Promozione D: Abbienti mago della panchina, il peso delle sostituzioni

Le più lette

Eccellenza, Offanenghese colpo a centrocampo: Steffenoni accoglie Mattia Piras

Inizia a muoversi sul mercato anche l'Offanenghese che annuncia l'acquisto di Mattia Piras,  in arrivo dal Sant'Angelo, squadra militante...

Cisanese – AlbinoGandino Under 19: un super Bosio blocca i padroni di casa, che perdono il primato

Un buon AlbinoGandino blocca la Cisanese del tecnico Cadelano, al termine di una gara giocata ad alta intensità. Finisce...

L’Accademia Borgomanero prepara il colpo Picone

Serviva un cambio in difesa, e il tanto agognato rinforzo per l'Accademia Borgomanero potrebbe arrivare dalla Serie D, più...
Roberto Bucci
Roberto Bucci
"Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio"

Se si vince è merito di tutti, se si perde è colpa dell’allenatore; grande massima sentita in ogni campo o luogo in cui si parla di calcio in generale che vale anche in Promozione D. In effetti non si può dare torto ai tecnici che in caso di brutto andamento della squadra sono i primi a pagare con l’esonero, anche per una questione numerica che facilita l’uscita di uno dalla società piuttosto che di una ventina di giocatori.

Però senza di loro questo gioco tanto amato non potrebbe andare avanti con il ruolo che si è sempre più evoluto nel corso degli anni con l’aumento delle riserve, di velocità del gioco e le problematiche di spogliatoio; oltre ad allenare deve saper entrare nella testa dei propri giocatori ed essere in grado di leggere le partite mettendo al momento giusto il calciatore che gli possa risolvere il match.

QUATTRO RETI DALLA PANCHINA PER IL TROFARELLO

In questo senso il mago della panchina nel girone D di Promozione è Davide Abbienti del Trofarello, quattro le reti arrivate dalla panchina: uno di Lorenzo Petitti decisivo contro il Mirafiori, un’altro di Luca Fiore con l’Arquatese e due di Stefano Mainardi. Raffaele Oppedisano del Pozzomaina grazie alle sue intuizioni è riuscito a ricavare tre punti dalle riserve: il 2-1 di Ivan Cavalieri al novantesimo contro il Mirafiori e l’uno pari di Andrea Quatela su rigore con il San Giacomo Chieri. Stesso discorso per Enzo Isoldi della Santostefanese che inserendo Federico Marchisio nella ripresa ha risolto la pratica Barcanova, con il centrocampista che ha segnato la prima rete del 3-0; in gol da subentrati anche Vincenzo Maffettone in casa dell’Arquatese e Marco Galuppo contro il San Giacomo Chieri.

EPIFANI, IL JOLLY DEL LUCENTO

Gianfranco Maione sa di poter contare sulla carta Filippo Epifani ogni volta, il classe 2001 è stato il match winner della sfida contro i chieresi che sembrano essere la squadra più bersagliata dalle riserve ed è entrato nel tabellino anche nella sfida con il Pozzomaina. Decisivo Alessio Repetto poi che nell’ unica presenza finora nella prima squadra della Gaviese, ha firmato il successo contro la Santostefanese; mossa di Mauro Guaraldo che ha anche beneficiato di Erik Scimone nella rimonta ai danni della Valenzana Mado.

Un punto quello guadagnato dal Carrara di Saverio Agostino con Francesco Borrello che realizza il rigore del pareggio in casa Pro Villafranca, a proposito dei villans di Beppe Bosticco sono due le reti del subentrato Yassine Mahboub contro Ovadese Silvanese e Lucento. Non è da meno Antonio Caprì, il suo Mirafiori fatica a segnare ma tre reti arrivano da fuori: Antonio D’Ambrosio in casa Santostefanese, Fabrizio La Saponara decisivo nel pareggio contro l’Ovadese Silvanese e Antonio Vasta nella tana del Barcanova. Pierluigi Paveto, ex allenatore dell’Arquatese risolve la pratica Trofarello grazie a Daniele Zoppellaro e Giacomo Acerbo.

GIANNICOLA, IL CRUZ DELLA PROMOZIONE D

Clamoroso il caso di Mirco Giannicola dell’Asca che mette a referto tre reti ed è il re dei supersub, un Julio Ricardo Cruz della Promozione; gli ultimi due decisivi nella pazza rimonta con l’Ovadese Silvanese che conferma la squadra di Marco Usai al terzo posto. Anche l’ultima della classe Barcanova può contare tre gol dai subentrati: Luca Baccaglini contro il Lucento, Efosa Idahosa e Marouane El Aqir fondamentali per la prima vittoria stagionale avvenuta nell’ ultima giornata in casa del Cit Turin per la gioia di Emanuele Strazzo che grazie ai risultati delle squadre davanti, riaccorcia in classifica.


Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Indietro
Privacy Policy Cookie Policy