
Nardo 6 Spazza quando deve.
All. Pesce M. 6 La bravura è quella di gestire una partita che non ha creato apprensioni.

gassino
L’undici iniziale del Gassino