26 Novembre 2020 - 22:09:13

Promozione: la favola del 2001 Moretti al Carmagnola

Le più lette

Lucento Under 17: La corazzata 2005 di Alessandro Pierro

È grande il passo compiuto da Alessandro Pierro e i suoi 2005, ma si dimostra il passo giusto. Il...

Alcione Eccellenza, arrivato in sordina Giugno si è subito imposto: «Sono qua per Albertini, sento la sua fiducia e insieme possiamo puntare in alto»

Giacomo Giugno, terzino di spinta dell'Alcione, racconta il suo inizio di stagione da titolare inamovibile e le impressioni di...

Duomo Chieri: Parato e i suoi 2001 all’assalto della Terza categoria

Giocare al Buozzi per un chierese è un brivido e una responsabilità. Per la struttura che è, per la...

«La vittoria ha un sapore del tutto diverso!» gioisce Sandro Contieri dopo la vittoria del suo Carmagnola nel fortino di Villafranca «E’ ripetitivo, quasi banale continuare a ripetersi che il lavoro prima o poi paga. Cavour e Alba erano chiari esempi del fatto che la direzione fosse quella giusta; tornare a casa con i tre punti però agisce in modo diverso sul morale».
Morale che a Carmagnola, in questa stagione, non aveva mai toccato un picco così alto. L’immagine della gara è racchiusa nell’abbraccio di tutta la squadra a Davide Moretti, fuoriquota dei biancoblù, che, subentrato a Cammarata a metà della ripresa, realizza il gol vittoria (su assist di Benedetti) in casa di una delle favorite del campionato. «Quello che ha la squadra ora – continua Contieri – e che mancava quando sono arrivato su questa panchina, è la consapevolezza nei propri mezzi».
A questa consapevolezza và aggiunta la fame. La fame di risultati, la fame di ottenere ciò per cui si fatica tanto. A Villafranca i Contieri’s boy vanno subito sotto: Chiotti fa 1-0 dopo neanche un minuto e alla porta bussano i fantasmi di un inizio di stagione molto problematico. Una prima frazione di gara non entusiasmante e il gol del pari fallito sembrano presagire un’altra domenica storta, come se ne sono viste parecchie quest’anno. Parlavamo però di consapevolezza e fame, questi gli ingredienti che mancavano al Carmagnola nella prima parte di stagione, che ora Contieri ha portato personalmente nella busta della spesa. Così la seconda frazione ha un altro volto, e non si tratta di sola reazione rabbiosa perchè il gol del pari (siglato da Caristo) è una prova del tasso tecnico e di intesa che la squadra può dimostrare. Il gol di Moretti è poi il lieto fine che ci ha raccontato questa domenica “da favola” vissuta dai ragazzi del Carmagnola.
La storia però deve proseguire capitolo dopo capitolo (domenica dopo domenica), perchè la corsa per uscire dalla zona playout si fa sempre più ostica. In questa corsa annaspa il Nichelino, che incappa nella tredicesima sconfitta stagionale, in casa contro la Cheraschese e che vede il traguardo ormai in lontananza. La Piscinese è poco più avanti nella sua corsa, ma dopo i pareggi contro Nichelino e Carignano, cade a Pancalieri contro i ragazzi di Melchionda. Sprint Carignano invece, che recupera posizioni sulla Montatese, in virtù della vittoria di carattere nella sfida casalinga con l’Azzurra. Non si fanno male Sommariva e Montatese nel faccia a faccia di bassa classifica. Sfida nella sfida per Battaglino, ex della gara, che a fine partita però è combattuto tra dolce malinconia e rammarico: «Eravamo in vantaggio e in superiorità numerica. E’ stato bello rivedere tante facce amiche e sfidare il mio ex allenatore Lo Nano, ma quelli di oggi sono due punti persi che nell’economia di un campionato potrebbero fare la differenza. Non posso essere totalmente soddisfatto della prestazione: ho percepito nei ragazzi della Montatese la determinazione di chi sa che si deve salvare, dovremmo acquisire anche noi questa qualità per realizzare la salvezza».

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli