10 Agosto 2020 - 05:00:13

Promozione C: Casting per la capolista

Le più lette

Benarzole, in attacco arriva Castagna

Il Benarzole trova il suo numero 9 e lo va a pescare con un curriculum di un certo livello....

Juventus Primavera, il Monza si aggiudica l’amichevole estiva

La Juventus Primavera torna in campo per preparare l'ottavo di finale di Youth League contro il Real Madrid del...

PDHAE, ufficiali tre nuovi innesti per Cretaz

Come anticipato sul giornale, il PDHAE ufficializza tre nuovi innesti che vanno a rendere quasi completa la rosa di...

Due squadre giallorosse a tampinare da molto vicino la capolista Albese, con la possibilità però per quelli di Villafranca di agganciare la vetta nel recupero della dodicesima giornata in casa del Carignano. Squadra tosta e quadrata quella di Caputo, che contro la sua ex formazione non vede i suoi giocare la loro miglior partita, ma vince grazie alla doppietta di Serra su punizione e all’invidiabile solidità difensiva. Inutile quindi parlare di una squadra anti-Albese, perchè la classifica, da qualche giornata a questa parte, ha assunto una fisionomia molto diversa da quella delle prime giornate: otto squadre in sette punti, che in questa situazione non si accontentano più di un posto sicuro ai playoff bensì aspirano a far cadere la regina.
I giallorossi di Zaino non perdono il passo e rimangono aggrappati al podio in virtù della vittoria casalinga sulla Piscinese; i biancorossi non stanno sicuramente vivendo il loro migliore momento, ma comunque il Cavour fatica, anche davanti al proprio pubblico, a portare in cassa i tre punti. Decide la gara una prodezza del classe ’00 Denis Costantino, che realizza un bel gol favorito dall’assist di Aiello «Tony è un giocatore fondamentale per noi» commenta Zaino riguardo al rientro in squadra del fantasista «La sua squalifica insieme a quella di Cambria ad inizio stagione è stato un imprevisto con cui non mi sarei voluto confrontare. Siamo dove siamo grazie al contributo di tutti!».
L’altro scontro diretto vedeva fronteggiarsi Valle Varaita e Cheraschese, con il trionfo nerostellato dei ragazzi di Mascarello: «E’ questo un periodo in cui Colaianni è in stato di grazia» racconta l’allenatore della Cheraschese sull’ottimo periodo del suo fantasista «Nessuno ha mai messo in dubbio le sue doti comunque. Stiamo raccogliendo i frutti del lavoro svolto e non abbiamo intenzione di mollare». E’ infatti questo il nono risultato positivo consecutivo (5 vittorie e 4 pareggi) dopo la parentesi nera di inizio stagione che aveva visto i ragazzi di Cherasco incappare nelle sconfitte con Albese, Villafranca e Busca: «C’era da trovare una quadra, ma soprattutto recuperare gli infortuni di inizio stagione» conclude Mascarello.
Nell’anno del suo centenario dimostra grande ambizione anche il Busca (a cui manca ancora il recupero della partita con il Nichelino Hesperia che lo potrebbe far volare in seconda posizione) che ottiene la seconda vittoria consecutiva davanti ai suoi tifosi contro uno stoico Carignano: «E’ stata davvero dura! Se il Carignano gioca in questo modo tutte le domeniche sicuramente troverà la salvezza» spiega Zabena «Sono stati bravi i ragazzi a rimanere concentrati e a trovare il gol ad inizio ripresa, dopodichè abbiamo controllato il vantaggio». Vantaggio nato da una situazione da palla inattiva, Matteo Arrò trova l’1-0 con un’incornata; Bertola ripaga con un gol la fiducia di Zabena che lo getta nella mischia. I calcoli di inizio stagione trovano quindi nuove incognite da considerare: anche Pancalieri, Valle Varaita e Pedona non si arrenderanno facilmente ai verdetti iniziali, preparandosi agli scontri diretti della prossima settimana.

QUESTO E ALTRI APPROFONDIMENTI LI TROVI NEL GIORNALE DI OGGI IN EDICOLA E NELLA NOSTRA EDICOLA DIGITALE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli