Bianzè
Salvezza vicina per il Bianzè

Al terzo tentativo della sua storia recente il Bianzè riesce ad espugnare il «Pastore» di Chivasso. Era andata male ai tempi della Prima Categoria, il colpo riesce in Promozione ed è determinante in chiave salvezza. Ora la squadra di Alberto Costanzo riacquista un buon margine sulla zona play out. Male sulla distanza il La Chivasso: le speranze di play out ora dovranno essere riposte nello scontro diretto con la Dufour Varallo. In avvio principalmente schermaglie. Al 4′ bella progressione di Moreno Marteddu a sinistra, interviene Corso in copertura e manda sul fondo. Segue al 7′ una punizione di Stroppiana che il rientrante Zollo non ha problemi nel bloccare. Fa invece gli straordinari Marco Ignazzi al 18′ sugli sviluppi di un classico arcobaleno su punizione a firma Porcelli. La prima volta che il La Chivasso si fa vedere dalle parti di Zollo è invece subito pericoloso al 23′. Da Borghi al centro a Stroppiana sulla destra in area, tiro di prima intenzione e provvidenziale ribattuta di Iato. Al 33′ Corso da punizione innesca il tuffo di testa di Simondi che manca di un soffio l’appuntamento con il gol. Passano 2′ e grande intuizione di Caffaro che lancia per vie centrali Borghi, conclusione e pronta risposta del numero uno di Costanzo. Nella ripresa il La Chivasso parte bene ma perde Borghi per un infortunio ad un ginocchio. Entra Mascolo che per poco al 12′ non trafigge Zollo vedendosi recapitare un pallone invitante a causa di una respinta maldestra di Marco Marteddu. La squadra di Costanzo sembra sorniona ma trova il momento di colpire alla prima occasione utile. Al 16′ Porcelli afferra una palla interessante sulla tre quarti e una volta in area riesce a trovare lo spazio per il tiro, Marco Ignazzi respinge ma proprio sui piedi di Pasini che infila da pochi passi. 0-1. Il La Chivasso cambia qualcosa, passa anche ad un offensivo 4-2-4 ma attacca in maniera confusa. La gara è in pieno controllo del Bianzè e nel finale arriva anche il gol-sicurezza: al 46′ Caffaro stende in area Micillo e manda così sul dischetto Porcelli. Il numero 10 non sbaglia e la banda di Costanzo vede così la seconda salvezza in Promozione.

La Chivasso 4-3-3
M. Ignazzi 6.5 Reattivo su Porcelli.
Beltempo 6 Qualche errorino.
Simondi 6 Va a corrente alternata.
Caffaro 6 Non patisce la pressione.
Doria 6.5 Perfetto riferimento di squadra, tra mestiere e praticità.
Rosso 5.5 Non s’inserisce da dietro.
Nicita 5.5 Difficoltà nel creare gioco.
Varacalli 6 Si fa vedere col tiro da fuori.
17′ st D. Ignazzi 5.5 Retrocede spesso in mezzo e fa poco.
Stroppiana 6 Buon primo tempo, poi cala.
25′ st Zaki 6 Un cross invitante.
Borghi 6.5 Tanti tocchi di classe.
3′ st Mascolo 6 Subito un tiro, poi in ombra.
Corso 6 Lampi di genio solo a tratti.
All. Scirè 6 Le qualità ci sono, ma il gioco è poco fluido.

Bianzè 4-4-2
Zollo 7 Il suo rientro dà sicurezza alla difesa.
Marteddu Ma. 6 Alti e bassi in difesa.
Iato 6.5 Bene nella lettura dei pericoli.
Geminardi 6.5 Di testa una vera sicurezza.
Pasini 7 Grande tempismo nel seguire l’azione di Porcelli.
Balocco 6.5 Gara di gran praticità.
Bellinghieri 6.5 Un po’ defilato a destra, prova ad incidere sulla corsia.
23′ st Gatti 6.5 Non disdegna la lotta.
Parrinello 6.5 Si mette al servizio dei compagni davanti alla difesa.
Micillo 7 Dà una buona profondità.
Porcelli 7 Quando si accende non ce n’è.
Marteddu Mo. 6.5 Crea scompiglio anche se difetta spesso nell’ultima scelta.
All. Costanzo 6.5 La squadra controlla e segna nei momenti giusti.

La Chivasso
Biancorossi all’ultimo appello