San Mauro: favola Utieyin, il primo 2003 in Promozione

884
Utieyin, San Mauro, Promozione
Fabour Utieyin in azione con la maglia del San Mauro

Il San Mauro ha abituato in questa stagione a lanciare vari giovani del proprio vivaio in prima squadra ma difficilmente si sarebbe potuto immaginare un 2003 titolare in Promozione; è quanto accaduto domenica nella sfida contro il Carrara a Fabour Utieyin Ogbeifo che, dopo una prima parte di stagione con l’Under 16 di Gasparini, da dicembre ha iniziato ad allenarsi sotto la guida sapiente di Vincenzo Piazzoli e dopo due mesi di inserimento non ha avuto dubbi a schierarlo dal primo minuto sull’out basso di sinistra. Fabour lo ha ripagato risultando uno dei migliori in campo e ha stabilito il record di titolare più giovane tra Eccellenza e Promozione.

L’ennesima intuizione del dg del San Mauro Vito Bellantuono racconta le proprie impressioni: «All’inizio c’è stata un po’ di tensione com’è normale che sia ma una volta iniziata la partita non ci ho più pensato; i compagni mi hanno aiutato molto, ho legato soprattutto con Akadinma e Fiandaca. Piazzoli prima della gara si è basato più sull’aspetto psicologico, ha cercato di tranquillizzarmi. Un onore essere convocato in prima squadra dall’Under 16, la società punta tanto sui giovani e penso di poter essere un esempio per i ragazzi della mia età».

Un bel salto triplo per l’ex Barcanova dunque che ha notato subito delle differenze: «In Under 16 c’è un ritmo diverso ma non vuol dire che non bisogni impegnarsi; in Promozione l’intensità di gioco è più alta, c’è un gioco più tattico; bisogna stare attenti a tenere la linea difensiva con la presenza dei guardalinee».

Utieyin è un ragazzo molto alto, quasi due metri, e un fisico già strutturato per la sua giovane età; per spiegare le sue caratteristiche e il suo ruolo fa richiamo al giocatore classe 1999 del Borussia Dortmund, cresciuto nelle giovanili del PSG, Dan-Axel Zagadou: «Il mio ruolo è terzino sinistro ma posso essere impiegato anche come esterno sinistro e il difensore centrale date le mie caratteristiche; se devo fare un nome dico Zagadou del Dortmund che può fare sia il centrale che il terzino».

Fabour, nato in Italia con origini nigeriane, ora ha l’obiettivo di restare in prima squadra e guadagnarsi sempre più spazio. «Voglio allenarmi, imparare, questa è l’età in cui si apprende meglio; ne va della mia esperienza. Ci sono tante squadre attrezzate ma noi non siamo da meno, quella con la Cbs è una sfida che vale sei punti; poi sarebbe bello arrivare a giocarsi il campionato all’ultima giornata in casa del Derthona».


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Al servizio dei giovani e dello sport dal 1957, è il nostro motto. Abbiamo l’ambizione di formare e informare, intanto contribuendo a migliorare la cultura sportiva. Abbiamo introdotto alcune importanti novità sull’edizione multimediale: le interviste a fine gare dei protagonisti le potete ascoltare integralmente attraverso i file originali, lo stesso dicasi per le reti da palla inattiva o le fotogallery. Vogliamo proporre il calcio sotto una nuova forma, attraverso il filtro dei numeri, delle statistiche e allora ecco un’ampia sezione dedicata alle prove individuali. Focus portieri con le classifiche dei meno battuti, spazio ai bomber e al minutaggio / gol. Infine, per difensori e centrocampisti, tutte le medie voto compilate seguendo le indicazioni degli addetti ai lavori e dei nostri inviati.