Cbs
I ragazzi di Meloni volano in finale

«Se siamo pazzi di questo sport è anche per questo motivo, perchè non ha logica» avrebbe detto Pierluigi Pardo se avesse assistito a Pedona-Cbs; una partita in cui le emozioni non sono mancate e che i rossoneri si portano a casa ai supplementari, mettendo cuore e rimontando uno svantaggio di 2-0 fino a 8′ dalla fine, conquistata la finale playoff. La fortuna che non é arrivata nei 90 minuti si é manifestata a 3′ dalla fine del secondo supplementare quando Castellino, appena entrato, se la butta dentro su punizione da sinistra di Todella toccata prima da Chiarle. I torinesi mettono subito in chiaro che vogliono fare la gara, prima occasione con Balzano che calcia a giro e trova il braccio di Gastaldi, poteva starci il rigore. Al quarto d’ora a sorpresa sono i biancoblù a passare in vantaggio: Tulipano non spazza e perde palla davanti l’area, Maccario serve Brino che solo davanti ad Ussia non sbaglia e lo infila in diagonale. Rossoneri che cercano subito di rispondere ma hanno troppa fretta e sbagliano anche passaggi semplici; dall’altra parte un ottimo Porqueddu é bravo a smanacciare su un tiro-cross di Clivio, così come più tardi su botta di Ciurca dal limite indirizzata all’angolino. La parata più difficile però la fa a inizio ripresa con spizzata di Balzano su cross di Clivio; occasioni solo da una parte ma come nella prima frazione, il Pedona  trova il gol all’improvviso: tiro di Dalmasso, Ussia respinge e Brino appoggia in rete. Nulla é perduto però perché al 37′ Ramondo fa una giocata da fantascienza lasciando sul posto i difensori e serve proprio Balzano che si gira e incrocia sotto l’incrocio. La speranza torna viva e al secondo di recupero Degioanni butta da destra la palla della disperazione, Depetris la prende di nuca e crea un effetto palombella che beffa Porqueddu. Ai supplementari la squadra di Tallone ha ancora due cambi ma le motivazioni sono tutte dall’altra parte; Clivio si fa male nel secondo e sembra non farcela ma stringe i denti e rientra zoppicando; pericolo Pedona con cross da destra che attraversa tutta l’area piccola. Mancano 3′ alla fine e la Cbs ha una punizione, il rientrante Todella batte in mezzo e il resto é storia; rimonta completata.

Pedona-4-3-1-2
Porqueddu 7 Toglie la palla dalla rete due volte.
Desmero 7 L’uomo in più dell’ultimo periodo.
Tucci 6.5 Spinge tanto ma la stanchezza si sente.
Gastaldi C. 6.5 Sempre pronto a raddoppiare.
Quaranta 6 Buone chiusure fino al gol subito.
Berteina 6 Il fortino tiene ma non abbastanza per portarla a casa.
10′ s.t.s. Castellino 5 Entra e in due minuti si fa un autogol che condanna i suoi.
Maccario 6.5 Non manca il suo apporto a centrocampo, dà l’assist a Brino per l’1-0
Peano 6 Protagonista all’inizio, si vede sempre meno poi; non è costante.
Pepino 6.5 Tiene su i palloni usando il fisico, si autogestisce durante il match.
Dalmasso 7 Impegna non poco la difesa rossonera e va spesso via, illuminante.
Brino 7.5 Non sbaglia quando ha la porta davanti, ha due occasioni e le butta dentro.
34′ s.t. Konate 6.5 Dà brio alla manovra offensiva sfidando a duelli in velocità.
All. Tallone 6 Una qualificazione buttata al vento, rimane comunque un’annata ok.

Cbs-4-2-3-1
Ussia 7 Fa un’uscita di piede che vale un gol.
Tulipano 6 Errore banale ma salva la faccia.
Clivio 8 Non sbaglia una sovrapposizione; leone.
Depetris 9 Difensivamente é un mostro, segna.
Ghironi 8 Si fa vedere ovunque in mezzo, morde.
Porcelli 6 Meno vistoso di Depetris, qualche colpa sul secondo gol subito.
30′ st Todella 7.5 Ritorna a giocare una partita ufficiale dopo mesi, subito decisivo.
Balzano 8 Nei momenti di buio bisogna sempre affidarsi a lui, comincia la rimonta.
Bara 7 Recupera tantissimi palloni, sempre a contrasto con gli avversari; vitale.
Palumbo 6 Non riesce ad incidere anche perché servito poco, non la partita ideale.
10′ st Ramondo 8 Il jolly di Meloni, si inventa una giocata da fantascienza per il 2-1.
Shtjefni 6 Il Pedona è molto fisico e lui soffre questo aspetto, qualche spunto.
Ciurca 7 Passate la palla a lui che qualcosa combina sempre, altissimi livelli.
All. Meloni 9 Rimane composto anche sotto di due gol, si fida ciecamente dei suoi.